Benessere Dieta veloce

Dieta delle 72 ore: cos'è e come funziona

Un regime alimentare povero di carboidrati

La dieta delle 72 ore può definirsi un regime dimagrante veloce in grado di accelerare il metabolismo. Con questa dieta è possibile perdere fino a 2 chili in appena 3 giorni. Nello specifico si tratta di un regime alimentare low carb, ovvero povero di carboidrati, che prevede soprattutto il consumo di cibi proteici. E' un regime piuttosto drastico che permette non solo di dimagrire, ma anche di riattivare il metabolismo, sgonfiare la pancia e depurare l'organismo.

Dieta delle 72 ore: caratteristiche
Lo schema di questa dieta prevede l'apporto di 1200 calorie al giorno. La dieta delle 72 ore ha una durata massima di tre giorni, ma può ripetersi a una distanza minima di tre mesi. L'azzeramento quasi totale dei carboidrati ha lo scopo di prevenire la glicemia alta e il diabete.

Dieta delle 72 ore: menù
Tra le regole generali da seguire, se decidete di seguire questa dieta, vi è quella di mantenere una idratazione costante, per cui bisogna bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno. Prima di iniziare questa dieta è opportuno consultare il proprio medico.

Primo giorno
La colazione prevede una tazza di latte parzialmente scremato, accompagnato da un caffè a cui si può aggiungere non più di un cucchiaio di zucchero. Come spuntino a metà mattina si consiglia di consumare della frutta fresca. Come spuntino nel pomeriggio vanno bene invece 10 grammi di cioccolato fondente, non di più perchè si tratta comunque di un alimento piuttosto calorico. A pranzo va bene del tonno sott'olio accompagnato dai pomodori. Per cena potete optare per del salmone affumicato con dell’insalata e condito con un cucchiaio di olio extravergine di oliva.

Secondo Giorno
Il menù del secondo giorno della dieta delle 72 ore a colazione può prevedere un vasetto di yogurt magro o greco (quest'ultimo ci fornisce proteine nobili) accompagnata da una tazza di caffè con un cucchiaino di zucchero. Come spuntino sia mattutino che pomeridiano privilegiate la frutta fresca. A pranzo potete optare per un piatto gustoso e leggero a base di mozzarella e pomodori condito con olio. Per cena 140 grammi di fesa di tacchino con contorno di verdure a scelta oppure 140 grammi di pesce a scelta.

Terzo Giorno
Il terzo giorno può cominciare con la medesima colazione di uno dei due giorni precedenti. Come spuntino a metà mattina si può optare per un infuso allo zenzero, come spuntino pomeridiano va bene invece uno yogurt magro. A pranzo pesce con insalata. A cena un uovo sodo con una mozzarella da 100-125 grammi.


© Riproduzione riservata