Benessere Prevenzione del contagio

10 regole per proteggersi dal Coronavirus

Come prevenire il Coronavirus

Esiste un trattamento per il Coronavirus?

Il Ministero delle Salute, afferma ad oggi che ancora non esiste un trattamento specifico per la malattia causata da un nuovo coronavirus. Il trattamento deve essere basato sui sintomi del paziente. La terapia di supporto può essere molto efficace. Terapie specifiche sono in fase di studio. Quindi con il rispetto delle regole di comportamento per l'emergenza, il modo migliore per proteggersi dal coronavirus oltre che rimanere a casa il più possibile e ridurre il contatto tra persona e persona è rafforzare le proprie difese immunitarie. ll modo più efficace che abbiamo per difenderci dal coronavirus, assieme al rispetto delle norme comportamentali, è quello di rafforzare le difese immunitarie del nostro organismo, che si fonda essenzialmente su 10 capisaldi.

Ce li spiega e riassume l'esperto Fabio Perricone:

Come rafforzare le nostre difese immunitarie: le regole da seguire

1. Dieta appropriata

La consuetudine di consumare frutta, verdura, cereali integrali e yogurt, associata magari all'assunzione di prebiotici e probiotici (fermenti lattici vivi), e la buona abitudine di limitare l'assunzione di cibi ricchi di grassi saturi, sono alla base di un regime alimentare corretto nonché atto a rinvigorire il sistema immunitario. I principali micronutrienti (vitamine e minerali) che sostengono il normale funzionamento del sistema immunitario e le difese naturali in generale sono: vitamina D, vitamina C, zinco, selenio e magnesio. Numerosi studi clinici hanno inoltre mostrato che alcuni principi attivi contenuti negli estratti di piante come la curcuma e l’echinacea possono modulare o stimolare le difese immunitarie.

La vitamina C è ben nota per il suo effetto antiossidante e immunomodulante perché contribuisce al funzionamento del sistema immunitario, in particolare mantenendo l’integrità delle mucose (come quelle del tratto gastrointestinale e respiratorio), fondamentali per proteggerci dall’aggressione da parte di agenti esterni. Inoltre promuove la sintesi di anticorpi ed è coinvolta nelle reazioni immunitarie. L’apporto di vitamina C andrebbe frazionato nel corso della giornata per ottimizzare l’assorbimento e il metabolismo. Si trova in agrumi, kiwi, rucola, cavolfiori, broccoli e spinaci .

La vitamina D è prodotta per due terzi dall’esposizione alla luce del sole e solo per un terzo dall’alimentazione. La vitamina D non serve solo a fissare il calcio nelle ossa, una funzione che pure è fondamentale per prevenire il rachitismo nei bambini e l'osteoporosi negli anziani. Nella sua forma attivata, la vitamina agisce in realtà come un ormone che regola vari organi e sistemi e ha un’azione modulante nei confronti dell’infiammazione e del sistema immunitario. Si trova nel salmone o aringa, nel tuorlo delle uova e, in piccola parte, nella frutta secca.

Magnesio, zinco e selenio sono fondamentali nella risposta immunitaria. Sono ricchi di zinco il pesce, la carne, i cereali integrali, i legumi, la frutta secca ed i semi. Ma lo troviamo anche nel lievito, nel latte, nel rosso d’uovo. Il magnesio è presente nelle acque minerali, in cereali integrali, legumi, frutta secca, semi oleosi e cacao. Sono infine fonte di selenio i pesci grassi, i cereali integrali, l’uovo, i semi di girasole.

2. Integratori di supporto Per rafforzare le difese immunitarie sono di aiuto nutrienti come quelli dell’Echinacea, i cui estratti sono utili per favorire le naturali difese immunitarie dell’organismo: agisce aumentando la capacità dei globuli bianchi di distruggere batteri e virus. È un ottimo antivirale. La Curcuma è presente sia come alimento che come integratore, impiegata nella medicina ayurvedica come depurativo generale, digestivo, antinfiammatorio, contro l’artrite e disturbi epatici, contiene vitamina C e ha elevate proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. La sua attività è immunostimolante. Gli integratori alimentari possono aiutare le persone che consumano poca frutta e verdura, tale integrazione può essere praticata quotidianamente, nel caso in cui l'assunzione di vitamine e minerali essenziali attraverso la dieta non sia o se il fabbisogno è aumentato a causa di alcuni fattori come lo stress, l'età, l'elevato carico fisico, l'eccessivo consumo di nicotina e alcool o malattie croniche.

3. Corretta idratazione

Bere almeno 2 litri al giorno di liquidi è importante per mantenere le naturali barriere protettive del corpo. Fondamentalmente acqua, ma si può variare con tisane non zuccherate o succhi di frutta diluiti.

4. Arieggiare regolarmente gli ambienti chiusi

Per evitare che le mucose del naso e della gola si secchino a causa della bassa umidità nei locali chiusi è necessario ventilare regolarmente o almeno tre volte al giorno per dieci minuti.

5. Attività fisica

Lo sport aiuta a potenziare il sistema immunitario, purché praticato in modo intelligente, equilibrato e senza eccessi e naturalmente, in questo momento, all’aperto. In merito agli effetti benefici dello sport sulle difese immunitarie, interessanti studi scientifici hanno dimostrato che l'esercizio fisico regolare migliora la funzione dei neutrofili, ossia una delle componenti cellulari costituenti i globuli bianchi.

6. Mantenimento nella norma del peso corporeo

Questo aspetto è strettamente connesso a un regime alimentare equilibrato e a un esercizio fisico costante.

7. Limitare le bevande alcoliche

L'abuso di alcol nuoce gravemente alla salute e ha un effetto depressivo sul sistema immunitario.

8. Non fumare

Chiunque ha sentito parlare degli innumerevoli danni del fumo di sigaretta. Tra loro rientra anche l'indebolimento delle difese immunitarie. Dunque meglio smettere

9. Dormire a sufficienza

Durante il sonno notturno, il corpo umano rielabora le proteine introdotte con la dieta e se ne serve per combattere i potenziali patogeni. Chi non dorme abbastanza, nel corso della notte, non riesce a utilizzare le proteine per il suddetto scopo, quindi è più vulnerabile alle infezioni.

10. Ridurre lo stress

Lo stress cronico indebolisce il sistema immunitario e aumenta la suscettibilità alle infezioni. Pertanto, soprattutto in situazioni di stress, è necessario fare attenzione a rafforzare il sistema immunitario attraverso esercizi di rilassamento come la meditazione, l'allenamento autogeno. Per ridurre lo stress è importante essere in grado di equilibrare le ore di lavoro e quelle di riposo. Non esiste alcun prodotto che protegga contro l’influenza ne’ tanto meno contro il Coronavirus, ma solo un’alimentazione in grado di farci trovare nelle migliori condizioni di salute per rispondere al meglio, cioè con un sistema immunitario forte. Ma in attesa di sapere quanto a lungo può resistere il nuovo coronavirus fuori dal corpo umano, qualche precauzione è d’obbligo. L’Oms, in un rapporto pubblicato il 21 febbraio, raccomanda, in via precauzionale, di evitare il consumo di alimenti crudi o poco cotti di origine animale – carne, pesce, uova e latte – e di manipolarli con attenzione per evitare la contaminazione crociata con i alimenti già cotti o da consumare crudi.


© Riproduzione riservata