Benessere Alitosi

Come combattere l’alito cattivo

Questo sgradevole sintomo è causato dal ristagno interdentale di residui alimentari

L'alitosi, sinonimo di alito cattivo, è una condizione caratterizzata dall'emissione di odori sgradevoli attraverso l'atto respiratorio. Come possiamo risolvere il problema dell’alito cattivo? Possiamo risolvere il problema dell’alitosi, il problema dell’alito cattivo con semplici gesti di prevenzione (e rimedi lampo per l’alito cattivo): vediamoli insieme!

Questo sgradevole sintomo è causato dal ristagno interdentale di residui alimentari degradati dai batteri della placca; un dente cariato, ad esempio, può trasformarsi in un piccolo serbatoio di detriti alimentari, che come tutte le sostanze organiche in via di decomposizione producono cattivi odori. Avere l’alito pesante a volte è sintomo di malessere interiore: quando si è influenzati o raffreddati, ad esempio, si hanno difficoltà respiratorie o digestive che causano un ristagno di germi e batteri. Più spesso, però, l'alitosi riflette un problema locale; denti affetti da piorrea, così come una cattiva igiene orale, sono spesso associati ad alitosi.

Anche il fumo e le cattive abitudini alimentari incidono nettamente sullo stato di salute dello stomaco e dell’intestino. Per contrastare l’alitosi si può fare ricorso a delle soluzioni lampo a base di prodotti naturali. Perfetti, ad esempio, la menta o il limone. Ecco alcuni consigli della nonna per ridurre la fastidiosa sensazione di alito pesante.

Trucchi e rimedi fai da te per un pronto intervento in caso di emergenza!

Alito cattivo Alito cattivo: cause (da evitare)

• Spesso chi fuma ha problemi di alito pesante.

Questo è dovuto al ristagno di catrame e altre sostanze tossiche presenti nelle sigarette. Il fumo, infatti, causa difficoltà respiratorie e di conseguenza durante la notte vi è un ristagno di catarro che causa alito cattivo al risveglio.

• Anche raffreddore e influenza possono agire in maniera negativa sulla qualità dell’alito: il muco, i germi e i batteri ne sono la causa principale. Fate spesso gargarismi per disinfettare la bocca e le vie respiratorie.

Alitosi e Malattie

L'alitosi tipica delle infezioni rino-faringee (riniti, sinusiti, faringiti) e di alcune malattie polmonari (bronchiectasia, ascesso polmonare) è dovuta alla presenza di materiale mucopurulento e necrotico. L'alito cattivo può essere anche espressione di una patologia epatica avanzata, ed in questo caso assume un odore simile al pesce (alitosi ammoniacale), o di insufficienza renale (quando ricorda quello dell'urina); più gradevoli sono le esalazioni fruttate della chetoacidosi diabetica. Anche l'assunzione di alcuni farmaci, come certi antibiotici, può conferire all'alito un odore poco piacevole.

 • Mangiare pesante non aiuta di certo a rinfrescare l’aria

Attenzione al consumo di aglio, cipolla e fritture: rendono difficile la digestione e possono causare momenti imbarazzanti quando si è con altre persone.

Alitosi: rimedi naturali. Importanza dell'Igiene Orale

Per prevenire e combattere l'alitosi, un'accurata igiene orale è essenziale; solo la scrupolosa pulizia dei denti con spazzolino, filo interdentale ed abbondanti risciacqui (eventualmente aromatizzati), assicura una profonda rimozione dei residui alimentari, allontanando l'alito cattivo. Il modo migliore per evitare l'alito cattivo è quello di attenersi a una routine di igiene orale, una dieta sana e di bere molta acqua per mantenere la bocca fresca: Eliminare temporaneamente dalla propria alimentazione alcuni cibi pesanti responsabili di una cattiva digestione e dal sapore persistente come aglio e cipolla; Eliminare sostanze che generano acidità come caffè e bevande gassate e zuccherate; Aiutare la produzione di saliva masticando gomme senza zucchero; Lavarsi accuratamente i denti dopo ogni pasto, ogni giorno; Mantenere il cavo orale fresco e pulito utilizzando gli strumenti giusti; Mantenere puliti anche apparecchi ortodontici e protesi dentarie. Un ottimo rimedio naturale per contrastare l’alitosi è l’aneto. Vi basterà masticare una manciata di semi al bisogno e avrete risolto il problema. In alternativa potete preparare un decotto di semi e utilizzarlo per fare i gargarismi.

Salvia

la saliva e i sorsi d'acqua contribuiscono a ripulire i denti ed il cavo orale, allontanando sia i residui alimentari che i batteri. In secondo luogo, potrà consigliare collutori e preparati per risciacqui e gargarismi ad azione antisettica e coprente (tra i più utilizzati troviamo quelli a base di menta e mentolo, prezzemolo, finocchio, rosmarino, coriandolo ed eucalipto). Quando si presenta l'alito cattivo, il lavaggio dei denti, l'uso dello scovolino e del filo interdentale, la pulizia della lingua e i risciacqui con collutorio possono contribuire a sbarazzarsi dei batteri che causano l'alitosi. 


© Riproduzione riservata