Appuntamenti Pachino

Marzamemi, dopo D&G niente soldi per Festival del cinema ma ce n’è un altro

Solo i grandi gruppi riescono ancora a organizzare grandi eventi nel sud della Sicilia, o la buona volontà

 Pachino, Sr - Là dove solo due mesi fa sfilavano vip e star richiamati da tutto il globo per la parata di stelle di Dolce & Gabbana, ora non si trovano i soldi per il Festival internazionale del Cinema di frontiera, che sarebbe dovuto partire a Marzamemi mercoledì scorso, 14 settembre, e rinviato a data da destinarsi a metà agosto dagli organizzatori per mancanza di finanziamenti. Nonostante i tanti “patrocini” in locandina: Comune di Pachino, Ars, assessorato regionale al Turismo, ministero dei Beni culturali, Sicilia Film Commission, Centro studi cinematografici. Già da prima, del resto, s’era capita l’aria di crisi inflazionistica che avrebbe tirato sull’autunno.

Ora più che mai le casse pubbliche languono e solo i grandissimi gruppi privati e qualche imprenditore coraggioso se la sentono d’investire qualcosa, sfiduciati nel ritorno economico. Peccato perché così ci si morde la coda e la 22esima edizione della kermesse, in particolare, prometteva faville: 5 giorni di corti narrativi, documentari e lungometraggi innovativi per linguaggio e contenuti, italiani e stranieri, editi e inediti, di finzione e di documentazione. “Sarà un’edizione autenticamente internazionale” aveva assicurato, prima del dietrofront, lo storico ideatore e direttore artistico Nello Correale.

“Ne ha bisogno il cinema e coloro che lo fanno - aveva esortato il regista -, il desiderio è metterci finalmente alle spalle i due anni difficili della pandemia e fare di tutto per avvicinare l’orizzonte della pace”. Quattro i mega schermi che, ormai a ottobre, saranno allestiti nella piazza centrale della frazione pachinese, salita all’improvviso alla ribalta delle cronache mondiali di moda e spettacolo. E che altrettanto improvvisamente rischia di concludere l’estate con un’inaspettata delusione. Speriamo di no. Da quasi un mese tutto tace, speriamo davvero di poter dare presto la notizia delle nuove date.

Il brand Marzamemi, comunque, potrà rifarsi nel frattempo con un nuovo evento interamente ideato e progettato da Pro Loco, in parte simile: il "Mediterraneo CineFest", che - dal 29 settembre al 2 ottobre - prevede proiezioni di film in piazza Regina Margherita e un pot pourrì di mostre, presentazioni di libri, show cooking e degustazioni di pescato locale, tra il cortile del Palazzo dei Principi di Villadorata e l’Antica Tonnara (la locandina nella foto allegata). Qui, oltre alla pro Loco, si devono ringraziare Ue, Regione, Mipaaf e altri sponsor. Che abbia rimpiazzato, di fatto, il Festival del Cinema di frontiera?


© Riproduzione riservata