Attualità Trapani

Il traslocatore di Messina Denaro: "Ero in ritardo. La sua voce cambiò"

Il proprietario della ditta che spostò i mobili da un covo all’altro: "Ora ho i brividi. Conservo il suo vocale"

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/24-01-2023/il-traslocatore-di-messina-denaro-ero-in-ritardo-la-sua-voce-cambio-500.jpg Il traslocatore di Messina Denaro: "Ero in ritardo. La sua voce cambiò"

Trapani - Il trasloco di Matteo Messina Denaro, da un covo all'altro. Che fosse il famoso latitante, Gianni Jihed, 33 anni, origini tunisine ma nato a Mazara del Vallo non lo sapeva, nè lo poteva immaginare.

Matteo Messina Denaro la mattina del 24 maggio 2022 chiamò al telefono lui, Gianni, il titolare dell’azienda di traslochi «Casa Nuova», per spostare il suo covo di Campobello di Mazara (località che dista una quindicina di chilometri) da via San Giovanni 260 a vicolo San Vito. La ditta di traslochi è sull’elenco, il boss ha chiamato come un normale cliente. 

«Quella mattina alle 7.10 gli mandai un Whatsapp per avvisarlo che saremmo arrivati con circa 20 minuti di ritardo. Mi inviò allora un messaggio vocale che ancora conservo sul telefonino e a risentirlo oggi mi fa davvero accapponare la pelle. Stavolta la sua voce era molto infastidita, il tono sempre calmo ma completamente diverso. Disse: “L’importante è che non tardate ancora. Vi stiamo aspettando fuori…”». 

«Quando è stato scoperto il covo di vicolo San Vito, uno degli operai dell’altra ditta l’ha riconosciuto in tv e l’ha detto a suo padre che è venuto subito da me. Mi ha detto: ma che hai mandato mio figlio a fare un lavoro per Matteo Messina Denaro? Era giovedì scorso, il 19 gennaio, io allora ho chiamato Mohamed e gli ho detto: guarda la tv, ma la casa del boss è quella dove voi avete portato i mobili? E quando me l’ha confermato, non ho capito più niente. Ho chiamato un mio amico avvocato, Antonio Mariano Consentino, per chiedergli consiglio e lui mi ha portato subito alla polizia che così ha trovato sul mio cellulare anche l’indirizzo del covo di via San Giovanni».


© Riproduzione riservata