Economia Pnrr

Nuove piste ciclabili a Ragusa, Vittoria, Modica e Pozzallo

Un po’ poco per il territorio ibleo, sugli 8 miliardi e mezzo stanziati per la Sicilia

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/08-02-2022/nuove-piste-ciclabili-a-ragusa-vittoria-modica-e-pozzallo-500.jpg Pochino per il territorio ibleo, sugli 8 miliardi e mezzo stanziati per la Sicilia

 Ragusa – La provincia di Ragusa è poco più di un’ombra nel grande pacchetto del Piano nazionale di ripresa e resilienza per la Sicilia, arrivato a 8,6 miliardi di euro: 337 milioni per gli asili nido, 374 per interventi di manutenzione nelle scuole già esistenti, 81 per estendere il tempo pieno, 38 per l'insegnamento dello sport. E poi 239 milioni per dighe e potabilizzatori, 75 per i depuratori, 52 per i tribunali. Una montagna di soldi e progetti, che vedremo quale fine farà nei prossimi anni. La sensazione però è che il territorio ibleo, ancora una volta, accatti le briciole.

Degli esigui stanziamenti per gli ospedali avevamo già detto su Ragusanews, così come della totale assenza di finanziamenti per le ferrovie, fagocitati all’alta velocità Palermo-Catania-Messina e i collegamenti in genere. Sul fronte trasporti, la Circumetnea divora tutto: 432 milioni per le tratte da Belpasso a Misterbianco e da qui a Paternò, incluso il deposito di Ardizzone; più 82 per rimuovere passaggi a livello e rendere sicura la rete. Altri 700 sono destinati all’allungamento della linea "dei Templi" fino all'aeroporto di Trapani e al molo di Augusta; e al rinnovamento di una decina di stazioni tra cui Siracusa e Acireale.

Capitolo porti, ci sono quasi 400 milioni per un’altra decina di scali tra cui Gela, Siracusa, Augusta e Porto Empedocle. Il budget più corposo dei finanziamenti concessi finora va alla transizione ecologica: 504 milioni per portare il tram di Palermo dallo stadio allo Zen, Mondello e Sferracavallo. Ma sul piatto ci sono anche 21 milioni per un itinerario turistico ciclabile che da Pozzallo porti a Lagonegro, in Basilicata; e altri 16 per le piste ciclabili urbane in tutti capoluoghi più Vittoria, Modica, Gela, Mazara e Marsala.

Un miliardo e mezzo di euro servirà inoltre per applicare la voce "dignità" dell'agenda Mattarella, che si traduce in 261 progetti finanziati per 417 milioni per recuperare le zone più difficili dell’Isola: si parla di Gazzi, Librino, del rione Cappuccinelli di Trapani; delle case popolari nelle solite tre macro aree metropolitane e di riqualificazione delle aree interne di Calatino, Madonie, Nebrodi, Simeto e Terre Sicane. Chiudono l'elenco 33 milioni per la Manifattura tabacchi di Palermo, 27 per la Colombaia di Trapani, i 41 per i borghi e 22 per i treni storici. Speriamo che qualcosa arrivi anche nel Ragusano: la fetta di torta, al momento, appare un po’ striminzita.


© Riproduzione riservata