Benessere Motivazioni

Dimagrire con una dieta semplice

Rivolgetevi sempre a un nutrizionista

Dimagrire non sempre è facile. Seguire una dieta dimagrante significa far convergere impegno, volontà e costanza per raggiungere l'obiettivo. Talvolta può accadere che l'entusiasmo vada via via affievolendosi perché la dieta scelta non è confacente alle nostre esigenze, ad esempio non riusciamo a conciliarla con gli impegni lavorativi. La perdita dell'aspetto motivazionale ci impedisce di portare a termine il programma dietetico lasciandoci, come suol dirsi, con un pugno di mosche. Alcuni regimi dietetici se seguiti alla lettera effettivamente riescono a farci perdere i chili di troppo, ma non sono adatti a tutti perché possono richiedere che si mangino solo certi alimenti o che vengano cotti in una determinata maniera. In questi casi è quindi importante scegliere una dieta che rientra maggiormente nelle nostre corde e che quindi siamo ragionevolmente sicuri di riuscire a portare a termine. Magari possiamo impiegare più tempo a dimagrire rispetto a quelle rapide, ma l'importante è raggiungere il risultato.

Ovviamente per dimagrire in maniera corretta, soprattutto se si hanno molto chili da perdere, è importante seguire una dieta personalizzata impostata da un professionista del settore, in questo caso un nutrizionista.
In primo luogo vi sono alcuni alimenti di cui sarebbe meglio fare a meno, quali i grassi e quindi durante la dieta sono da bandire insaccati, formaggi stagionati, succhi di frutta, bibite gassate, alcol e dolci. Per quanto riguarda la cottura degli alimenti vanno privilegiate quelle semplici, ad esempio quella a vapore. Il sale può essere sostituito con le spezie e le erbe aromatiche, come condimento è da preferirsi l'olio di oliva. In linea generale i carboidrati complessi, ovvero a lento assorbimento quali pasta e pane, meglio se integrali, andranno mangiati ogni giorno e assunti nella prima parte della giornata assieme a frutta e verdura per avere il giusto rifornimento di fibre e vitamine. Per quanto riguarda invece le proteine possiamo alternare gli alimenti che le contengono: ad esempio mangiare la carne, i formaggi e le uova una volta alla settimana, i pesci e i legumi anche due o tre volte alla settimana.

Un esempio di menù puramente indicativo da cui trarre spunto potrebbe essere il seguente.
A colazione del tè o caffè senza zucchero, una spremuta di arancia, cereali integrali o fette biscottate integrali, va bene anche una fetta di pane sempre integrale su cui spalmare un cucchiaio di miele oppure della marmellata fatta in casa.
A metà mattina come spuntino spezza fame potete preferire uno yogurt magro, oppure un frutto di stagione, o della frutta secca, ad esempio noci o mandorle con parsimonia perché si tratta comunque di frutti calorici.
Per pranzo potete optare per un piatto di pasta da 80 grammi con del sugo di pomodoro e le verdure. Un piccolo segreto è quello di iniziare il pranzo con una insalata in modo da diminuire l'appetito. Per secondo una fetta di carne o pesce sempre con dell'insalata condita con dell'olio di oliva.
Per lo spuntino del pomeriggio potete scegliere un frutto poco calorico, ad esempio mele, fragole, pere, mandarini, è preferibile evitare invece uva e banane che sono più zuccherine e caloriche.
Per cena scegliete un secondo a base di cibi proteici, ad esempio carne magra (pollo, tacchino) o pesce (tonno al naturale, salmone, sgombro) con contorno di verdure a scelta. Potete concludere il pasto con un quadratino di cioccolato purché sia fondente, per cui deve contenere cacao in una percentuale che sia superiore al 70%. Bevete con regolarità almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, potete ricorrere anche alle tisane di thè verde ricche di antiossidanti.


© Riproduzione riservata