Benessere Infusi e decotti

Dimagrire con la tisana cinese

Le tisane fai da te

Le tisane dimagranti sono infusi e decotti, ricavati da tutta una serie di piante ed erbe. Ma esiste una tisana perfetta per dimagrire? Secondo alcuni la risposta a questa domanda è sì: basta scoprire quali sono gli ingredienti delle tisane utilizzate quotidianamente da cinesi e giapponesi, due popolazioni formate da persone tendenzialmente magre. Le tisane dimagranti, sono tra i trend alimentari più forti degli ultimi anni, ma l'origine delle tisane (dimagranti) è in realtà antichissima. I greci e i romani erano già a conoscenza delle virtù delle piante, e le utilizzavano per realizzare infusioni benefiche (o curative) in acqua calda o fredda, nel Medioevo le preparazioni si fecero gradualmente più sofisticate e queste bevande miracolose sono giunte fino a noi ricche di proprietà nutrizionali e altrettante affascinate leggende.

Qual è la tisana migliore per dimagrire? La migliore tisana per dimagrire, è probabilmente quella realizzata con la Camellia Sinensis, ossia la pianta dalla quale viene prodotto il tè. Se siete alla ricerca di una tisana per dimagrire da assumere con una certa frequenza il tè verde è l’ideale: perché oltre ai benefici connessi, infatti, è la qualità di tè con il minore quantitativo di caffeina disponibile in commercio. Tra le tisane dimagranti cinesi, il the Feiyan (prodotto con the verde, foglie di loto, semi di cassia e spugna vegetale) promette tutta una serie di benefici per la salute. Infatti, oltre ad accelerare il metabolismo, parrebbe in grado di ridurre la quantità di grassi nel sangue e il colesterolo, di eliminare le tossine e di inibire il senso di appetito. Grazie alla presenza di elevate quantità di L-teanina, inoltre, l’assorbimento di questa sostanza è notevolmente ridotto. Ad aggiungersi all’elenco delle tisane dimagranti o presunte tali troviamo poi quelle ricavate da ortica, lespedeza, carciofo, pilosella, the di Giava e dente di leone, tutte piante che, stimolando la diuresi, favoriscono la perdita di peso. E poi abbiamo le tisane a base di finocchio, alimento che parrebbe inibire l’appetito, e quelle a base di tarassaco e malva per i loro effetti lassativi.

Le tisane dimagranti devono essere considerate solo un aiuto per velocizzare e sostenere la perdita di peso indotta dalle modifiche del proprio stile di vita: questo è l'unico approccio vincente per raggiungere l'obiettivo “dimagrimento”.

Possibili effetti collaterali delle tisane dimagranti. Sembra tutto troppo bello per essere vero e, in effetti, secondo la maggioranza degli esperti, le tisane dimagranti non meritano sempre e a pieno titolo questo aggettivo. In certi casi (e sicuramente in caso di abuso) le tisane dimagranti possono addirittura fare più male che bene, provocando diarrea, diuresi eccessiva e crampi allo stomaco. In ogni caso, va sottolineato che le tisane da sole non bastano per dimagrire velocemente e vanno associate a una dieta sana e all’esercizio fisico.