Benessere Fegato grasso

Dieta per fegato ingrossato

La steatosi epatica, più comunemente nota come "fegato grasso", si cura con una dieta sana e corretta che quindi contribuisce a mantenere come tale anche il fegato

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/19-11-2021/dieta-per-fegato-ingrossato-500.jpg Dieta per fegato ingrossato

Il fegato è un organo molto importante che svolge la funzione fondamentale di depurare il nostro organismo dalle sostanze nocive. Il fegato in particolare è in grado di smaltire i residui metabolici, pesticidi, alcol caffeina e farmaci. Questo però può avvenire se seguiamo una dieta sana e corretta che quindi contribuisce a mantenere come tale anche il fegato. Se invece seguiamo una dieta ricca di grassi saturi e alimenti fritti e povera di frutta verdura inevitabilmente il fegato va in sofferenza e prima o poi ci presenterà il conto. In caso invece di sovrappeso e di obesità nel corso degli anni le cellule epatiche possono "riempirsi di grasso". In questo caso si parla di steatosi epatica, più comunemente nota come "fegato grasso". Altre condizioni predisponenti al fegato grasso sono il diabete di tipo 2 e il livello alto dei trigliceridi. Il fegato grasso può presentare come sintomo un certo affaticamento o un leggero malessere alla pancia, per cui per arrivare alla diagnosi occorre una visita da parte del medico e degli esami del sangue.

Alimenti per la salute del fegato
Vi sono degli alimenti che promuovono il lavoro di disintossicazione svolto dal fegato.
 Aglio e cipolle. Contengono composti a base di zolfo che facilitano al fegato il compito di sbarazzarsi delle sostanze nocive rendendole più facilmente eliminabili con le urine.

Bere la mattina un bicchiere una spremuta di limone in un bicchiere di acqua calda oltre a depurare il fegato stomaco e intestino e a favorire la peristalsi, stimola la produzione della bile, favorendo in tal modo il processo digestivo.

Verdure crucifere quindi via libera a broccoli, cavolfiore, cavoli, cavoletti di Bruxelles che oltre a favorire la disintossicazione del fegato, sono in grado di neutralizzare le tossine, quali le nitrosammine che si trovano ad esempio nel fumo di sigaretta e l'aflatossina che invece è presente nelle arachidi.

Carciofi e spinaci aumentano la produzione della bile che facilita l'eliminazione di tossine e microrganismi pericolosi attraverso l'intestino. Analoga funzione ha l'insalata verde dal sapore amaro quali indivia cicoria lattuga.

https://immagini.ragusanews.com//immagini_banner/1659690701-3-ford.jpg

La frutta, in particolare le mele contengono la pectina che si lega ai metalli pesanti e ne agevola l'eliminazione. La frutta antiossidante quindi mirtilli more arance lamponi fragole, le prugne pompelmi pere sono utili alla salute del fegato perchè proteggono quest'organo dai radicali liberi.

Le uova aiutano il fegato ad eliminare le tossine grazie alla presenza di aminoacidi solforati.
Anche gli alimenti ricchi di glutatione sono importanti perché il glutatione si lega ai metalli pesanti favorendone l'eliminazione. Ne sono ricchi la papaya e l'avocado frutti esotici da qualche anno sempre più presenti sulle nostre tavole, l'anguria, gli asparagi e i broccoli.

https://immagini.ragusanews.com//immagini_banner/1659690701-3-ford.jpg

Il pesce, in particolare salmone, merluzzo sgombro sardine, è ricco di omega-3 e quindi aiuta il fegato nel metabolismo dei lipidi.

Interferiscono invece con la funzione epatica e quindi andrà ridotto il consumo dei grassi saturi che si trovano negli insaccati e nei formaggi grassi, le fritture e gli zuccheri semplici quindi bibite zuccherate, dolci caramelle e torte. Andrà in particolare limitato se non eliminato il consumo di alcol, che può innescare danni importanti a questo organo così prezioso per la nostra salute.


© Riproduzione riservata