Attualità Social

La truffa del messaggio Inps su WhatsApp e Telegram

Il profilo è falso: ecco la nuova truffa sui social

https://www.ragusanews.com/immagini_articoli/29-03-2023/la-truffa-del-messaggio-inps-su-whatsapp-e-telegram-500.jpg La truffa del messaggio Inps su WhatsApp e Telegram


Nuove truffe online. A comunicarlo l'Inps che attraverso una nota ha reso noto che sono in corso tentativi di raggiri sulle piattaforme social WhatsApp e Telegram, dove falsi profili potrebbero spacciarsi per l’Istituto di Previdenza.

Falsi profili dell'Inps notificano messaggi ai cittadini che, ignari dell'inganno, cliccano sui link inviati. Non è la prima volta che l'Inps mette in guardia gli utenti. In altre occasioni falsi profili inviano email che invitano ad aggiornare i propri dati personali o le proprie coordinate bancarie, tramite un link cliccabile, per ricevere l’accredito di pagamenti e rimborsi da parte dell’Istituto. In alcuni casi il link apre una falsa pagina dei servizi Inps.

Come difendersi

L’Ente pubblico ha fatto sapere di non aver attivato profili istituzionali sulle piattaforme di messaggistica istantanea WhatsApp, Telegram, Signal e WeChat, per cui eventuali messaggi nascondono truffe e raggiri. L'Inps, pertanto, invita gli utenti a prestare attenzione a possibili tentativi di truffa da parte di falsi profili dell’Istituto, che potrebbero veicolare messaggi di tipo phishing.

I profili social dell’Inps

https://www.ragusanews.com/immagini_banner/1706632862-3-bruno.png

I profili ufficiali dell’Inps sui social media sono invece quelli presenti su Facebook (come ad esempio quello per i Giovani e quello per la Famiglia), su LinkedIn, su Instagram e su Twitter.


© Riproduzione riservata