Benessere Pelle e cibo

L'alimentazione da seguire per l'abbronzatura

Voglio la pelle scura

Alcuni alimenti più di altri possono favorire l'abbronzatura. Nutrire la pelle d'estate attraverso l'alimentazione è quindi importante anche per favorire la tintarella. Fondamentalmente gli alimenti che ci aiutano sono quelli a base di betacarotene, un precursore della vitamina A che aumenta la produzione di melanina, un pigmento naturale responsabile proprio della colorazione scura della pelle esposta al sole. Vi sono anche altri alimenti ricchi di antiossidanti che possono proteggere la pelle dai raggi solari. Di base per evitare arrossamenti, scottature ed eritemi solari, come ci ripetono sempre gli esperti, è importante esporsi gradualmente al sole ed evitare di farlo nelle ore più calde.

Alimenti e abbronzatura
i cibi più indicati che favoriscono l'abbronzatura sono i seguenti: carote, melone, albicocche e ciliegie. Questi alimenti facilitano l'abbronzatura grazie alle molteplicità proprietà che li contraddistinguono: contrastano i radicali liberi che l'organismo produce dall'esposizione al sole, reintegrano i sali minerali persi con la sudorazione, contengono vitamine che hanno un effetto protettivo sulla pelle. Gli alimenti sopra menzionati in particolare contengono la vitamina A, presente sotto forma di beta carotene che aiuta a preservare la salute della pelle. La vitamina C che aiuta ad aumentare le difese della pelle la si trova negli ortaggi a foglia verde, e in frutta quale kiwi e fragole. La vitamina E è contenuta nel germe di grano, nel tuorlo d'uovo, nell'olio di oliva e nella menta. E' importante perché ha un effetto idratante sulla pelle aiutandola a mantenere elastica. Il pesce azzurro e il salmone invece sono una importante fonte di antiossidanti.
Le carote (1200 mg di vitamina A per 100 grammi) in particolare sono molto adatte all'alimentazione estiva facili da preparare: basta cuocerle e aggiungervi un filo di olio di oliva. Il melone giallo (200 mg di vitamina per 100 grammi) invece lo si può mangiare fresco oppure in una macedonia di frutta. Il pomodoro (50-100 mg vitamina per 100 grammi) è un altro alimento re della tavola, soprattutto d'estate, che non può mancare. In particolare questo ortaggio contiene il licopene, un antiossidante le cui proprietà anti-invecchiamento sono riconosciute da numerosi studi. Il peperone possiede un elevato livello di vitamina A (100-150 mg per 100 grammi) che stimola la pelle a produrre melanina e quindi ci fa abbronzare con più intensità. Anche il consumo di lattuga è consigliato perchè oltre a essere un alimento rinfrescante indicato per l'estate, ci fornisce anche un buon apporto di vitamina A che previene l'invecchiamento della pelle. Le albicocche, oltre alla vitamina A contengono fibre utili per regolarizzare la funzione intestinale. Gli spinaci (500-600 mg di vitamina A per 100 grammi) oltre a rifornirci di questa vitamina, contengono la luteina che protegge gli occhi dalle radiazioni solari. Le ciliegie invece sono utili perché contengono una percentuale di betacarotene anche più alta rispetto agli altri frutti rossi. Possono consumarsi a colazione sia singolarmente oppure in una macedonia o in uno spuntino magari come centrifugato.
Infine non va mai dimenticato che per mantenere la pelle idratata dobbiamo sempre bere a sufficienza, soprattutto d'estate quando a causa delle alte temperature la traspirazione è maggiore e quindi vi è una perdita di sali minerali che va reintegrata. Bisognerebbe bere almeno due litri di acqua al giorno.
Nel caso in cui con l'alimentazione non si riesca a fornire tutti i nutrienti necessari per la salute della pelle, per quanto riguarda le vitamine si può ricorrere alla supplementazione di integratori alimentari, ovviamente sempre dietro consiglio del proprio medico curante.