Benessere Pelle a buccia d'arancia

Come eliminare la cellulite con la dieta drenante

Come eliminare la cellulite seguendo lo schema della dieta drenante in sette giorni

Come eliminare la cellulite con la dieta drenante

Contrariamente a quanto si possa pensare, la cellulite non è strettamente legata al peso, per questo con uno stile alimentare sano può migliorare molto. Ecco quali cibi mangiare per drenare i liquidi e sostenere il buon funzionamento del microcircolo nello schema dei sette giorni che vi illustriamo.
Un'alimentazione sana sconfigge la cellulite? In passato si sosteneva che la cellulite dipendesse dall’accumulo di tossine; oggi invece si sa che altro non è che grasso che si accumula e aumenta di volume in zone specifiche e circoscritte, quindi è fondamentale capire quali cibi portare in tavola seguendo una sana ed equilibrata alimentazione.

Perché si forma la cellulite?
Per un cattivo funzionamento del microcircolo che porta ritenzione idrica e aumento di volume del pannicolo adiposo, la riserva di energia sottocutanea, da cui poi dipende la corrette diffusione dei trigliceridi nei tessuti. Quando c’è un malfunzionamento del microcircolo, infatti, non si riesce più a eliminare in modo naturale il grasso sottocutaneo, questo provoca l'aumento di volume delle cellule adipose che a sua volta determina la costrizione dei vasi capillari e il deposito i liquidi tra gli spazi interstiziali.

Cellulite e ritenzione idrica
Le cellule adipose che danno il via alla cellulite attraggono l'acqua: ecco perché la cellulite quasi sempre si associa alla ritenzione idrica. Quindi la gravità della cellulite quasi sempre dipende da tre fattori: dalla quantità di grasso, dalla quantità di liquidi ma anche da quanto spesse siano le fibre di collagene che rendono queste cellule compatte e collegate tra di loro.

Quali alimenti portare a tavola per eliminare la cellulite?
Seguire una dieta ipocalorica con uno schema settimanale drenante, portando in tavola cibi come cereali integrali, verdura, frutta, e povera di sale, zuccheri, e grassi saturi che creano infiammazione nel corpo sicuramente è un buon inizio. La ritenzione dei liquidi e il cattivo microcircolo non sono unicamente legati alla perdita di peso, eliminando, però, i cibi che favoriscono il ristagno di liquidi e tossine, come dolci, fritti e condimenti, si tiene sotto controllo anche l’inestetismo.
La cellulite è un inestetismo che dipende da molti fattori tra cui quelli genetici e ormonali, ma seguendo una alimentazione sana ovvero limitando gli zuccheri e i grassi saturi, mangiando grassi buoni, proteine e limitando amidi e latticini, si può fare del proprio meglio per attenuare il disturbo. La cellulite, che in termini medici è chiamata Pefs: pannicolopatia edemato fibro sclerotica, è un inestetismo (nei casi più gravi di cellulite sclerotica è una vera e propria patologia dei tessuti) che si manifesta con la classica pelle a buccia d'arancia.

Dieta drenante anticellulite: schema settimanale
Che cosa mangiare nella dieta drenante per eliminare la cellulite? Scopriamo lo schema settimanale da seguire per una sana alimentazione.
1.Giorno
Colazione: 125g di yogurt magro arricchito da 1 mela tritata e 1 manciata di semi di lino. 200 ml di
succo di mirtilli senza zucchero.
Pranzo: Insalata di rucola con 5-6 pomodori secchi, 25 g di parmigiano, 100g di pollo, 2 fette di pane di lino (lo trovi nei più forniti negozi di alimenti biologici), accompagnato da un po’ di hummus a basso contenuto di grassi. L’hummus di ceci puoi anche farlo a casa, trovi tante ricette sul web.
Cena: 100g di salmone alla griglia servito con asparagi (illimitati) e 3 o 4 patate.
Spuntini: 1 manciata di arachidi, 1 arancia e 125 g di formaggio a basso contenuto di grassi.
2. Giorno
Colazione: 1 uovo bollito servito con 2 fette di pane tostato ai semi di lino e una sottile spalmata di burro a basso contenuto di grassi. 200ml di succo di mirtilli.
Pranzo: 100g di hummus accompagnato da verdure crude (carote, peperoni rossi, sedano) illimitate e broccolo.
Cena: 100g di petto di pollo alla griglia con cavolo rosso e piselli e 50 g di couscous.
Spuntini: 125g di yogurt a basso contenuto di grassi, 2 bastoncini di sedano accompagnati da hummus o un frutto tra quelli elencati alla fine dell’articolo.
3. Giorno
Colazione: Smoothie composto da 200 ml di latte scremato, 1 banana e 1 manciata di di semi di lino. Macedonia di frutta composta da 1 arancia, 1 pera e una grande fetta di anguria (quando disponibile).
Pranzo: Insalata di patate composta da 4-5 patate novelle, 2 coste di sedano e 1 mela tritata mescolata a un cucchiaio di maionese a basso contenuto di grassi, 50 g di salmone affumicato.
Cena: 125 g di bistecca di manzo accompagnata da verdure illimitate (come zucchine, peperoni rossi e melanzane) arrostite con un po’ di olio d'oliva e rosmarino, 150 g di fagioli.
Spuntini: 125g di yogurt a basso contenuto di grassi o 1 arancia e 1 manciata di noci.
4.Giorno
Colazione: 3 biscotti di avena accompagnati da 1 banana, 2-3 manciate di lamponi o di bacche di goji, 125g di yogurt a basso contenuto di grassi.
Pranzo: Sandwich composto da due fette di pane di lino spalmate con una piccola quantità di maionese light e 75 g di fesa di salumi magri (max. 3% di grassi), cetrioli e pomodori; 200 g di zuppa di lenticchie.
Cena: Frittata composta da due uova, 25 g di formaggio grattugiato, asparagi e 2-3 fette di prosciutto magro tritato, da cuocere in forno. Servire con finocchi o broccoli (illimitati).
Spuntini: 1 arancia, 1 pesca, 125 g di ricotta a basso contenuto di grassi con ananas mescolata con 1 manciata di semi di lino e 1 mela.
5. Giorno
Colazione: Frullato composto da 1 pesca, 1 pera, 2 manciate di lamponi e una spruzzata di succo di mirtilli; 125g di yogurt a basso contenuto di grassi e una manciata di semi di lino.
Pranzo: 150g di patate, accompagnate da un'insalata di cavolo cappuccio crudo e carote con un cucchiaio di olio EVO.
Cena: 125 g di pesce bianco cotto in forno con 2-3 pomodori tritati, 5-6 olive nere a fette e un po ‘di cipolla tritata; cavolfiore illimitato; 50g di formaggio a basso contenuto di grassi.
Spuntini: 2 bastoncini di sedano accompagnati da hummus, 1 manciata di noci, 1 pera o 1 pesca o un altro frutto tra quelli che troverai a fine articolo.
6. Giorno
Colazione: Porridge composto da 40 g di avena, latte scremato, cannella e semi di lino; 200 ml di succo di mirtilli.
Pranzo: 100g di salmone in scatola; insalata con rucola, pere e sedano e un cucchiaio di maionese a basso contenuto di grassi.
Cena: 100g di kebab di pollo e tacchino arricchito da cubetti di ananas, zucchine a fette e pepe rosso. Grigliate e servite con 50 g di riso integrale.
Spuntini: 2 biscotti di avena e 2 manciate di bacche di goji; 125g di yogurt a basso contenuto di grassi o ricotta e 1 arancio.
7.Giorno
Colazione: Smoothie composto da 200 ml di latte scremato, 2-3 manciate di bacche di goji, 1 banana, 1 manciata di semi di lino e 2 biscotti di avena sminuzzati.
Pranzo: 100g di manzo magro arrosto accompagnato da o cavolo cappuccio (crudo a insalata o cotto)
Cena: sandwich composto da 2 fette di pane integrale, mezzo avocado, 50 g di arrosto di pollo a fette e pomodori; 200 g di zuppa di pomodoro.
Spuntini: 1 manciata di frutta secca + 1 arancia, 1 pesca o una fetta di anguria.
Potete ripetere lo schema per due settimane.
Prima di iniziare qualsiasi tipo di dieta vi consigliamo di consultare il vostro medico o nutrizionista di fiducia.


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1605517077-3-bapr-arca.gif