Benessere Cibo e nervosismo

Quando lo stress fa ingrassare: gli errori da evitare

Il pericolo del confort food, i cibi che creano piacere immediato, facendoci ingrassare

Lo stress in realtà di per sè non è negativo in quanto si tratta di una risposta di difesa da parte dell'organismo nei confronti di uno stimolo esterno (stressor) che può comprometterne l'equilibrio psico-fisico. Si tratta quindi di una risposta adattativa, tuttavia se lo stimolo stressante perdura e quindi diventa cronico, l'organismo non riesce più a controllarlo con una risposta adeguata.

Cosa accade quando siamo stressati
Quando siamo stressati l'organismo produce il cortisolo, noto per l'appunto come ormone dello stress. Se lo stimolo stressante è costante l'organismo nel tentativo di contrastarlo vi si adegua, producendo in continuazione quantità massicce di cortisolo. Ciò ha come conseguenza un aumento degli zuccheri nel sangue. Quando siamo sotto stress l'organismo trasforma questi eccessi di zuccheri in riserve di grasso che si depositano soprattutto a livello addominale. Ad essere responsabile di questo meccanismo è il neuropeptide Y (Npy) attivato proprio dallo stress che va a stimolare l'accumulo di grasso. Questo ormone richiama la storia dell'uomo nel corso dei millenni, quando per sopravvivere alle numerose carestie accumulare grasso costituiva una strategia evolutiva per la sopravvivenza. Non è un caso che quando siamo stressati ci prende la fame nervosa che ci porta a mangiare gli alimenti ricchi di grassi e zuccheri. In questo modo troviamo una sorta di gratificazione alle difficoltà rifugiandoci nei piaceri del cibo. Questo tipo di alimenti "comfort food" ci gratificano immediatamente in quanto attivano il circuito dopaminergico del piacere. Inoltre sotto stress l'organismo per rispondere al pericolo rilascia il glucosio nel sangue in modo da poter essere utilizzato velocemente dai muscoli. Il pancreas quindi rilascia a sua volta l'insulina che fa sì che il glucosio possa essere utilizzato nuovamente dai tessuti. Una situazione da vicolo cieco insomma. In particolare alcuni comportamenti e abitudini aumentano lo stress e quindi ci portano a ingrassare.

Stress: i cibi che ci aiutano
Possono venirci in aiuto gli alimenti che contengono vitamine, sali minerali (magnesio) quali frutta verdure, in particolare crucifere, (rucola, ravanello, cavolfiore, cime di rapa) cioccolato fondente, noci e mandorle, cereali integrali. Sì anche al pesce che contiene omega-3. Tra le bevande si può optare per il thè verde oppure per le tisane, indicate soprattutto quelle a base di finocchio o di alloro. Vanno evitati invece gli stimolanti quali la caffeina e gli zuccheri semplici perchè possono peggiorare gli effetti del cortisolo. E' importante anche dormire a sufficienza, non meno di 7 ore a notte. Se abbiamo difficoltà ad addormentarci, un'altra delle conseguenze dello stress, possiamo seguire l'accorgimento di andare a dormire sempre allo stesso orario bevendo una tisana che ci concili il sonno. Per scaricare lo stress che ci chiama al movimento è bene fare attività fisica. In ogni caso ognuno di noi reagisce in maniera diversa alle situazioni stressanti, per cui se si verifica un dimagrimento importante o si hanno altre difficoltà ad esempio non si riesce a dormire, è bene che ci rivolgiamo al nostro medico che potrà indicarci eventuali rimedi farmacologici o d'altro tipo più adatti al nostro caso.
 


© Riproduzione riservata