Benessere Alopecia

Come combattere la caduta dei capelli in autunno

Tempo di castagne, tempo di stempiatura

Come combattere la caduta dei capelli in autunno

Il cambio di stagione o i momenti particolarmente impegnativi della nostra vita possono mettere sotto stress il nostro fisico. La caduta di capelli, stagionale e non, è un campanello d’allarme. Ecco qualche consiglio e qualche rimedio naturale per riportare i capelli alla loro normale crescita e al loro splendore.

Può succedere a tutti, soprattutto in particolari periodi di stress o cattiva alimentazione, di notare un’anomala caduta di capelli: in genere si tratta di un evento transitorio causato anche da cambi di stagione o trattamenti cosmetici aggressivi. Altre cause della caduta dei capelli, per le donne, possono essere gli squilibri e i cambiamenti ormonali, i fattori generici, carenze di zinco o di vitamina A, disturbi alimentari come l'anoressia e la bulimia.

Quali sono i rimedi (e le cause) per prevenirla con efficacia?
La caduta di capelli giornaliera non è un fatto anomalo: in media ognuno dovrebbe perderne infatti circa 100 al dì, senza preoccuparsi di nulla poiché è tutto normale. Ma se la quantità di capelli persi inizia ad aumentare considerevolmente? Un fattore esterno o uno scompenso dell'organismo potrebbe essere il motivo. Volete correre ai ripari? Scopriamo le principali cause e soprattutto i rimedi naturali della caduta dei capelli.

Caduta dei capelli: le cause della perdita dei capelli
La perdita di capelli è normale. Essendo organismi vivi, quando esauriscono il loro ciclo vitale cadono per essere sostituiti dai nuovi. Durante i cambi di stagione è più facile che si verifichi un aumento della caduta dei capelli. Quando però questa perdita diventa importante, con capelli che cadono quando ci pettiniamo, sotto la doccia o mentre dormiamo, non è più normale. Significa che c'è qualcosa che non va e che dev’essere corretto per ripristinare l'omeostasi personale. In genere oltre a perdere un numero consistente di capelli durante il giorno, questi appaiono anche spenti e opachi e si nota un diradamento sulla cute. Situazione che non è da confondere con l’alopecia androgenetica, una condizione patologica che porta a perdita graduale e definitiva dei capelli a chiazze.

Non ci sono ricette miracolistiche, tantomeno vi conviene scommettere su costosi e inutili prodotti industriali che promettono di fermare la caduta dei capelli. Però ci sono risultati straordinari che si possono ottenere, anche in termini di prevenzione, e senza sprecare soldi inutilmente, attraverso alcuni rimedi naturali:
Il cibo giusto a tavola.
Lozioni fai-da-te, molto semplici.
Oli, sempre naturali, efficacissimi.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602669922-3-toys-in.jpg

I rimedi naturali per combattere la caduta dei capelli
Innanzitutto, è bene sapere che la caduta dei capelli si combatte anche a tavola attraverso l’alimentazione.

Il capello infatti, per mantenersi sano e forte, necessità di vitamine H e del gruppo B. Largo spazio quindi a cereali, tuorlo d'uovo, riso integrale e frutta fresca. Sì anche al tè verde ricco di polifenoli in grado di svolgere azione antiossidante. Aumentate inoltre il consumo di legumi ricchi di proteine, vitamine del gruppo B e ferro, in grado di rinforzare i capelli e prevenire la caduta e alimenti ricchi di vitamina E come ad esempio prezzemolo, carote, spinaci e altre verdure a foglia verde e pomodori.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1603719568-3-triumph.gif

Sette rimedi naturali che ci aiutano a fermare la caduta dei capelli e a prendercene cura
Si tratta di rimedi naturali da assumere sia per uso interno che esterno, in modo da avere un risultato ancora più efficace e duraturo.
1. Olio essenziale di limone o di cedro atlantico
Sia il limone che il cedro atlantico sono ottimi per fermare la caduta dei capelli. Puoi usarli per un massaggio sulla cute la sera prima di andare a dormire o un'ora prima di fare lo shampoo. Entrambi aiutano a riattivare la circolazione, favoriscono la ricrescita e rafforzano la cute. Mescola 5 gocce di olio essenziale di limone o di cedro atlantico in qualche goccia di olio di jojoba e massaggia delicatamente.

2. Amla: L’estratto in polvere della pianta di Phyllanthus emblica – l’uva spina indiana – è usata da sempre dalle donne indiane. Infatti, l’Amla è comunemente usato per preparare maschere da applicare sui capelli per rinforzarli e prevenire la caduta.Ricco di vitamina C, è molto nutriente e aiuta a mantenere il cuoio capelluto in salute. Dato che è leggermente colorante, ravviva e accentua anche i riflessi dei capelli.

3. Equiseto: L'estratto di questa pianta, molto comune in Italia, è fra le più ricche di Sali minerali, soprattutto di silicio. I Sali minerali agiscono sul tessuto osseo con effetto benefico su ossa, denti, unghie e capelli. Nutrono in profondità questi tessuti e li rinforzano. Nei capelli l’equiseto ne previene e ne rallenta la caduta e aiuta, invece, la loro crescita.
Puoi usarlo sia per bocca, in pastiglie o polvere, oppure per un impacco locale. In questo caso sciogli 2-3 cucchiai di polvere di equiseto in 250 ml di acqua bollente. Lascia riposare e raffreddare per un'ora, poi filtra. Con il liquido ottenuto fai l'ultimo risciacquo dei capelli sotto la doccia.

4. Olio di cocco: Si tratta di un olio ricco di antiossidanti e vitamine (soprattutto la E), con proprietà emollienti e nutritive. Per questo motivo è amico dei nostri capelli. L'olio di cocco è ottenuto dalla spremitura della polpa essiccata del cocco. Nei mesi più freddi si presenta solido, mentre in estate tende ad assumere la consistenza di un olio. Buono da mangiare, lo puoi usare per fare degli impacchi che andranno a nutrire i capelli. Fanne sciogliere un quantitativo indicato per la lunghezza dei capelli, diluisci con qualche goccia di acqua e spalmalo su cuoio capelluto e capelli. Va tenuto in posa per un paio di ore. Indossa una cuffia in modo che non sgoccioli. Poi lava i capelli come di consueto. Se avverti che i capelli sono grassi, puoi ripetere lo shampoo fino a che non senti che l'effetto oleoso è sparito.

5. Henné: Altro estratto usato da sempre dalle donne orientali per tingere i capelli. L’henné, ricavato dalle foglie essiccate di Lawsonia inermis, ha anche il pregio di fortificare i capelli. Puoi preparare un impacco con henné e acqua fino a formare un impasto denso. Applicalo direttamente su cute e capelli. L'impacco può essere fatto 3-4 volte al mese. Questo riesce a riequilibrare la cute, dona un effetto volumizzante e lucidante. I capelli vengono nutriti e diventano più forti. Se usato con costanza diventa un ottimo e nutriente balsamo naturale.

6. Magnesio marino: Il magnesio è uno dei minerali più importanti per la nostra salute. È, infatti, il quarto minerale più presente nelle nostre cellule, dopo calcio, fosforo e potassio. Oltre a essere fondamentale per il benessere delle nostre ossa, il magnesio aiuta a bloccare i fattori infiammatori dei follicoli piliferi. Questi sono causati da una deposito eccessivo di calcio, che, a loro volta, possono essere causa della perdita dei capelli. Infatti dobbiamo sempre fare attenzione che la quantità di calcio che assumiamo sia pari a quella del magnesio. Se assumiamo tanto calcio ma poco magnesio, rischiamo di causare un aumento di depositi di questo minerale nei follicoli, che si infiammano. L'effetto collaterale di questo eccesso di deposito è la calvizie. Il magnesio aiuta ad eliminare proprio il deposito in eccesso di calcio dai follicoli. Così il capello può tornare al suo splendore

7. Zinco: Si tratta di un altro minerale molto importante per il nostro organismo, la cui carenza può causare problemi gravi.
Uno dei segnali che abbiamo una carenza di zinco è proprio la perdita di capelli. Quando le scorte di zinco nel nostro organismo vengono meno, i capelli si indeboliscono, diventano fragili e si rompono. Se la carenza di zinco è associata a ipotiroidismo, è facile che si verifichino anche alopecia e diradamento. L'assunzione di zinco (si trova in natura nei crostacei, legumi e alcuni cereali come l'orzo) facilita la sintesi della cheratina, una proteina che rigenera i tessuti. Come risultato i capelli saranno più forti, vigorosi e folti.


© Riproduzione riservata