Benessere Chimica del dimagrimento

Dieta: accelerare il metabolismo per dimagrire

Attività aerobica e anaerobica

Concettualmente dimagrire è semplice: utilizzare più calorie di quelle che introduciamo nell'organismo con l'alimentazione. Per ottenere questo risultato dobbiamo andare ad agire sul metabolismo. Ogni qualvolta si parla di dieta è impossibile o quasi non sentirlo nominare perché in effetti si tratta di un fattore molto importante da tenere in considerazione. D'altronde solo agendo sul metabolismo possiamo stabilizzare i risultati ottenuti e quindi non riprendere i chili perduti una volta terminata la dieta (effetto yo yo).

Ma cos'è il metabolismo? consiste in una serie di reazioni chimiche che avvengono all'interno delle cellule di qualsiasi organismo vivente. Il metabolismo basale nello specifico riguarda il consumo energetico di quando siamo a riposo. Comprende tutte le energie necessarie per il compimento dei processi metabolici vitali quali la circolazione sanguigna, la respirazione e anche tutte le attività degli organi. Indica quindi le calorie che consumiamo quando siamo in uno stato di riposo. Questo metabolismo rappresenta il 45%-70% di quello totale.
Secondo gli esperti esistono dei modi per "costringere" il metabolismo a lavorare di più sia sotto il profilo dell'aumento del dispendio calorico quotidiano mediante l'attività fisica e sia bruciando più calorie a riposo. I risultati non saranno immediati rispetto alle diete drastiche, ma i progressi compiuti potranno mantenersi nel tempo.

Migliorare il metabolismo
Attività fisica. E importante sia l'attività aerobica, che quella anaerobica che viene svolta con i pesi. Sollevare pesi è utile perché rinforza la massa muscolare e i muscoli allenati risultano metabolicamente più attivi. Vi potete dedicare a questi esercizi con i pesi almeno due volte a settimana avendo cura di allenare i principali gruppi muscolari. Una serie da 6-12 ripetizioni con un peso non eccessivo e un intervallo di 1 o 2 minuti tra una serie e l’altra sono più che sufficienti. E' importante allenarsi anche se si è a dieta perché la dieta comporta non solo la perdita di grassi ma anche una parte di tessuto muscolare. Riguardo all'attività anaerobica basta davvero poco: è sufficiente camminare oppure utilizzare la bici al posto dell'auto, fare le scale invece di prendere l'ascensore. Ad esempio se siete in pausa pranzo potete approfittarne per andare a fare una passeggiata nel parco più vicino. Naturalmente in questo periodo causa emergenza coronavirus dobbiamo rispettare alcune limitazioni, quindi ci si può attrezzare in casa. Potete completare questa attività fisica affiancandovi quelle più rilassanti quali pilates, yoga e ginnastica dolce che ci possono aiutare nella gestione dello stress.
Oltre agli esercizi fisici per accelerare il metabolismo, è molto importante anche curare l'alimentazione. Le proteine, tanto più se si pratica un'attività fisica, sono fondamentali perché aiutano ad aumentare la massa muscolare. Scegliamo le proteine che derivano dalla carne bianca (pollame, tacchino) uova, latticini e pesce che contengono anche gli acidi grassi omega-3. Quindi via libera a noci, a mandorle, pistacchio, sogliole, sgombro, alici e salmone. Gli alimenti che contengono omega-3 sono importanti per il metabolismo anche perché migliorano l'attività degli ormoni tiroidei nella sintesi dei grassi.
Un modo molto semplice per mantenere e stimolare il metabolismo è di bere molto. Gli esperti raccomandano di bere un litro e mezzo di acqua al giorno. Se non si è idratati a sufficienza, organi fondamentali per la nostra salute, quali il fegato, tendono a lavorare con minore efficienza. Per valutare se si è idratati a sufficienza basta osservare il colore delle proprie urine: se è giallo chiara va bene.
Utilizzare le spezie, in particolare il peperoncino al posto del sale, per il condimento dei cibi. Questa spezia, oltre che accelerare il metabolismo, è utile contro la ritenzione idrica e la pressione alta.