Benessere Detox

La dieta Hyman

Più magri in soli dieci giorni

Con la dieta Hyman, bastano dieci giorni per purificare il corpo eliminando i cibi che creano infiammazione e liberarsi dalla dipendenza dagli zuccheri. La dieta detox ideata dal professor Mark Hyman, direttore del Cleveland Clinic Center for Functional Medicine, e spiegata nel libro La dieta detox in 10 giorni, è un piano alimentare che punta ad eliminare tutti i cibi che creano infiammazione al corpo come caffè e latticini, e a riequilibrare l'organismo. Hyman è il medico nutrizionista più famoso degli Stati Uniti, autore della dieta detox in dieci giorni. Nel suo ultimo libro (Cosa devo mangiare? Guida completa agli alimenti tra scienza e falsi miti, Mondadori) tira le somme sulla base degli studi scientifici esistenti sull’alimentazione: alla fine, la formula migliore per restare in forma e vivere a lungo è la dieta «pegana». Cioè il mix tra la dieta paleo e quella vegana.

La dieta per resettare il corpo e pulirlo
Una seguace della dieta Hyman è JLo quando che nel 2018 ha seguito un regime detox molto simile alla dieta Hyman se non lo stesso, ma come ha detto la stessa cantante non è una cosa sostenibile che può essere fatta sempre. È una challenge per “resettare” il corpo e pulirlo.

Eliminate lo zucchero dalla vostra dieta
Il dottor Hyman consiglia di eliminare totalmente i cibi che contengono zucchero e ha riabilitato il ruolo dei grassi nella dieta. Il nostro corpo è programmato per mangiare zuccheri perché consente di creare riserve di grasso. Secondo Hyman, però, le diete povere di grassi funzionano molto meno rispetto a quelle senza restrizioni di grassi (buoni) ma prive di zuccheri semplici e complessi. Lo zucchero crea dipendenza e solo eliminandolo possiamo sentirci liberi e meglio, e per farlo ci vogliono 10 giorni. L'industria alimentare avrebbe manipolato i nostri ormoni, le papille gustative e la chimica cerebrale, rendendole dipendenti dallo zucchero. Hyman mette in guardia anche dai dolcificanti artificiali che possono creare una dipendenza maggiore rispetto allo zucchero comune.

Come funziona la dieta detox di Mark Hyman?
Il programma della dieta del Dottor. Hyman promette di far perdere fino a cinque chili in 10 giorni bloccando l'ormone che presiede l'accumulo di grasso, ridendo l'infiammazione che contribuisce all'aumento di peso e disintossicando l'organismo. Il piano alimentare, però, non ha solo l'obiettivo di far dimagrire, ma di curare il corpo nel suo complesso attraverso l'approccio della medicina funzionale, secondo cui il corpo è un insieme di sistemi integrati e quando si interviene su una o più cause scompaiono molti sintomi che non sono stati curati singolarmente.

Quali sono i cibi da eliminare durante la dieta Hyman?
Gli alimenti da togliere sono quelli che conosciamo già, ovvero che mangiamo pur sapendo che non sono l'ideale per la nostra salute. Per prima cosa va eliminato lo zucchero, e tutti i cibi che lo contengono. Sono compresi anche il miele, la melassa, l'agave e tutti i dolcificanti e i sostitutivi dello zucchero. Poi, via tutti i cereali che contengono glutine e che possono innalzare il livello glicemico e trasformare gli zuccheri in grasso. No a latte, yogurt e tutti i latticini; sono vietati anche i legumi, questa fonte proteica vegetale, infatti, contiene anche carboidrati e contiene lectine che se non assorbite bene a livello intestinale creano infiammazione. Sono banditi la caffeina, l'alcol e tutti i cibi raffinati industriali.

Cosa mangiare nella dieta Hyman?
Tra i cibi che disintossicano e quindi consentiti ci sono quelli ricchi di vitamina B, A, C, antiossidanti e fitonutrienti come il cavolo, le crucifere, il pepe di Cayenna, il coriandolo, l'aglio, lo zenzero, il limone, il crescione e le alghe. Bene anche le uova perché contengono nutrienti disintossicanti e zolfo. Sì anche ad alimenti ricchi di omega-3, come salmone, carne di manzo allevato biologicamente, semi di chia, canapa e lino e le noci. Aromi e spezie come la curcuma, oltre a frutti di bosco, verdure a foglia verde e olio extravergine d’oliva. Per la colazione, Hyman propone frullati di frutta fresca e secca, a pranzo una zuppa o un buffet di verdure senza amido sempre accompagnato da una proteina, e a cena proteine cucinate con le spezie e verdura. Lo vedremo meglio più avanti con un esempio.

Lista della spesa ideale del dott, Hyman
Se decidete di intraprendere questo percorso abbiate sempre a portata di mano la lista della spesa individuata da Hyman di tutti quegli ingredienti base indispensabili per preparare qualsiasi piatto. Se pensate che si tratti dell'ennesima dieta insapore vi sbagliate. Le spezie sono più che bene accette, soprattutto quelle disintossicanti, come la curcuma, il timo o il pepe di Cayenna. Ma anche salse e intingoli che forse non avreste mai sospettato: uno su tutti la mostarda di Digione. E poi semi e oli vegetali diventeranno un must.

Esempio del menu della dieta Hyman
Prima Colazione: Se secondo Hyman caffè e latticini sono la prima causa di infiammazione per il nostro organismo, la prima giornata di detox inizia con un bel frullato di frutta fresca e secca. Da quello con zenzero e cetriolo al frullato di fragole e mandorle, passando per quello proteico (ma naturale, grazie a noci, semi di zucca e di canapa) e il frullato di kiwi e semi di chia.

Il pranzo: Per la pausa pranzo, invece, le opzioni sono due. O una zuppa calda, ma sempre gustosa, o quello che il dottor Hyman definisce il super buffet di insalata, ovvero una scelta abbondante di verdure senza amido (come asparagi, bietola, cavolfiore o radicchio). In ogni caso è importante aggiungere, per avere energie necessarie per arrivare a fine giornata, sempre delle proteine, come pollo, tacchino o salmone.

Cena: per a cena è possibile scegliere se impegnarsi in preparazioni molto interessanti, ma sicuramente più dispendiose in termini d'impegno e di tempo, come per esempio il curry di cocco con salmone, o ricette base che spaziano dagli spiedini di pollo all’asiatica al salmone alla griglia con marmellata di cipolle. L'importante, come per il pranzo, è di consumare proteine accompagnate da verdure in abbondanza (sempre quelle senza amidi). E per chi, invece, non volesse mangiare carne ci sono anche proposte vegetariane e vegane che inseriscono tofu e tempeh al posto delle solite proteine animali.


© Riproduzione riservata