Benessere Diete di stagione

Le diete d'autunno per dimagrire

Scegliete la dieta più adatta al vostro stile di vita e al vostro palato

L’autunno il periodo dell’anno che segna un nuovo inizio dopo il relax delle vacanze estive. È il ritorno agli impegni, quelli di lavoro e quelli con noi stessi. È il momento in cui spesso si decide di tornare in forma iscrivendosi in palestra o dedicandosi a un sano regime alimentare. Perché alzi la mano chi nella lista dei buoni propositi non ha inserito anche l’intenzione di togliere qualche chilo nel girovita o sui fianchi.

Abbiamo selezionato per voi le diete più efficaci da fare proprio in autunno. Innanzitutto la dieta della zuppa che è il piatto confort prediletto all’arrivo dei primi freddi, poi la classica dieta ipocalorica che promette dimagrimenti rapidi in un mese (in questo caso 8 chili in 30 giorni), quindi la dieta della mela che è il frutto autunnale per eccellenza e infine la dieta dei superfood, e i superfood autunnali sono funghi e zucca, due alimenti che hanno proprietà benefiche e aiutano a mantenere la linea.

Non vi resta che scegliere la dieta più adatta al vostro stile di vita e al vostro palato.

LA DIETA DELLA ZUPPA
Oltre a esser piacevole all’arrivo dei primi freddi la zuppa è un alimento completo che può essere preparato con tantissimi prodotti sani e di stagione.

Lunedì

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602669922-3-toys-in.jpg

A colazione una tazza di latte scremato con 30 grammi di cereali integrali. A pranzo vellutata di zucchine con 20 grammi di parmigiano e un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva. A cena: seitan alla piastra con cavoli conditi con olio extra vergine d’oliva. Per spuntini e merende frutta o yogurt magro non zuccherato.

Martedì

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602684793-3-crai.gif

A colazione cappuccino di soia senza zucchero. A pranzo un panino integrale con 80 grammi di bresaola e rucola. A cena una zuppa con verdure frullate condita con olio extra vergine d’oliva e un’arancia per frutta. Per spuntini e merende frutta o yogurt magro non zuccherato.

Mercoledì

A colazione una tazza di caffè e una fetta di pane integrale con avocado. A pranzo insalata di verdure miste con 90 grammi di pollo alla piastra. A cena vellutata di zucca condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva, e 30 grammi di crostini di pane integrale. Per spuntini e merende frutta o yogurt magro non zuccherato.

Giovedì

A colazione una tazza di tè verde senza zucchero con due fette biscottate integrali. A pranzo una zuppa di verdure miste con olio extra vergine d’oliva e un uovo sodo. A cena pesce alla griglia con verdure grigliate. Per spuntini e merende frutta o yogurt magro non zuccherato.

Venerdì

A colazione una tazza di latte scremato con 30 grammi di cereali integrali. A pranzo un’insalata di verdure miste con una scatoletta di tonno e 30 grammi di pane integrale. A cena 250 grammi di passato di verdure condite con extra vergine d’oliva. Per spuntini e merende frutta o yogurt magro non zuccherato.

DIETA 8 CHILI IN 30 GIORNI
Questa dieta prevede il consumo di 1300 calorie al giorno e fas perdere fino a 8 chili in un mese. L’unico condimento consentito è l’olio d’oliva, massimo di 2 cucchiaini a pranzo e 2 cucchiaini a cena e solo a crudo. In questa dieta sono previsti solo spuntini a base di frutta.
Lunedì
A colazione 150 gr di macedonia con mele, pere, uva e melograno. A pranzo passato di verdure e sogliola cotta al vapore con contorno di funghi. A cena 70 gr di riso con radicchio rosso e insalata verde.
Martedì
A colazione 200 ml di latte parzialmente scremato con 30 gr di cereali integrali. A pranzo 120 gr di carne di vitello ai ferri con cavolfiore al vapore. A cena 70 gr di pasta con verdure grigliate e di insalata di radicchio.
Mercoledì
A colazione 2 fette biscottate con 2 cucchiaini di marmellata di prugne. Per pranzo 130 gr di petto di pollo o tacchino ai ferri insalata di carote. Per cena insalata di mare con calamari, gamberi, seppie e totani e patate al vapore.
Giovedì
A colazione uno yogurt magro con frutti rossi. A pranzo 180 gr di orata cotta al cartoccio con 250 gr di spinaci  al vapore e 30 gr di pane integrale. Per cene riso con prosciutto cotto e funghi.
Venerdì
A colazione uno yogurt magro con frutti rossi. A pranzo hamburger di manzo ai ferri, e bietole cotte al vapore. Per cena 70 gr di pasta integrale con 2 cucchiai di ricotta e verdure grigliate.


DIETA DELLA MELA

La dieta della mela è la classica dieta lampo dell’autunno perché questo frutto è tipico della stagione. Poco calorico e molto nutriente costituisce la base ideale per una dieta ipocalorica equilibrata. Promette di far perdere fino a 6 chili in 5 giorni anche se la previsione di un dimagrimento così rapido non deve allettare perché non salutare. Come sempre ricordiamo infatti che sol un medico nutrizionista può assegnare diete caloriche così drastiche.
Le mele hanno diverse proprietà benefiche: aiutano a dimagrire, sono ricche di antiossidanti, possono prevenire il diabete di tipo 2, aumentano le difese immunitarie e prevengono la formazione della cataratta.
La dieta della mela classica dura cinque giorni. Qui abbiamo raccolto per voi tutte le varianti più efficaci di questa dieta. Potete scegliere quella più adatta al vostro gusto cliccando a questi link:
La dieta della mela con il riso
Dieta della mela: il menu quotidiano
Dieta lampo della mela

DIETA DEI SUPER FOOD
In autunno arrivano sulle nostre tavole due alimenti che possono essere considerati dei veri superfood. Prima di tutto la zucca, ricca di nutrienti e povera di calorie (ne contiene meno di 30 per 100 grammi di prodotto). Contiene molte vitamine, ma anche mucillagini e sostanze pectiche, cioè fibre solubili che aiutano la perdita e il controllo del peso, rallentano lo svuotamento gastrico, facendo durare più a lungo il senso di sazietà. E poi i funghi che sono composti per il 90% d’acqua, hanno solo 22 calorie per 100 grammi. Sono ricchi in vitamine e sali minerali, stimolano il metabolismo energetico, favorendo così la perdita di peso.
Clicca qui per la dieta della zucca
Clicca qui per la dieta dei funghi
 


© Riproduzione riservata