Benessere Detox

Nutrizione: come perdere peso con la dieta della frutta

L'insalata di frutta

Si tratta di una dieta in cui, come si può facilmente immaginare, la frutta è presente in ogni pasto. Questa dieta è stata messa a punto dai dietologi americani Dian e Tom Griesel che nel 2011 hanno pubblicato il libro TurboCharged: Accelerate Your Fat Burning Metabolism, Get Lean Fast and Leave Diet and Exercise Rules in the Dust.
Generalmente la frutta e la verdura vengono inserite nelle diete dimagranti, tuttavia si tende sempre a limitare questo alimento per il suo apporto calorico. Secondo i dietologi americani la questa limitazione della frutta nella maggior parte delle diete dimagranti andrebbe rivisto. I due dietologi pongono in discussione questo aspetto perché da un punto di vista nutrizionale la frutta, dopo la verdura, risulta la fonte di carboidrati da considerarsi meno calorica in assoluto. Spesso però si commette l'errore, soprattutto nelle diete ipocaloriche, di consumarla senza limite. Questo eccesso ci può far aumentare l'introito calorico giornaliero vanificando l'impegno che abbiamo messo per dimagrire.

Dieta: i benefici della frutta
La frutta, invece se mangiata senza eccesso, è un alimento molto importante nella nostra dieta perché ci apporta fibre, vitamine e migliora anche l'umore. Inoltre è di facile assimilazione e contiene molta acqua per cui contribuisce a mantenere idratato l'organismo. I due esperti, il cui lavoro è stato pubblicato sulla rivista Nutrition and Cancer, danno questi suggerimenti: "Prendete il controllo della vostra salute. Iniziate col mangiare un’insalata di frutta a colazione, pranzo e cena con spuntini di frutta! Questo semplice passo vi aiuterà a elevare l’umore, lo spirito, migliorare i biomarcatori chiave e certamente l’assorbimento dei nutrienti".
Riguardo ai benefici della frutta per la salute, numerose ricerche hanno dimostrato che una dieta ricca di frutta grazie alla presenza degli antiossidanti è in grado di diminuire di circa il 30-40% il rischio di sviluppare patologie tumorali e cardiovascolari. Tuttavia la frutta contiene zuccheri semplici quali il fruttuoso, per cui è sconsigliata ai pazienti diabetici o comunque ha chi ha problemi di glicemia. Inoltre prima di iniziare questa dieta è fondamentale chiedere il parere del proprio medico.

Frutta-dieta: indicazioni
Gli ideatori di questa dieta consigliano di mangiare una insalata di frutta a colazione, che dovrà essere presente anche negli altri pasti principali della giornata, quindi a pranzo e a cena, oltre che negli spuntini. In particolare nella frutta-dieta è possibile identificare tre fasi: la prima di disintossicazione in cui è permesso solo il consumo di frutta, la seconda che oltre alla frutta prevede il graduale inserimento di altri alimenti che ci forniscono proteine di origine animale quali carne, pesce, formaggi e uova. La terza fase è di mantenimento e può protrarsi anche per un lungo periodo.