Fitness e salute Ipertensione

I cibi che abbassano la pressione

Sono cibi che aumentano la pressione quelli ricchi di sodio. Eliminate i cibi sapidi, ad alta salinità e con presenza di sodio

La pressione alta aumenta le possibilità di eventi cardio e cerebro-vascolari invalidanti o addirittura mortali: ictus e infarti. 

Fuori dai parametri di normalità (circa 70-80 mmHg di minima su 110-120 mmHg di massima) può infatti compromettere lo stato di salute.

Cibi che abbassano la pressione

L'alimentazione, la composizione corporea, il livello di attività fisica e lo stato emotivo sono le variabili più importanti nella regolazione della pressione sanguigna.

Quali alimenti scegliere
Alimenti che intervengono sulla regolazione della pressione. Esistono dei prodotti alimentari che, seppur in maniera differente tra loro, agiscono direttamente sui meccanismi di regolazione della pressione.

I più famosi sono l'aglio e la cipolla che - grazie alla loro capacità di indurre vasodilatazione - sono oggi considerati parte integrante della terapia alimentare contro l'ipertensione, ma anche merluzzo, salmone, il pesce azzurro (sardine, sgombro, palamita, ecc). 
 

Alimenti diuretici

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1555602965-3-porto-turistico.gif

Il sodio è un fattore predisponente l'ipertensione primaria sodio-sensibile. Aumentando la filtrazione renale si favorisce l'escrezione di acqua, ma anche dei sali minerali. Per chi fa un uso eccessivo di sale da cucina, questo meccanismo è molto utile, in quanto favorisce l'escrezione del sodio. 

Sono diuretici l'acqua, le bevande e i cibi ad alto contenuto d'acqua. Esercitano una spiccata funzione diuretica soprattutto i prodotti che, oltre a essere ricchi d'acqua, contengono fattori nutrizionali che promuovono la filtrazione renale. Si tratta principalmente di cibi di origine vegetale come: ananas, cetriolo, carciofo, cipolla, finocchio, mela e tarassaco.

Il sodio, il nemico della pressione

Il sodio in eccesso è un fattore predisponente l'ipertensione arteriosa primaria sodio-sensibile. Ecco perché il sale da cucina, che contiene un'alta percentuale di sodio, è un cattivo alleato per la salute dell'apparato vascolare.
Sono a basso contenuto di sodio tutti i cibi freschi (con unica eccezione delle cozze e delle vongole) o surgelati; al contrario, ne sono ricchi gli alimenti sottosale, in salamoia e, più in generale, in barattolo (anche sottolio e sottaceto).

Il tonno deve essere fresco o congelato, invece che in scatola. Meglio lo yogurt, ricotte e formaggi molli invece di quelli stagionati. Evitare i salumi.

Alimenti ad alto contenuto di potassio, magnesio e calcio favoriscono l'escrezione renale del sodio a vantaggio della pressione.

In particolare, l'aumento del potassio è correlato a una modulazione positiva dell'equilibrio pressorio arterioso, tanto da renderlo un vero e proprio rimedio contro l'ipertensione. 

Gli alimenti più ricchi di magnesio e potassio sono: ortaggi e frutti freschi (pomodori, melanzane, cetrioli, anguria, zucchine, zucca, lattuga, radicchio, melone, pesche, albicocche ecc), leguminose (fagioli, ceci, lenticchie, fave ecc), cereali integrali (frumento, farro, orzo, ecc). 

Viva il decaffeinato e la Coca senza caffeina

Gli stimolanti esercitano un effetto controproducente sulla pressione arteriosa, è consigliabile scegliere caffè decaffeinato, tè deteinato, Coca Cola senza caffeina.