Benessere Metabolismo

Nutrizione: come dimagrire dopo i 40 anni

Non fate passare più di 4 ore tra un pasto e l'altro

Col procedere dell'età il nostro metabolismo tende, per dir così, ad impigrirsi, per cui diventa più difficile dimagrire. Difficile non è certo sinonimo di impossibile. Infatti non dobbiamo autocondizionarci negativamente. Anche dopo i 40 anni infatti si può perdere peso. Tra i fattori negativi c'è da tenere conto anche dello stress. Quando ad esempio siamo sotto tensione possiamo essere portati a mangiare di più, in particolare i cibi che ci gratificano, ad esempio dolci o alimenti ipercalorici. Un ulteriore causa di difficoltà nel perdere i chili di troppo dopo gli anta potrebbe essere imputabile all'ipotiroidismo. In questo caso è necessaria una dieta adeguata e un farmaco specifico. Tuttavia seguendo uno stile di vita sano e scegliendo gli alimenti più appropriati è possibile di dimagrire anche dopo i 40.

Allenare il metabolismo. Per mantenere attivo il metabolismo e quindi bruciare più calorie è importante seguire la regola dei 6 pasti al giorno, ovvero i tre pasti canonici colazione, pranzo e cena a cui vanno accompagnati due spuntini, uno a metà mattina e un altro nel pomeriggio. Di pari passo va anche il rispetto degli orari. Sarebbe importante anche non far passare più di 4 ore tra un pasto e l'altro.
Spuntini salutari. Yogurt leggeri, frutta di stagione, biscotti integrali possono aiutarci a spezzare la fame in maniera intelligente.
Tenere basso l'indice glicemico. Andrà quindi diminuito il consumo dei carboidrati ad alto indice glicemico contenuti ad esempio in pasta, pane e riso, che andranno sostituiti con quelli integrali. Questi alimenti ci permettono di mantenere più a lungo livelli equilibrati della glicemia nel sangue.
Cambiare abitudini alimentari. In particolare è importante rinunciare una volta per tutte agli alimenti ricchi di zuccheri e grassi, al fumo, all'eccesso di alcol. Bisogna prestare attenzione agli zuccheri perché non si trovano solo nelle merendine industriali, o nei dolciumi, ma vi sono anche quelli "nascosti" che si trovano ad esempio nelle bevande gassate e nei succhi di frutta confezionati.
Alimenti antiossidanti. Andrà incrementato il consumo di frutta quale albicocche, mele, lamponi mirtilli, ciliegie, prugne, ribes, meloni, uva nera. Da incrementare anche il consumo della frutta secca, in quanto contiene alimenti ricchi di omega-3 e omega-6. Ne sono ricchi noci, nocciole, mandorle e pistacchi. Anche le verdure sono un alimento ricco di antiossidanti: in particolare andranno privilegiate carote, zucca, spinaci, cavoli.
Utilizzare le spezie al posto del sale. La curcuma, curry, zenzero, pepe nero, peperoncino, zafferano ci permettono di bruciare più calorie.
Fare attività fisica. Scegliete uno sport che vi ispiri, ma è sufficiente anche fare una passeggiata o una camminata di mezz'ora al giorno. L'importante è che questi esercizi vadano ad incastrarsi nella vostra quotidianità divenendone parte integrante.

Esempio di dieta a 40 anni
Colazione: latte scremato o uno yogurt bianco con un frutto di stagione.
Spuntino: a metà mattina sempre un frutto di stagione oppure delle mandorle o noci.
Pranzo: pasta integrale accompagnata dalle verdure.
Cena: del pesce, ad esempio del salmone con pane integrale ed un frutto a scelta.
Anche in questo caso, prima di intraprendere la dieta bisognerà consultare il proprio medico.