Benessere Sudore

Iperidrosi: la dieta da seguire per chi suda troppo

Disidratazione

Iperidrosi: la dieta da seguire per chi suda troppo

Il caldo estivo può favorire l'iperidrosi, ovvero l'eccessiva sudorazione. Diversi i fattori che possono esserne all'origine, in particolare può derivare da una eccessiva attivazione del sistema nervoso simpatico ma anche dallo stress, obesità, disordini ormonali e altri fattori ancora. Il sudore di per se è un processo fisiologico molto importante perché aiuta a liberarci dalle tossine che si accumulano nell'organismo. La sudorazione in effetti è un meccanismo fisiologico che utilizza il nostro organismo per diminuire la temperatura. La produzione di sudore pertanto può definirsi un fenomeno del tutto naturale e fisiologico per abbassare la temperatura interna. Quando la produzione è eccessiva però si può andare incontro alla perdita importante di acqua e sali minerali che sono utili per lo svolgimento di tutte le funzioni dell'organismo.

Sudore e alimentazione
L'alimentazione che seguiamo può avere effetto sulla produzione di sudore. Riguardo alla dieta che può aiutarci a contrastare l'eccessiva sudorazione va detto che va limitato quanto più è possibile il consumo degli affettati, ad esempio prosciutto crudo, salame, ma anche delle carni rosse e dei cibi fritti. Riguardo alle bevande invece vanno evitate quelle gassate oppure molto fredde perché determinano un abbassamento della temperatura dell'organismo che viene ristabilita sudando. Questo perchè fondamentalmente gli alimenti che contengono grandi quantità di sale fanno sì che si attivino le ghiandole sudoripare della pelle per espellere il sodio in eccesso attraverso la pelle. E' risaputo poi che il sale è causa di ritenzione idrica. Anche il consumo delle spezie va limitato. Ad esempio il peperoncino contiene un sostanza, la capsaicina, che è causa di sudorazione eccessiva. Anche il consumo di caffè andrebbe limitato o evitato perché questa bevanda come è noto contiene la caffeina che aumenta le pulsazioni cardiache e favorisce l'attivazione delle ghiandole sudoripare. Discorso analogo per le bevande alcoliche perché l'alcol ha un effetto vasodilatatorio che aumenta il calore del corpo: col sudore il nostro corpo si raffredda per mantenere in equilibrio la temperatura.

L'eccessiva sudorazione comporta anche la perdita di sali minerali quali fosforo, calcio sodio e quindi aumenta il rischio di disidratazione. Questi sali minerali possono essere reintegrati non soltanto con l'acqua ma anche consumando alimenti che li contengono, quali pesce, formaggi, legumi e latte. Il potassio invece lo si trova nella frutta, in particolare nelle banane, albicocche, ma anche cavoli fagioli e piselli, il magnesio invece è facilmente reperibile in alimenti quali cereali integrali, verdure a foglia verde e frutta secca. Le vitamine del gruppo B la cui carenza comporta spossatezza, le troviamo soprattutto nei broccoli, lievito di birra, asparagi, legumi, pesce, cereali che ci aiutano ad assorbire al meglio i nutrienti e ad eliminare le tossine dall'organismo. Pertanto nella stagione estiva possiamo scapricciarci a preparare insalate fresche e leggere a base di pomodori, rucola, cetrioli, ravanelli, mais. L'olio extra vergine di oliva ci aiuta a mantenere attivo il metabolismo e favorisce la digestione. E' un ottimo condimento irrinunciabile d'estate sull'insalata di pomodori e sui piatti a base di pasta. Alimenti quali la verza, aglio, cipolla, e come detto i grassi e i fritti, invece vanno eliminati o comunque limitati al massimo perchè possono rendere particolarmente sgradevole l'odore del nostro sudore.
L'acqua ci aiuta a mantenere l'idratazione perchè più siamo idratati e più la temperatura è in equilibrio. E' preferibile bere l'acqua semplice e non succhi di frutta con zuccheri aggiunti che facilitano l'aumento di peso. L'importante, soprattutto d'estate, è bere anche quando non si ha la percezione della sete. Ciò vale soprattutto per gli anziani che sentono meno la sete e quindi tendono a bere poco, rischiando la disidratazione. Per rimanere in tema di bevande, riguardo al latte è preferibile quello scremato piuttosto che quello intero se si ha una sudorazione eccessiva. Bene anche lo yogurt magro che si può consumare a colazione e a merenda nel pomeriggio come spuntino.
La frutta e la verdura sono indicate perché contengono acqua, sali minerali e vitamine, elementi che si digeriscono facilmente. Le vitamine del gruppo B contenute in questi alimenti aiutano a tenere sotto controllo la sudorazione. Da evitare il burro perché i grassi che contengono aumentano la sudorazione.
In definitiva per limitare l'eccessiva sudorazione è quindi importante seguire una dieta bilanciata che comprenda acqua frutta e verdura e diminuisca gli alimenti calorici e grassi che rendono difficoltosa la digestione favorendo la sudorazione eccessiva.


© Riproduzione riservata