Giudiziaria Palermo

Interrogatorio, Andrea Bonfede non risponde al Gip

L'uomo accusato di essere un uomo d'onore riservato ha scelto il silenzio

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/25-01-2023/interrogatorio-andrea-bonfede-non-risponde-al-gip-500.jpg Interrogatorio, Andrea Bonfede non risponde al Gip

 Palermo - C'era molta attesa nell’aula bunker del carcere Pagliarelli di Palermo per l’interrogatorio di garanzia di Andrea Bonafede, il geometra di Campobello di Mazara in carcere per avere prestato l'identità al boss Matteo Messina Denaro e averne coperto la latitanza. Ma davanti al gip e al pm della Dda Piero Padova, Andrea Bonafede si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Bonafede dunque ha scelto di restare in silenzio durante l'interrogatorio di garanzia, sebbene secondo i pm sarebbe un uomo d’onore riservato, un personaggio al quale il capomafia, arrestato il 16 gennaio dopo 30 anni di latitanza, si sarebbe rivolto per l’acquisito del covo in cui ha abitato e della Giulietta con cui si spostava e per avere i documenti di identità falsi. I magistrati contestano a Bonafede il reato di associazione mafiosa.

«L'ho trovato bene. Aspettiamo la conclusione delle indagini», ha detto l’avvocato Aurelio Passante, il legale di Andrea Bonafede


© Riproduzione riservata