Economia Istat

Lavoro, Ragusa provincia siciliana col tasso di occupazione più alto

Con il 57,1% stacca tutte le altre dell’Isola, anche nella fascia giovanile

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/04-10-2022/lavoro-ragusa-provincia-siciliana-col-tasso-di-occupazione-piu-alto-500.jpg Lavoro, Ragusa provincia siciliana col tasso di occupazione più alto

 Ragusa - Nel 2021 la ricrescita in Italia dell'occupazione nella popolazione tra 20 e 64 anni (62,7%, +0,8 punti percentuali rispetto al 2020) non recupera pienamente il livello pre Covid (ancora -0,8 punti). Secondo il Rapporto sul Benessere equo e sostenibile dei territori appena pubblicato dall'Istat, le province italiane più penalizzate sono Caltanissetta (tasso di occupazione al 40,8%), Napoli (41,0%), Crotone (41,2%) e Catania (42,5%). Il Mezzogiorno presenta un'ampia variabilità interna e una distanza molto netta dal Settentrione: basti pensare che il valore più alto raggiunto al Sud (64,7% a Teramo) è inferiore al valore più basso toccato a Nord (66,8% a Rovigo). Il nisseno, tra l'altro, presenta anche il peggior dato in assoluto riguardo l'occupazione femminile, ferma al 24,1%.

Sull’Isola Enna ha recuperato un +4,9% rispetto al pre pandemia, ma resta a livelli complessivi molto bassi. Tutte le province siciliane sono in coda alla graduatoria ad eccezione di Ragusa, che - secondo l'Istituto - al momento è quella col tasso di occupazione più alto della regione. Nella pagina online dedicata agli indici, consultabile a questo link, il territorio ibleo è quello con più residenti occupati non solo nella fascia 20/64 anni – il 57,1%, quasi 12 punti in più delle seconde classificate Siracusa e Trapani – ma anche nel target giovanile tra 15 e 29 anni: il 29,2%. Di conseguenza, la provincia ragusana registra i tassi più bassi di mancata partecipazione al lavoro, sia giovanile (45%) che in generale (26,7%).


© Riproduzione riservata