Benessere Scioglie i grassi

Tè verde e dieta dimagrante: perché è utile

Stimola il metabolismo

Antinfiammatorio, dimagrante e antiossidante: queste in estrema sintesi sono le proprietà essenziali del thè verde. Pertanto può tornare utile, oltre che per le proprietà benefiche per la salute, anche se stiamo seguendo una dieta dimagrante. In particolare da un punto di vista dietetico il thè verde ha la proprietà di stimolare il metabolismo e quindi aiuta a sciogliere i grassi.
Negli ultimi anni, sull'onda di diete salutistiche che trovano l'assist da parte di personaggi noti del mondo dello spettacolo, anche da noi il consumo di questa bevanda tipica del Giappone sta trovando sempre più un maggiore riscontro.

Tè verde: le proprietà benefiche
Il thè verde abbonda di catechine, composti antiossidanti che appartengono alla famiglia dei flavonoidi, che contrastano i radicali liberi. Le catechine ci danno un senso di sazietà e quindi evitano il rischio di farci allettare da cibi calorici ma poco sazianti. Anche le metilxantine (teobromina, caffeina) che non hanno un valore nutritivo, ma un effetto farmacologico, stimolano il processo della lipolisi che consiste nell'eliminare i grassi dagli adipociti. In particolare la teobromina ossida i grassi localizzati nel tessuto adiposo per utilizzarli a scopo energetico. Oltre a ciò, il thè verde ha una funzione diuretica e quindi aiuta l'organismo a depurarsi non solo dalle sostanze di scarto ma anche dai liquidi in eccesso che ristagnando sono causa dell'inestetismo più inviso alle donne, la cellulite. Il thè verde contrasta anche il colesterolo Ldl prevenendo in tal modo le malattie cardiovascolari e i radicali liberi, quindi ha un effetto rallentante sull'invecchiamento delle cellule. Ad avere questo effetto preventivo sulle patologie cardiovascolari è l'EGCG (epigallocatechina gallato) che diminuisce i valori del colesterolo nocivo ldl e dei trigliceridi.
Nello specifico, per quanto riguarda il dimagrimento, è utile perché aumenta la termogenesi che ci aiuta a bruciare i grassi e quindi a dimagrire. I carboidrati e i grassi vengono utilizzati per produrre energia sotto forma di calore, pertanto non si accumulano come tessuto adiposo di riserva. In tal modo non solo è possibile evitare di mettere chili di troppo, ma anche impedire che il grasso possa accumularsi in zone specifiche, ad esempio il formarsi dell'adipe addominale (quello viscerale profondo) che è ritenuto il più pericoloso e nel giro vita.

The verde: quanto berne al giorno?
Al fine di massimizzarne i benefici ne bastano dalle 3 alle 5 tazze al giorno. Una la mattina a colazione al posto del latte, le altre due possono consumarsi mezz'ora prima dei pasti oppure come spuntino a metà mattina e nel pomeriggio. Ovviamente prima di comprendere il the verde nella dieta dimagrante chiedete consiglio a uno specialista che saprà dirvi se è indicato nel vostro caso specifico. Nel thè verde infatti è presente la teina, che ha effetti simili alla caffeina, per cui è uno stimolante naturale del sistema nervoso. Per alcune persone risulta quindi controindicato. Un eccesso nel consumo di questa bevanda può provocare insonnia, tachicardia, irritabilità. Inoltre chi soffre di reflusso gastroesofageo o ulcera peptica dovrebbe limitarne il consumo perché i tannini contenuti nel the verde potrebbero far aumentare gli acidi prodotti nello stomaco.


© Riproduzione riservata