Benessere Relax e cibo

La dieta per non ingrassare in vacanza

Gli spuntini spezza fame

La dieta per non ingrassare in vacanza

In vacanza, accantonata per qualche giorno la routine della vita quotidiana, possiamo gestire il tempo che abbiamo a disposizione come meglio crediamo, alla riscoperta magari di interessi sacrificati per il resto dell'anno. Tuttavia, soprattutto per quanto riguarda l'alimentazione può capitarci di esagerare e quindi fare i conti con qualche chilo di troppo a vacanze terminate. In realtà possiamo goderci al massimo i giorni di relax senza per questo rinunciare ai piaceri della tavola. Basta seguire qualche semplice accorgimento per conciliare le due cose.

Vacanze: come fare per non ingrassare
Evitare l'eccesso di zuccheri e quindi bevande gassate e zuccherate, succhi di frutta. Possiamo concederci un aperitivo, ma in ogni caso è bene limitare il consumo di bevande alcoliche che non solo non ci dissetano ma ci disidratano anche. D'estate le alte temperature aumentano la sudorazione che ci fa perdere molti sali minerali. Il modo migliore per reintegrali è uno solo: bere circa due litri di acqua al giorno.
Evitare gli spuntini fuori orario che sono spesso molto calorici. Piuttosto nel caso di attacchi di fame improvvisa è suggeribile mangiare qualcosa di fresco, ad esempio una insalata o delle verdure che aumentano anche il senso di sazietà.
Frutta e verdura. Indubbiamente sono questi gli alimenti protagonisti dell'estate. Bisognerebbe consumarne 5 porzioni al giorno. In particolare frutta e verdura (finocchi, carote e sedano) sono molto utili come spuntini spezza fame.
Sale e cottura dei cibi. Ne va consumato poco per evitare la ritenzione idrica, in questo senso è opportuno limitare anche gli alimenti che lo contengono quali pizzette, insaccati in genere e formaggi. Al posto del sale come condimento si possono utilizzare le erbe aromatiche, il limone e l'aceto. Anche il metodo di cottura è importante per limitare l'apporto calorico. Va privilegiata la grigliatura, la cottura al forno e al cartoccio. L'importante è quindi preferire cotture a cui non bisogna aggiungere grassi.
Attenzione al buffet. I pranzi e le cene a buffet rappresentano una vera e propria tentazione per i più golosi. Bisognerebbe servirsene una volta soltanto con un piatto piccolo, vanno bene quelli per la frutta per esempio. Insomma la cosa più importante è riuscire a controllare le porzioni.
Attività fisica. Stare all'aria aperta è l'ideale per migliorare la nostra condizione fisica. Possiamo correre, andare in bicicletta o anche solo fare una passeggiata. Con la bicicletta in particolare possiamo conoscere meglio il posto dove stiamo trascorrendo le vacanze percorrendo itinerari suggestivi immersi nel verde. In questo modo possiamo tenere in equilbrio il bilancio calorico e quindi le calorie introdotte non sono di più di quelle che consumiamo. Una volta a casa non avremo brutte sorprese quando ci peseremo.

Per non ingrassare in vacanza cosa mangiare a colazione pranzo e a cena
Colazione: è il pasto principale della giornata. Gli esperti consigliano a scelta uno yogurt bianco o dei cereali da accompagnare a della frutta di colore arancione che favorisce l'abbronzatura quindi via libera ad albicocche, pesche, ananas e melone.
Pranzo e cena: da evitare pasti completi che comprendono quindi primo e secondo in quanto appesantiscono la digestione. Possiamo orientarci invece su piatti unici che comprendano i nutrienti di cui ha bisogno l'organismo limitando al contempo l'apporto calorico. Ad esempio a pranzo possiamo optare per la pasta con i legumi oppure verdure, o della mozzarella e del pomodoro e a cena pesce carne o uova a scelta con delle verdure oppure delle insalate.
Un dolce o uno snack possiamo concedercelo a colazione, da evitare invece a cena perché il metabolismo è meno attivo rispetto alle prime ore del mattino e quindi eliminiamo con maggiore difficoltà le calorie in eccesso. Per quanto riguarda il gelato, l'alimento più rinfrescante d'estate, è preferibile evitare di mangiarlo tutti i giorni. Meglio a giorni alterni. Nei giorni in cui non è previsto possiamo sostituirlo con una fetta di melone che è altrettanto rinfrescante.


© Riproduzione riservata