Benessere Dimagrire

Dieta ipocalorica per perdere peso in salute

Consumare il grasso in eccesso per dimagrire

Dimagrire dimagrire dimagrire: è questo il leit motiv di ogni dieta dimagrante e non potrebbe essere altrimenti. Di diete di questo tipo ne esistono a bizzeffe, però va sottolineato che se si vuole realmente seguire un percorso dietetico che porti a risultati duraturi, allora è necessario dimagrire senza eliminare i nutrienti necessari ad ogni individuo per perdere peso in salute. In questo senso la dieta ipocalorica più equilibrata si basa sulla dieta mediterranea. Con la dieta mediterranea in media si prevedono 1000-1200 calorie, per cui è importante non scendere al di sotto di questi livelli. La dieta alimentare può intendersi come un vero e proprio stile di vita che prevede il consumo di cereali, ortaggi, frutta e legumi che ci forniscono sali minerali, fibre e vitamine.

Dieta ipocalorica: caratteristiche
Esistono una miriade di diete ipocaloriche rapide che fanno perdere peso velocemente, ma che spesso sono sbilanciate perchè prevedono troppi alimenti iperproteici e l'eliminazione di nutrienti la cui mancanza può comportare delle carenze nutrizionali. In questa tipologia vi rientrano ad esempio le diete monoalimento, che quindi si basano sull'essere incentrate su una sola categoria di alimenti e quelle depurative e disintossicanti che prevedono passate di verdure, tisane e infusi anche per settimane. In questi casi quindi la perdita di peso non deriva dalla perdita del grassi in eccesso, bensì dal fatto che l'organismo non potendo attingere l'energia da proteine e grassi, inizia a consumare se stesso in una sorta di processo auto-distruttivo. Inoltre l'organismo rallenta il metabolismo, per cui una volta terminata la dieta ipocalorica, anche ricominciando a mangiare in maniera normale, faremo più fatica a bruciare le calorie introdotte con gli alimenti.

Dieta ipocalorica: caratteristiche
Il principio base della dieta ipocalorica consiste nel fornire all'organismo meno energie rispetto a quello che spende quotidianamente, In tal modo è possibile consumare il grasso in eccesso e quindi dimagrire. Fondamentalmente la dieta ipocalorica è un regime dietetico che ci fornisce meno calorie di quelle di cui abbiamo bisogno per raggiungere l'obiettivo di dimagrire. Le calorie infatti ci devono sempre fornire un apporto equilibrato di nutrienti per far sì che l'organismo attinga l'energia non dalla massa magra e quindi dai muscoli, ma dalle riserve di massa grassa. In questo senso una dieta ipocalorica corretta prevede il consumo di frutta e verdura che sono ricche di vitamine, di sali minerali e fibre e l'utilizzo dell'olio extra vergine di oliva come condimento. Eliminando circa 400-600 calorie al giorno è possibile perdere circa 1-2 chili a settimana. Pertanto quando si intraprende una dieta ipocalorica è fondamentale farsi seguire da un nutrizionista, che stabilirà il vostro fabbisogno calorico quotidiano, basandosi sul metabolismo basale, ovvero il quantitativo calorico necessario perchè l'organismo possa rispondere alle sue funzioni vitali in condizioni di riposo, tenendo conto di parametri quali lo stile di vita e le caratteristiche fisiche. Una dieta ipocalorica che ricalca la dieta mediterranea, privilegerà in particolare alimenti quali frutta, verdura, pane e pasta preferibilmente integrali, carne, pesce latte e formaggi, uova e legumi. Andranno eliminati o ridotti fortemente invece gli zuccheri, anche quelli contenuti nelle merendine confezionate, dolci elaborati grassi, patatine fritte e alcolici.

Dieta ipocalorica: esempio menù di una giornata tipo
Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato accompagnato da un caffè e due fette biscottate, in alternativa 20 grammi di cereale oppure 20 grammi di biscotti.
Spuntino: uno yogurt magro, va bene un vasetto da 125 grammi, un tè con due fette biscottate e un frutto di stagione a scelta. Per chi ama sapori meno delicati, vanno bene anche dei pomodorini tagliati a fette con 40 grammi di pane integrale.
Pranzo: pasta integrale (80 grammi) accompagnata a scelta da verdure cotte (200 grammi) o crude (10 grammi)
Cena: un secondo a base di carne o di pesce, ad esempio 150 grammi di carne bianca (pollo o tacchino) accompagnata da verdure cotte o crude, oppure un piatto di pesce magro (20 grammi). Come condimento utilizzate l'olio extra vergine di oliva.
Per ottenere risultati non dimenticate di associare alla dieta mediterranea anche una attività fisica di almeno 30 minuti al giorno.