Benessere Pelle a buccia d'arancia

Dieta anticellulite: come combatterla con l’alimentazione

Le creme anticellulite e la liposuzione

Dieta anticellulite: come combatterla con l’alimentazione

Nonostante la cellulite sia sempre stato un problema diffusissimo tra la popolazione femminile, e oramai per molte non sia più da considerare propriamente come un “difetto” fisico o qualcosa di cui doversi assolutamente liberare, moltissime donne – e spesso anche uomini – cercano costantemente di ridurre la pelle a buccia d’arancia e migliorare così il proprio aspetto fisico.
La dura verità, però, è che la cellulite non si forma e né si toglie di punto in bianco, ma è il risultato di diverse cause e/o fattori che influenzano la nostra vita di tutti i giorni, come ad esempio età, anni e anni di abitudini alimentari poco salutari e mancanza totale di esercizio fisico. Si potrebbe anche trattare, in alcuni casi, di ormoni “sballati” o semplicemente di una particolare inclinazione genetica del vostro corpo.
Detto questo, ci teniamo a ribadire, però, che avere la cellulite è una cosa assolutamente normale, 9 donne su 10 ce l’hanno e prima o poi, volente o nolente, arriva a tutte quante, anche alla donna più fit e attenta a ciò che mangia. Molte influencer nel mondo social, infatti, cercano costantemente di normalizzare la pelle a buccia d’arancia mostrando se stesse completamente a proprio agio con la loro cellulite o tramite il movimento del Body Positive.
Dunque, cerchiamo di capire insieme cos’è la cellulite, cos’è che la causa, la dieta e le abitudini che ci aiuteranno a liberarcene una volta per tutte. Cosa si può fare per sconfiggere la cellulite? Diciamo che già solo riuscire a mantenere uno stile di vita sano, seguendo un’alimentazione adeguata, ricca di frutta e verdura, ma soprattutto povera di sale, zuccheri e grassi saturi significa essere sulla buona strada.

Cellulite: cos’è e perché compare
Cominciamo dalle basi: la cellulite, conosciuta anche come Pefs (pannicolopatia edemato fibro sclerotica) è un inestetismo tipicamente presente sul corpo femminile – circa il 98% delle donne. Gli uomini ne sono meno colpiti. In questo caso, la differenza tra uomini e donne sta nel tessuto connettivo. Negli uomini, infatti, le fasce in esso contenuto sono a forma di croce, nelle donne a forma di colonna e parallele. La struttura a colonna rende il tessuto connettivo delle donne più soggetto alla cellulite. Grazie a questa struttura a colonna, le cellule di grasso riescono a farsi strada verso l'alto molto più facilmente. Di norma, la cellulite si manifesta attraverso la comparsa di fossette irregolari, ossia quella che noi comunemente definiamo “pelle a buccia di arancia”, soprattutto in zone come i fianchi, le cosce, i glutei, l’addome e le ginocchia. In casi più rari può comparire anche sugli arti superiori.

Cos’è che causa la cellulite?
Una combinazione di una serie di condizioni favorisce la comparsa della cellulite. Le cause possono essere:
Ormonali – il ruolo degli ormoni nell’insorgenza della cellulite è fondamentale. Una eccessiva attività degli estrogeni, infatti, comporta la ritenzione idrica; Inoltre, un eccesso di ormoni durante processi come pubertà/menopausa e/o aumento di peso, aumentano le possibilità della sua comparsa.
Genetiche – strano ma vero, all’origine della cellulite vi è una predisposizione familiare legata a fattori genetici ad una maggiore sensibilità capillare.
Stile di vita sedentario – l’equazione in questo caso è molto semplice: più si sta seduti e inattivi più rallenta il funzionamento del circolo sanguigno, e quindi il vostro corpo diventa sempre più incline all’insorgenza della cellulite. Se poi ci mettete anche una dieta ricca di carboidrati, sale e zuccheri, non fate che aumentare le possibilità.
Stress – anche condurre una vita frenetica può essere dannoso per il manifestarsi della pelle a buccia d’arancia. Un abuso di caffeina, repentini cambiamenti dei bioritmi, scarso riposo notturno e fatica fisica e psicologica, sono tutti elementi che contribuiscono alla cellulite, nonché al benessere generale del nostro organismo.
Per intervenire e cercare di porre fine alla comparsa della cellulite, è sempre bene rivolgersi ad un medico, che prescriverà opportuni esami del sangue e provvederà a comporre una dieta che faccia al caso vostro. Esistono, comunque, delle regole da poter seguire per limitare e ridurre il problema della cellulite. Come sempre, la prevenzione inizia dalla tavola, e ci sono molti alimenti che sono causa principale della comparsa della cellulite e che dovreste decisamente evitare per far spazio a cibi più sani e naturali. Già solo così, credeteci, comincerete a vedere presto dei risultati. Ecco, dunque, qualche consiglio utile.

La dieta per la cellulite
Cominciamo dagli alimenti “NO”: il sale e gli zuccheri sono off-limits, in quanto il sale trattiene l’acqua all’interno dei tessuti del nostro organismo, impedendo lo scambio di liquidi tra cellula e esterno. Quindi, bisognerebbe porre una maggiore attenzione all’aggiunta di sale che aggiungete nei pasti, ma soprattutto a non esagerare con alimenti che di sale ne contengono a iosa, come cibi conservati, salumi e formaggi stagionati. Anche il consumo di zuccheri, come già detto, va ridotto, poiché porta all’eccessiva formazione del tessuto adiposo, che poi si intrappola principalmente in cosce e glutei, ossia le zone in cui si forma la cellulite. Cercate, quindi, di fare a meno di dolci e di alimenti e bevande troppo zuccherine.
Gli alimenti da preferire, invece, sono quelli freschi e naturali, pieni di vitamine e sali minerali contenenti fibra, vitamina C, E ed anche Potassio. Prediligete quindi cibi ricchi di acqua e depurativi.
Frutta e verdura, come sempre, sono alimenti molto utili per chi ha sia l’obiettivo di mangiare sano che di ridurre l’inestetismo della cellulite. Tra quelle consigliate troviamo sedano, asparagi, tutte le verdure a foglia verde, pomodori, lattuga e zucchine. Per la frutta abbiamo arance, prugne, albicocche, kiwi e fragole, tutti ideali per combattere la cellulite, anche sottoforma di succhi senza zucchero. Alimenti ricchi di potassio, che aiuta ad eliminare il sodio dall’organismo, come piselli, lenticchie, patate e cipolla, faciliteranno anche l’eliminazione dei liquidi e facilitano un buon funzionamento dell’intestino. Anche le fibre sono molto importanti, specialmente quelle insolubili, poiché anch’esse favoriscono l’attività intestinale e accelerano la digestione. Gli alimenti integrali sono un’ottima fonte di fibre, in più, per un maggior apporto, integrate nella vostra dieta carciofi, finocchi e cicoria.

Dieta anticellulite: l’importanza del mantenersi idratati
E’ di uguale importanza, oltre a portare in tavola alimenti ricchi di acqua, assumerne molta durante il corso della giornata. L’acqua è un alleato di salute straordinario, e uno dei falsi miti che girano spesso sulle pagine internet per contrastare la cellulite, è proprio quello che bisognerebbe bere poca acqua, quando in realtà è il contrario, poiché logica vuole che, già in generale, l’essere umano dovrebbe bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, possibilmente lontano dai pasti, in modo da permettere una buona diuresi e l’eliminazione dall’organismo di sostanze tossiche e di rifiuto. Ponete una particolare attenzione anche nella scelta dell’acqua: quelle oligominerali, oltre al rapido assorbimento gastrico, eliminano i liquidi che peggiorano la ritenzione idrica e depurano le vie urinarie ed epatiche. Se proprio non riuscite a bere tutta quest’acqua, aiutatevi con tisane, infusi o anche acque aromatizzate, ovviamente senza zuccherarle.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602519114-3-triumph.gif

Attività fisica e integratori per la dieta anticellulite
In teoria, una dieta equilibrata che contenga tutti gli alimenti sopraelencati, dovrebbe essere in grado di fornirvi tutti i nutrienti di cui il vostro corpo necessita ma, in caso contrario, potreste assumere integratori di potassio o di integratori antiossidanti. L’attività fisica, invece, è ahimè necessaria. Oggigiorno non c’è nemmeno il bisogno imperativo di doversi recare in palestra per fare esercizio, esistono infatti migliaia di tutorial su internet che facilitano e promuovono un esercizio “casalingo”. Anche una lunga passeggiata di 30 minuti può essere utile, basta muoversi.

Creme anticellulite e liposuzione
Soluzioni da associare ad una sana dieta e uno stile di vita regolare sono molteplici, vediamone qualcuna insieme.
Per quanto riguarda le creme anticellulite, la realtà dei fatti è che, non riuscendo a penetrare affondo, aiutano a migliorare la pelle rendendola più liscia e tonica, ma purtroppo non hanno un effetto risolutivo, ma al massimo attenuante.
E invece, per la liposuzione? Cominciamo col dire che è la tecnica più invasiva di tutte, poiché d’altronde stiamo parlando sempre di un intervento chirurgico che ha l’obiettivo di asportare il grasso in eccesso. Inoltre, la liposuzione non serve per dimagrire, ma solo per rimodellare il corpo; agisce sulle adiposità localizzate, ma non ci sono evidenze scientifiche a favore del fatto che migliori inestetismi della pelle come la cellulite.
Un’alternativa meno invasiva sono gli ultrasuoni: si tratta di onde sonore ad alta frequenza che vengono prodotte, per l’appunto, da una macchina ad ultrasuoni. Queste onde, raggiungono in profondità la zona “problematica”, in modo da scaldarla e riuscire a stimolare un maggiore invio di sangue, permettendo il deflusso dei liquidi linfatici.


© Riproduzione riservata