Perdere peso

Il menu detox per preparati all’estate, depurarti e dimagrire

L’estate si avvicina e per riguadagnare la linea bisogna pensarci in tempo, intraprendendo un regime disintossicante che opera un reset dell’organismo, riattiva il metabolismo, elimina gonfiori e pesantezza e combatte la ritenzione idrica

Le varianti delle diete detox sono tantissime ma non tutte assicurano il giusto apporto di nutrienti che permette all’organismo di non stressarsi, fattore che spesso incide negativamente proprio sull’obiettivo da raggiungere, cioè la perdita di peso. L’obiettivo in questo caso è la depurazione non il dimagrimento tout court, ma è proprio la depurazione totale ad avere come conseguenza la perdita dei chili di troppo, ma in maniera sana e controllata, senza produrre pericolosi deficit.

Cosa sapere prima di intraprendere una dieta detox. Una dieta finalizzata alla depurazione non ha come base necessariamente l’assunzione di cibi insapori e monotoni che condurrebbe in fretta al fallimento della dieta stessa. L’unico imperativo è eliminare i cibi di produzione industriale spesso ricchi di amidi, grassi saturi, zuccheri raffinati e altri elementi elaborati che vanno contro il principio di depurazione. Sarebbe opportuno seguire una dieta detox sotto la stretta sorveglianza di uno specialista dell’alimentazione e soprattutto non in maniera prolungata nel tempo, tuttavia ci sono delle indicazioni sempre utili che possono aiutare chi vuole depurarsi e, nello stesso tempo, perdere peso progressivamente e in maniera sana.

Come funziona una dieta detox. Via dalla tavola fritti, hamburger, wurstel, merendine e altri prodotti dell’industria alimentare, fonti di grassi, sale, zuccheri e sostanze dannose per l’organismo come additivi e conservanti. Sì, invece, a tutti gli alimenti ricchi di acqua, fibre, vitamine, sali minerali e antiossidanti, quindi, alimenti di origine vegetale crudi e ricchi di sostante fitoterapiche benefiche. Aumentare l’attività fisica ed evitare fumo ed alcol completano il quadro.

Gli alimenti che aiutano il detox. Ci sono alcuni alimenti in particolare che sono un boost per il detox e che nel periodo di depurazione non devono mai mancare nella dieta. Eccoli: verdure a foglia verde, acqua, spezie, semi di lino, aglio, limone, barbabietole rosse. Sono tutti alimenti che eliminano le tossine, ripuliscono il tratto gastrointestinale e, grazie all’alto contenuto di vitamine e sali minerali, fanno da antiossidanti. In più, sono importanti le alghe perché contengono una sostanza che aiuta ad assorbire le tossine del tratto intestinale e la curcuma che ha potenti proprietà disintossicanti. Infine i carciofi che grazie all’inulina, una sostanza altamente presente anche negli asparagi, favorisce la formazione di probiotici nell’intestino.

Cosa fare prima di cominciare una dieta detox. Per ripulire l’intestino si comincia gradualmente a escludere, almeno tre quattro giorni prima, il consumo di farine raffinate, zuccheri, latticini, lieviti, alcool, caffè, nel frattempo bisogno bere molta acqua per eliminare in fretta le tossine ancora in circolo. Una lieve attività fisica può essere utile a mantenere attivo il metabolismo in questa fase.

Il menu per sette giorni. L’ideale, per una depurazione costante, è ripete ogni tre o quattro mesi questo menu settimanale:
Lunedì: a colazione yogurt magro e un frutto, a pranzo carciofi gratinati con contorno di insalata mista, per lo snack pomeridiano tè bianco con un cucchiaino di miele, per cena orata al cartoccio accompagnata da verdure grigliate e pane integrale.
Martedì: a colazione una tazza di latte scremato con cereali integrali, per pranzo un piatto di risotto integrale alla bieta più un’insalata di arance e finocchi, per lo snack pomeridiano un succo di mirtilli rossi, per cena petto di pollo o di tacchino alla griglia con un contorno di insalata di alghe.
Mercoledì: per colazione una spremuta d’arancia e pane integrale tostato con marmellata senza zuccheri, per pranzo insalata di farro con verdure miste, due fettine di prosciutto crudo magro e pane integrale, per lo snack pomeridiano una pallina di gelato al limone, per cena 80 grammi di pasta integrale con pomodoro e basilico e una spolverata di grana.
Giovedì: a colazione una tazza di latte scremato con cereali integrali, per pranzo cous cous con fagiolini e carote saltate in padella, per lo snack pomeridiano una mela, per cena salmone al forno con patate lesse.
Venerdì: per colazione yogurt greco con miele e fiocchi d’avena, per pranzo hummus di ceci, crostini di pane integrale, insalata a foglie verdi, per lo snack pomeridiano 7/8 gherigli di noce, per cena riso integrale con fagioli borlotti e carote al vapore.
Sabato: per colazione latte scremato e cereali, per pranzo zuppa di lenticchie e zucchine al pomodoro, per lo snack pomeridiano macedonia di fragole con limone, per cena petto di pollo ai ferri con verdure grigliate.
Domenica: a colazione pane tostato con marmellata di frutti rossi senza zuccheri e una spremuta d’arancia, per pranzo pasta integrale con zucchine e crema di basilico, per lo snack pomeridiano uno o due frutti di stagione, per cena scaloppine al limone con patate lesse al prezzemolo.

Le altre diete di Ragusanews.