Benessere Dieta semplice

Come funziona la dieta del riso per dimagrire velocemente?

Le ricette

Come funziona la dieta del riso per dimagrire velocemente?

Ed eccoci arrivati agli sgoccioli della Quarantena che ci ha visto rinchiusi in casa per diversi giorni a fare la spola tra il divano e la cucina magari con qualche chiletto in più. A tavola nelle ultime settimane vi siete lasciati un po’ andare e ora vi sentite molto gonfi e affaticati? Provate la dieta del riso. Il riso, soprattutto integrale, è un ottimo alimento per sgonfiarsi. Aiuta l’organismo a eliminare le sostanze di scarto perché è ricco di fibre che favoriscono la motilità. La dieta del riso è anche ottima per dimagrire velocemente oltre che a depurare l’organismo. Ad ideare questa dieta per dimagrire velocemente è stato il medico tedesco Walter Kempner, il quale cercava un regime alimentare adatto ai pazienti diabetici, ipertesi e obesi.

Quale riso scegliere per la dieta? Per dimagrire è bene prediligere al riso bianco, che è ricco di amido e ha poche fibre, altre varietà integrali. Il riso rosso e quello nero, per esempio, contengono anche un’elevata quantità di antiossidanti. Sono ricchi di flavonoidi e polifenoli. Queste sostanze hanno eccellenti proprietà antinfiammatorie. Favoriscono il drenaggio dei liquidi. Riducono gli accumuli di acqua nei tessuti, responsabili dei gonfiori. Agevolano, infine, lo smaltimento delle tossine in eccesso, che possono rallentare a lungo andare il metabolismo e predisporre a diversi disturbi.

La dieta del riso per dimagrire velocemente. Se siete in cerca di una dieta semplice per dimagrire, ma che soprattutto funzioni, allora forse la dieta del riso è ciò che fa al caso vostro. Questo cereale, che si presta a tantissime ricette e preparazioni, ha davvero molti vantaggi: può essere mangiato senza problemi da chi è intollerante al glutine, contiene fibre, sali minerali e vitamine, è facile da digerire ed è poco calorico. Oggi questo regime alimentare è sempre più diffuso: vediamo come funziona e quali sono gli alimenti consentiti.

Come funziona la dieta a base di riso: le varianti. La dieta del riso sfrutta quattro proprietà fondamentali di questo alimento: sazia, ha poche calorie, stimola la diuresi ed è ricco di fibre. Esistono due diverse varianti della dieta, una strutturata in due fasi e l’altra in nove giorni, ma anche altre diverse diete che analizzeremo una alla volta.

La dieta del riso in bianco. Quella in due fasi si divide in una prima fase, detta di disintossicazione, in cui si assumono solo 800 calorie al giorno. Questa fase dura massimo due settimane, durante le quali è concesso mangiare solo riso bollito condito con un filo d’olio extravergine d’oliva, verdura e frutta (ma con moderazione). In poche parole, quasi tutte le calorie che vengono assunte provengono dal riso. Durante questo primo ciclo, di sicuro più restrittivo, si perde tendenzialmente più peso e la pancia si sgonfia e diviene più piatta. Si passa poi alla seconda fase, dove invece si assumono all’incirca 1200 calorie al giorno, aggiungendo al riso legumi, pollo, pesce, formaggi magri, verdure cotte e crude, frutta fresca e secca e altri cereali. Si tratta dunque di un ciclo più vario, dove si alternano più alimenti. C’è anche la possibilità di alternare il riso con dei cereali diversi, come ad esempio la quinoa oppure il farro. In generale, in entrambe le fasi, è importante utilizzare pochi condimenti e non esagerare con il sale: piuttosto servitevi delle spezie e delle erbe aromatiche.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1603719708-3-crai.jpg

La dieta del riso in 9 giorni. Quella dei nove giorni è sicuramente una dieta molto più breve, perché dura solo dodici giorni (nove di dieta vera e propria, anticipati da tre giorni di detox). Nei primi tre giorni di disintossicazione, è concesso mangiare solo riso e altri prodotti dietetici a base di riso, come le gallette. Nei successivi nove giorni, vengono aggiunte proteine magre, come pollo e ricotta, frutta e verdura. Anche se optate per questa potete alternare il riso con altri cereali simili.

La dieta del riso e pollo. Questa declinazione della dieta, decisamente più estrema, indica un menù composto da riso e da pollo, che per 9 giorni vanno consumati alternandoli fra pranzo e cena e senza mai mangiarli insieme. Frutta fresca a colazione e yogurt o frutta secca per gli spuntini sono l’unica eccezione. Il vantaggio? Che con un po’ di fantasia potrete creare tantissimi piatti, abbinando magari ai due elementi cardine verdure di stagione, condimenti leggeri e spezie.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602669922-3-toys-in.jpg

Dieta del riso e tonno. Anche in questo caso si mettono al centro della dieta due alimenti, ma questa volta ad affiancare il riso troviamo il tonno, pesce ricco di sali minerali come ferro, iodio e selenio e vitamine, in particolare del gruppo A, B, D. Inoltre è una fonte di Omega 3. Anche qui il consiglio è di creare ricette sfiziose alternando i due alimenti senza mai mangiarli insieme. Ah, e per chi non l’avesse capito, il tonno consumatelo fresco e non in scatola!

Menù della dieta del riso: cosa mangiare
Come abbiamo anticipato, in questo regime dietetico non è concesso mangiare solo riso bollito, almeno non nelle fasi successive a quella di disintossicazione. Oltre a mangiare riso tutti i giorni, gli alimenti permessi sono verdure, cereali e pseudocereali (miglio, quinoa, grano saraceno, amaranto), legumi, formaggi magri, pesce magro, pollo e olio d’oliva. Per di più, il riso viene anche inserito in altre sue forme, come ad esempio yogurt o gallette. Sono invece vietati gli altri oli vegetali, il burro e i grassi vari, lo zucchero, i dolci, le bevande gassate e gli alcolici. Insieme a questi alimenti assicuratevi di bere anche almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno!

Vediamo dunque un esempio menù settimanale completo della dieta del riso:
Lunedì • Colazione: tre gallette di riso, caffè o tè • Spuntino: frutta fresca (non più di 150 g) • Pranzo: due gallette di riso, pesce al vapore, verdura • Merenda: frutta fresca (non più di 150 g) • Cena: risotto leggero (80 g), due frutti
Martedì • Colazione: tre gallette di riso, caffè o tè • Spuntino: frutta fresca (non più di 150 g) • Pranzo: carne alla piastra, verdure e due gallette di riso • Merenda: frutta fresca (non più di 150 g) • Cena: 40 g di riso con verdure bollite o al vapore, due uova sode e 1 yogurt di riso
Mercoledì • Colazione: tre gallette di riso, caffè o tè • Spuntino: frutta fresca (non più di 150 g) • Pranzo: formaggio fresco, verdura, 1 frutto • Merenda: frutta fresca (non più di 150 g) • Cena: risotto leggero (80 g), 1 frutto e 1 yogurt di riso
Giovedì • Colazione: tre gallette di riso, caffè o tè • Spuntino: frutta fresca (non più di 150 g) • Pranzo: Insalata mista con pesce o carne e 2 gallette di riso • Merenda: frutta fresca (non più di 150 g) • Cena: riso bollito (80 g) con pomodorini, olio e basilico, prosciutto cotto (2 fette)
Venerdì • Colazione: tre gallette di riso, caffè o tè • Spuntino: 150 gr di frutta fresca • Pranzo: 100 g di carne bianca o pesce, verdura, 2 gallette di riso • Merenda: 150 gr di frutta fresca • Cena: 70 gr di risotto ai funghi, due frutti, 1 yogurt di riso
Sabato • Colazione: tre gallette di riso, caffè o tè • Spuntino: frutta fresca (non più di 150 g) • Pranzo: 130 g di bresaola con rucola e pomodorini e 2 gallette di riso • Merenda: frutta fresca (non più di 150 g) • Cena: 60 g risotto leggero, verdure al vapore, 1 yogurt di riso.
Domenica • Colazione: tre gallette di riso, caffè o tè • Spuntino: frutta fresca (non più di 150 g) • Pranzo: risotto leggero (60 g), verdure bollite • Merenda: frutta fresca (non più di 150 g) • Cena: 150 g di pesce alla griglia, verdure miste. Ovviamente vi consigliamo di rivolgervi al vostro nutrizionista o al vostro medico di fiducia prima di iniziare la dieta.


© Riproduzione riservata