Benessere Glicemia

La dieta per i diabetici: cosa mangiare

Cibi sì e cibi no

La dieta per i diabetici: cosa magiare

Il diabete aumenta con l'età: dallo 0,5% dei giovani al 10% ed oltre degli over 65. Tra gli ultra settantacinquenni ne è affetta una persona su 5 e nelle fasce di età fino ai 74 anni, gli uomini risultano più colpiti: sono queste le ultime stime sui diabetici in Italia. Quasi tre milioni, il 4,9 per cento della popolazione, ma la percentuale può essere ancora maggiore se ad essa si aggiunge il sommerso, ossia il numero di diabetici che non sa di esserlo.

La corretta alimentazione, rappresenta uno degli aspetti fondamentali per l’educazione e la gestione del diabete nel breve e lungo periodo. Sapersi alimentare in modo corretto, sviluppare un’istintiva preferenza verso i cibi più salutari e una naturale moderazione nelle porzioni, pone le basi per vivere una vita sana prevenendo al meglio complicanze e condizioni anche indipendenti dal diabete. Occorrono conoscenze e calcoli. Saper associare a ogni piatto o pasto l’appropriata dose di insulina, regala libertà alla persona con diabete, le permette di variare la propria alimentazione e di mangiare fuori casa con serenità.

Il primo trattamento è farmacologico (insulina) per alcuni (con diabete di tipo 1), ma per la maggior parte di quelli con diabete di tipo 2 una alimentazione ben bilanciata, con l’apporto di tutti i nutrienti, è terapeutica e contribuisce a mantenere sotto controllo il livello di zucchero nel sangue. La dieta per diabetici non è così diversa da quella di soggetti non diabetici e deve quindi contenere: per il 45-60% carboidrati (zuccheri), ma una quota < 10% di saccarosio o zuccheri aggiunti; per il 35% lipidi (grassi): saturi < 7-8%, mono insaturi 10-20%, polinsaturi < 10%, colesterolo < 200 mg/die; per il 10-20% proteine; poco sale (< 6 g/die di sodio); poco alcool, ricordando che aumenta la quantità di calorie; fibre > 40 gr/die, soprattutto solubili.

A tavola meglio preferire: olio extravergine di oliva che contiene grassi mono insaturi, pesce 2-3 volte alla settimana, preferendo quello azzurro che contiene grassi polinsaturi ‘buoni’ omega 3, carni bianche (pollo, tacchino e coniglio) e formaggi magri tipo crescenza, quartirolo, primo sale, ricotta ecc., che hanno un basso contenuto di grassi, pasta e legumi che sono ricchi di proteine vegetali, per assumere la quantità di fibre consigliate occorre mangiare cinque porzioni di frutta e verdura quotidianamente legumi 2-3 volte a settimana. I quattro obiettivi della dieta per i diabetici. La dieta ideale per il diabete non è complessa o restrittiva. Pur dovendo fornire un apporto calorico giornaliero uguale a quello di una persona non diabetica (ovviamente se c’è sovrappeso è indicato un regime ipocalorico), in relazione alla costituzione fisica, al sesso, all'età, alla statura e all'attività lavorativa, deve avere quattro obiettivi: il controllo glicemico, il raggiungimento ed il mantenimento del peso corporeo, la prevenzione ed il trattamento dei principali fattori di rischio cardiovascolare, il mantenimento di uno stato di benessere non solo fisico ma anche psichico. Una attenzione particolare, dicono gli esperti, va riservata all'assunzione dei carboidrati, in un quantitativo non inferiore ai 130 e non superiore ai 300 g/giorno, che dovrebbero preferibilmente provenire da alimenti ricchi in carboidrati complessi e fibra alimentare, quali legumi, vegetali, cereali integrali e frutta.

Cibi da evitare peri diabetici

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602684793-3-crai.gif

Come già detto, nella dieta per diabetici, vanno fortemente limitati i carboidrati raffinati, gli zuccheri semplici e dunque tutti i prodotti che li contengono: dolci, biscotti, merendine, snack, pasta, pane e riso bianco, succhi di frutta e bevande zuccherate, marmellate, miele. È necessario ridurre anche il consumo delle tipologie di frutta molto ricche in zuccheri (come ad esempio banane, albicocche, fichi, uva, datteri e frutta essiccata).Va assolutamente evitata poi l’assunzione di alcool che agisce negativamente sul controllo dell’insulina.

Cibi da limitare o evitare in una dieta per diabetici sono dunque:• Zucchero • Miele • Caramelle • Biscotti e merendine • Gelati e snack confezionati • Marmellata • Frutta molto ricca in zuccheri • Frutta essiccata • Cereali raffinati • Condimenti grassi • Succhi di frutta e bevande zuccherate • Alcool.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602684793-3-crai.gif

Lo schema settimanale per i diabetici

Vi presentiamo un possibile schema settimanale di dieta per diabetici, vi raccomandiamo però di seguire i consigli del vostro medico o nutrizionista in proposito in quanto ogni persona, in base alla propria situazione specifica, potrebbe avere alcune esigenze piuttosto che altre.

Primo giorno: Colazione: frullato di frutta fresca con latte vegetale e fette biscottate integral. Spuntino: yogurt vegetale o magr. Pranzo: pasta integrale al pomodoro, insalata condita con olio extravergine di oliva. Cena: una porzione di legumi accompagnati da verdure di stagione e del pane integrale. Secondo giorno: Colazione: un frutto, una fetta di pane integrale, un tè o un infuso. Spuntino: yogurt più frutta. Pranzo: orzo condito con verdure e insalata con olio extravergine di oliva. Cena: uova con verdure di stagione più pane integrale. Terzo giorno: Prima colazione: frullato di frutta fresca con latte vegetale e fette biscottate integrali. Spuntini: yogurt magro o vegetale. Pranzo: riso integrale con lenticchie e verdure di stagione. Cena: minestrone e pesce accompagnato da un’insalata più pane integrale. Quarto giorno: Colazione: muesli di cereali integrali e yogurt. Spuntino: frutto. Pranzo: cereale integrale a scelta con verdure di stagione. Cena: zuppa di legumi e verdure crude o cotte con pane integrale. Quinto giorno: Colazione: un frutto, una fetta di pane integrale o fette biscottate integrali, un tè o un infuso. Spuntino: frutta. Pranzo: riso integrale al pomodoro più insalata condita con olio extravergine d’oliva. Cena: petto di pollo (per chi mangia carne) con verdure e pane integrale. Sesto giorno: Colazione: muesli di cereali integrali e yogurt. Spuntino: frutta. Pranzo: insalata di cereali e verdure. Cena: pesce con verdure e pane integrale

Settimo giorno: Colazione: frullato di frutta fresca con latte vegetale e fette biscottate integrali. Spuntino: frutta o yogurt. Pranzo: minestrone con riso integrale più verdure. Cena: burger vegetale con verdure e pane integrale.m Si consiglia a chi è ammalato di diabete di invertire le due portate. Questo perché mangiare proteine e lipidi prima dei carboidrati è un sistema semplice e alla portata di tutti per tenere a bada la glicemia evitando i picchi post prandiali.


© Riproduzione riservata