Benessere Dieta restrittiva

Dieta Mayr per dimagrire velocemente

Si segue per due giorni la settimana

Questa dieta è stata ideata nel secolo scorso dal dottor dottor Franz Xaver Mayr, medico austriaco specializzato in gastroenterologia. Secondo questo medico molti problemi, quali ad esempio cefalea e reumatismo, hanno la loro origine in un cattivo funzionamento dell'intestino, che comporta conseguenze negative a livello digestivo, per cui intervenendo su questi aspetti con una dieta ad hoc, eliminando ad esempio gonfiori o tensioni all'addome, sarebbe possibile non solo risolvere questi problemi, ma anche dimagrire. Si tratta in particolare di una dieta molto restrittiva basata essenzialmente su pane e acqua che consente di perdere fino a 4 chili in un mese seguendola per due giorni a settimana.

Dieta Mayr: indicazioni

La dieta Mayr è articolata in 4 fasi. La prima fase ha una durata di 2 giorni e prevede una astensione completa dagli alimenti solidi. In questa fase sono ammessi solo acqua, tè, tisane e succhi di frutta al fine di depurare l'organismo. La seconda fase è quella del digiuno attenuato. Per una settimana va effettuato una sorta di digiuno attenuato. In questa fase si prevedono solo 2 pasti al giorno a colazione e a pranzo. Gli alimenti ammessi sono solo pane e latte, eventualmente possono sostituirsi con del brodo di verdura o uno yogurt. Questa fase serve per operare una pulizia completa dell'intestino dalle scorie. Nella terza fase invece vengono reintrodotti gradualmente gli alimenti d'origine animale e quelli poveri di fibra. In particolare è possibile reintrodurre i cereali raffinati, soltanto in un secondo momento si potrà ricominciare a mangiare frutta e verdura.

Nella quarta e ultim a fase si recuperano tutti gli alimenti. Tuttavia vanno privilegiati in particolare i cereali integrali, carne magra o pesce, e i vegetali. Sempre al fine di mantenere l'organismo idratato non bisogna dimenticare di bere molta acqua e di masticare lentamente i cibi perché facilita il processo digestivo. In particolare secondo il medico austriaco che l'ha ideata, questa dieta aiuterebbe non soltanto a dimagrire, ma anche in caso di stitichezza, disfunzioni endrocrine, dismenorrea, calcoli renali o alla cistifellea. Trattandosi di un regime dietetico restrittivo può essere seguito solo sotto stretto controllo medico, tanto più che per ben due giorni a settimana si segue una dieta priva dei nutrienti necessari per l'organismo.

Menù di una giornata tipo

Per le fasi del digiuno e del digiuno attenuato abbiamo visto quali sono gli alimenti previsti da questo regime dietetico. Per il resto si tratta di una dieta che può essere personalizzata sulla base delle esigenze del paziente. In linea generale bisogna privilegiare una alimentazione a base di frutta, verdura, latte, yogurt biologici e carboidrati. I pasti inoltre non devono avere una durata inferiore ai 30 minuti perché in tal modo si attiva il metabolismo. Inoltre massaggiare la pancia può favorire la motilità intestinale.

Colazione: una tazza di latte intero biologico, tre fette biscottate con marmellata senza zucchero o miele.

Pranzo: un piatto pasta al pomodoro, un uovo sodo o 30 grammi di bresaola, insalata di radicchio condita con un cucchiaino di olio di oliva e aceto.

Cena: una porzione di minestra vegetale, petto di pollo ai ferri accompagnato da una fetta di pane di grano duro.


© Riproduzione riservata