Sport Anniversario 03/09/2014 15:06 Notizia letta: 8570 volte

In morte di Gaetano Scirea

25 anni fa la scomparsa
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-09-2014/1409749601-0-in-morte-di-gaetano-scirea.jpg&size=334x500c0

Venticinque anni fa moriva Gaetano Scirea. Tra i più grandi calciatori di calcio di tutti i tempi, assolutamente il migliore nel suo ruolo (libero di difesa) insieme al tedesco Beckenbauer.
Il 3 settembre 1989 un incidente stradale in Polonia (dov’era andato come vice-allenatore della Juventus) lo uccise sulla via di ritorno verso Varsavia, dove un aereo lo avrebbe riportato a Torino.
Chi sia stato Gaetano Scirea (che era nato a Cernusco sul Naviglio, vicinissimo Milano, ma la sua famiglia, famiglia di operai, era di origine siciliana) come uomo e come giocatore lo hanno detto e scritto i migliori giornalisti e scrittori italiani, non posso aggiungere nulla.
Due sole notazioni. La prima: il difensore aveva esordito nell’Atalanta e poi aveva fatto l’intera (mostruosa) carriera nella Juventus, eppure tutti i tifosi di tutte le altre squadre lo hanno sempre avuto nel massimo rispetto, e non solo dopo la morte.
La seconda: nella sua pur lunga carriera, Gaetano Scirea non prese mai una espulsione. Record per un giocatore di calcio a quel livello, record ancora più incredibile in considerazione del ruolo.
Quanto vorrei che nelle scuole di calcio giovanile si mostrasse ai giovanissimi calciatori l’esempio fornito da Scirea. Quanto vorrei.

Saro Distefano