Benessere Detox

Dieta idrica per perdere peso: cos'è e come funziona

Viva i frullati, ma un giorno la settimana

Dieta idrica per perdere peso: cos'è e come funziona

La dieta idrica presenta delle caratteristiche che la apparentano ai regimi detox che vanno molto per la maggiore. In particolare prevede il consumo di soli liquidi per un solo giorno alla settimana. In buona sostanza questo programma alimentare consiste nella sostituzione per un giorno alla settimana degli alimenti solidi con centrifugati a base di verdura e di frutta. La dieta è molto restrittiva, pertanto non può essere seguita da tutti. Prima di iniziarla è necessario consultare il proprio medico e farsi seguire da uno specialista.
Si tratta quindi di un digiuno o semi-digiuno controllato che viene praticato per non più di una volta alla settimana. La dieta idrica è nata negli Stati Uniti, ha poi preso piede anche in Italia grazie ai vip che hanno deciso di provarla.

Dieta idrica: come funziona
Per tutta la settimana si segue un regime calorico equilibrato che si attesta tra le 1200 e le 1400 calorie. Nel giorno dedicato invece alla dieta idrica il consumo delle calorie ammonta a non più di 500. Questo tipo di regime dietetico aiuterebbe a bruciare più in fretta i grassi, grazie a una maggiore attività del metabolismo. In particolare nei giorni che precedono e in quelli che seguono la giornata in cui potete assumere solo alimenti liquidi, è suggeribile affidarsi a una dieta equilibrata a base soprattutto di verdure e frutta di stagione, legumi, cereali integrali, pesce e carne magra.
Riguardo invece alla giornata di dieta idrica sono da prediligere soprattutto gli alimenti liquidi che ci forniscono un ridotto apporto calorico. Pertanto è consigliabile l'assunzione di frullati di frutta e verdura, eventualmente da arricchire con qualche spezia per renderli più gustosi. Oltre ai centrifugati, via libera anche alle spremute, da evitare invece i succhi di frutta commerciali in quanto contengono percentuali troppo elevate di zucchero. Per purificare l'organismo dalle scorie è utile soprattutto consumare la frutta e la verdura ricca di acqua: ad esempio melone, arance, ananas, cetrioli, finocchi, pomodori, lattuga. Si tratta di alimenti che ci saziano e quindi sono utili per perdere peso. Sono consentite anche le tisane, il tè verde e il caffè. Il kefir e in generale gli yogurt magri sono indicati perché ci forniscono un buon apporto di proteine.

Dieta liquida: esempio di menù
Si tratta solo di un suggerimento che ha valore puramente indicativo da cui potete prendere spunto.
Potete iniziare la giornata con una colazione a base di spremuta di arance, uno yogurt e del tè verde. A pranzo un centrifugato di verdure a foglia verde. A cena optate invece per alimenti contenenti la vitamina C e quindi via libera a peperoni, pomodori, sedano, lattuga, radicchio, broccoli, cavoli, cavolfiori e patate con cui potete anche preparare un gustoso e nutriente minestrone.


© Riproduzione riservata