Benessere Carboidrati

Qual è il pane migliore per chi è a dieta?

Si ingrassa non solo quando si eccede col consumo di alimenti ipercalorici

Il pane è uno degli alimenti più comuni sulle nostre tavole. D'altronde si tratta di un alimento simbolo della dieta mediterranea. In effetti nulla più del pane che si realizza con farine semplici o integrali oltre che lievito, racconta dell'uomo e del suo profondo rapporto con la terra da cui ricava il sostentamento per la sua esistenza. Il pane indica il cibo, gli alimenti, la nutrizione per antonomasia. Tuttavia in molte diete dimagranti assieme alla pasta è uno dei primi alimenti che vengono sacrificati perché si ritiene che faccia ingrassare. In realtà il pane può definirsi un alimento nutrizionalmente completo che ci apporta molti nutrienti essenziali per la salute, quali carboidrati complessi, fibre, vitamine del gruppo b, minerali in particolare calcio, ferro e fosforo, fibre.
Non è vero che fa ingrassare se lo si consuma senza eccedere e in ogni caso in realtà non esiste un solo alimento che fa aumentare di peso, per cui non è possibile considerare unicamente il pane quale alimento responsabile in caso di perdita del peso forma. Bisogna tenere conto della ripartizione dei nutrienti: i carboidrati in particolare rappresentano il 45-60% delle calorie totali. In realtà si tratta di un alimento, che oltre ad essere gustoso, è anche utile per la salute.

Sulla cattiva fama che accompagna questo alimento, secondo cui farebbe ingrassare, in realtà gli esperti spiegano che si ingrassa non solo quando si eccede col consumo di alimenti ipercalorici, ma anche se l'indice glicemico degli alimenti è troppo alto, perché in presenza della glicemia l'organismo produce l'insulina che se troppo elevata trasforma gli zuccheri in grassi. Per evitare che ciò accada, basta non scegliere il pane prodotto con farine raffinate. Il pane integrale quindi impedisce che si verifichino picchi glicemici post pranzo che possono causare l'aumento di peso. Pertanto gli zuccheri contenuti nelle fibre integrali vengono assorbiti più lentamente e quindi l'organismo è costretto ad attingere le energie dalle sue riserve di grasso. Il pane raffinato invece aumenta la produzione della glicemia e quindi il pancreas produce più insulina proprio per decrementarne i livelli della glicemia nel sangue. Nel pane integrale rispetto a quello raffinato si ricava si ricava dal chicco di cereale completo. Il pane ai cereali presenta invece una elevata quantità di vitamine e minerali.
Per non ingrassare è importante che il pane, quale fonte di carboidrati, si accompagni a proteine e grassi buoni. Ad esempio è consigliabile uno spuntino a base di un affettato magro (la bresaola) con del formaggio magro. Ovviamente solo un nutrizionista potrà dare i consigli più appropriati nel vostro caso specifico. Nel pane integrale rispetto a quello raffinato si ricava si ricava dal chicco di cereale completo. Il pane ai cereali presenta invece una elevata quantità di vitamine e minerali.

Pane: quanto mangiarne al giorno?
Stando ai Larn (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana) , bisognerebbe mangiare 50 grammi di pane al giorno, tuttavia si tratta di una quantità che in realtà va adattata sulla base della situazione di ogni singolo soggetto.

Pane: quale scegliere
Vi sono pani più indicati di altri per non ingrassare. In particolare sarebbe da preferire quello integrale se state seguendo una dieta perché grazie alla presenza di fibre non solo limita l'assorbimento di zucchero, ma migliora anche il transito intestinale ed è utile anche per mantenere sotto controllo il colesterolo e la glicemia. Tuttavia bisogna prestare attenzione perchè per renderlo più gradevole non è raro il caso che vi si aggiunga un po' di sale e di grasso. Il pane integrale in breve aiuta le funzioni intestinali e sazia di più. Anche il pane di segale si presta bene a fini dimagranti. Oltre a ciò non ne viene a perdere il gusto. Ha poche calorie, aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo, può consumarsi a piacere sia a colazione che a pranzo e a cena, pertanto a tavola andrebbero privilegiati questi due tipi di pane rispetto a quello bianco.
In definitiva secondo gli esperti il pane, soprattutto quello integrale, è necessario per una dieta equilibrata perchè ci apporta carboidrati complessi.


© Riproduzione riservata