Benessere Esami prima della dieta

Dieta: quali esami fare prima di iniziarla

Come esame di routine il medico ci prescrive le analisi del sangue, in particolare l'emocromo per valutare lo stato di salute in generale

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-01-2022/dieta-quali-esami-fare-prima-di-iniziarla-500.jpg Dieta: quali esami fare prima di iniziarla

Prima di iniziare una dieta è fondamentale sottoporsi ad alcuni esami per sapere se siamo in salute e possiamo quindi seguire un percorso dietetico in tutta sicurezza. Per sapere quindi se nel nostro organismo funzioni tutto correttamente dobbiamo effettuare alcune analisi che solo un medico ci può prescrivere.  In effetti qualsiasi dieta decidiamo di seguire, requisito indispensabile è quello di essere in buona salute per conoscere se il nostro organismo può tollerare una dieta in cui magari non saranno presenti alcuni alimenti.

Prima della dieta: quali esami fare
Generalmente come esame di routine il medico ci prescrive le analisi del sangue, in particolare l'emocromo per valutare lo stato di salute in generale.  Da questo esame si evidenzia il valore dell'emoglobina, la proteina che si trova nei globuli rossi e che svolge il compito fondamentale di trasportare l'ossigeno a tutti i tessuti dell'organismo. Una sua eventuale carenza evidenzia l'anemia. E' importante anche controllare i valore dei globuli rossi e bianchi e delle piastrine.

Altri esami che in genere vengono prescritti sempre con le analisi del sangue e da cui si può evincere il nostro stato di salute sono i seguenti: glicemia, VES, urea, uricemia, creatinina, transaminasi, gamma GT, colesterolo trigliceridi ed elettroliti plasmatici.

L'esame della glicemia indica la quantità di glucosio nel sangue. E' importante per verificare la produzione dell'insulina da parte del pancreas e quindi per sapere se siamo o meno in presenza di qualche anomalia che potrebbe far pensare al diabete.

I trigliceridi alti invece indicano una dieta troppo ricca di grassi animali e zuccheri. L'esame del colesterolo totale, sia quello buono che quello cattivo, che è trasportato nel sangue dalle lipoproteine è importante per stabilire lo stato di salute del cuore.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1568098003-3-tumino.jpg

Controllare la pressione. Questo esame è utile prima di iniziare una dieta per perdere peso perché ci può fornire anche indicazioni sulla dieta da seguire. In particolare se è alta, quindi in caso di ipertensione sarà necessario diminuire l'assunzione di alimenti che contengono sodio, grassi e zucchero di origine animale. Se invece la pressione è bassa non dovranno mancare minerali indispensabili quali potassio iodio e magnesio.

E’ utile anche verificare l'eventuale presenza di intolleranze alimentari che potrebbero andare a compromettere la dieta. Questo perché è probabile che con la nuova dieta si introducono nuovi alimenti che prima non si consumavano e quindi bisogna eliminare qualsiasi possibilità che vi sia una intolleranza. L'intolleranza si può appurare con la somministrazione orale di un alimento per osservare eventuali reazioni che possono svilupparsi oppure con prelievi del sangue.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1655573534-3-fondazione-bufalino.gif

Esame della tiroide. Serve a valutare che non vi siano disfunzioni e che quindi non si abbia ipertiroidismo, ovvero una eccessiva attivazione della ghiandola, né ipotiroidismo al contrario una insufficiente funzionamento della stessa. Il medico ci prescriverà quindi l'esame TSH per verificare lo stato di salute della tiroide.


© Riproduzione riservata