Auto e motori Roma

Primo test di volo per Velocopter, il taxi volante a Roma. FOTO. VIDEO

Il taxi volante collegherà il centro di Roma all'aeroporto di Fiumicino in 20 minuti

Roma - Iniziano i test di volo del Velocopter, il taxi volante che collegherà il centro di Roma all'aeroporto di Fiumicino in 20 minuti. "A meno di un anno dalla presentazione a Fiumicino del primo prototipo Volocopter, oggi è un primo passo concreto, entrando nel futuro, per la mobilità aerea urbana. Grazie ad Atlantia,Volocopter, Enac ed Enav . Roma sarà una delle prime capitali in cui questo nuovo mezzo di trasporto, l'elicottero elettrico, nel 2024, comincerà a volare, in vista del Giubileo e della candidatura per l'Expo".
Lo ha detto il presidente di Adr, Claudio De Vincenti, aprendo all'aeroporto di Fiumicino, nella zona di Pianabella, l'evento "Un viaggio nel futuro - The Vertiport experience in Rome", che vedrà in mattinata, nel debutto del primo vertiporto italiano, il primo test in volo in Italia del Volocopter, l'elicottero elettrico eVTOL, il cosiddetto "taxi volante", che potrà trasportare da Fiumicino, in futuro, passeggeri in 20 minuti fino al centro di Roma.

Volocopter, ad un prezzo che si aggira sui 140 euro, collegherà, infatti, lo scalo romano ad una destinazione ancora in fase di studio, probabilmente la stazione Termini, volando a 100 km l’ora. Il “taxi volante” presentato oggi sarà una piccola rivoluzione per i trasporti romani. Nella prima fase Volocopter sarà pilotato da un pilota in carne ed ossa, riducendo lo spazio interno a un solo passeggero. Questo per favorire l’arrivo dei primi clienti, grazie alla presenza umana a bordo, di certo non abituati a spostarsi in questa modalità.

A regime, invece, sarà guidato da remoto riportando lo spazio interno a due passeggeri che, però, potranno dialogare a distanza con il centro controllo attraverso un tablet posizionato in mezzo alla cabina da dove si potrà anche seguire l’itinerario. Ma gli sviluppi industriali già vanno nella direzione di mezzi con 4 o 6 posti per collegare anche due città tra loro Il mezzo è al 100% elettrico, alimentato da batterie che lo rendono assolutamente ecosostenibile, ed avrà, per adesso, un’autonomia di 35 chilometri.

Viaggerà ad un’altezza che è ancora in fase di discussione con Enac ed Enav. I suoi 18 rotori, che di fatto sono mini eliche, secondo i tecnici di Atlantia, società che gestisce Adr ma che è anche nella compagine azionaria di Volocopter, “rendono il mezzo molto più sicuro di un tradizionale elicottero”. Nel 2024, secondo le previsioni di Adr, partiranno dal tetto di uno dei parcheggi dall’aeroporto di Fiumicino e raggiungeranno la stazione Termini. Ma allo studio ci sono anche altri itinerari che potrebbero portare Volocopter ad atterrare sui tetti di alcuni hotel della città, quelli naturalmente più adatti per forma e posizione all’atterraggio di simili mezzi. Il servizio si potrà prenotare con un app da smartphone.


© Riproduzione riservata