Cronaca Camorra

Tre casalesi arrestati al mercato di Vittoria

I tre sono indagati per associazione a delinquere di stampo mafioso

Vittoria - Da un lato le cosche Santapaola e Ercolano, dall'altro i clan campani Mallardo e casalesi: mafia e camorra insieme per controllare il trasporto e il mercato dell'ortofrutta nel Centro Sud. Un commercio lucroso che un'operazione della Dia di Napoli e della squadra mobile della questura di Caserta, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, prova a smantellare con arresti, perquisizioni e sequestri in tutto il meridione. A partire dal più importante polo di scambio dell'ortofrutta, il mercato di Fondi nel basso Lazio, una settantina di persone appartenenti alle due organizzazioni criminali, destinatarie di altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere, avevano creato un vero e proprio cartello di scambio e autotrasporto delle merci.

 

E’ stata sgominata un’organizzazione criminale che imponeva il monopolio dei trasporti su gomma ai commercianti e agli autotrasportatori di prodotti ortofrutticoli dai mercati e dai luoghi di produzione del meridione d’Italia e che portava, di conseguenza, al rialzo dei prezzi nel mercato finale. Un’azienda di trasporti del casertano era la base logistica dell’organizzazione che controllava tutti i traffici.

Tre arresti sono stati eseguiti a Vittoria. Gli inquirenti campani sapevano che alcuni autotrasportatori potevano trovarsi nel vittoriese ed avevano avvertito il commisariato. Questa mattina, perciò, gli agenti della Polizia di Ragusa  hanno bloccato tre degli uomini coinvolti nel maxi-blitz.

In manette sono finiti Vincenzo Imbimbo, di 38 anni, nato a Teverola (CE), residente ad Aversa (CE), Domenico Menna, di 40 anni, nato a San Paolo Bel Sito (NA), residente a San Giuseppe Vesuviano (NA) ed il fratello Raffaele Menna di 39, nato a Cicciano (NA) e residente a Casaluce (CE).

A loro, è stato notificato l’ordine di carcerazione emessa dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.

Vincenzo Imbimbo è stato rintracciato alle 6.30, nel piazzale antistante il mercato ortofrutticolo mentre si trovava alla guida del suo autoarticolato.

 

Domenico Menna è stato bloccato, alle 9.30, in via Generale Cascino, all’incrocio con lo stradale Marangio mentre alla guida del suo autoarticolato stava per lasciare Vittoria; Raffaele Menna, infine, è stato bloccato poco dopo, intorno alle 9,45, mentre, al volante del suo auto-articolato, percorreva la via Incardona, non distante dal mercato.


© Riproduzione riservata