Attualità Countdown

Covid Sicilia, tre giorni alla zona gialla

Venerdì la nuova mappa dei colori regionali, lunedì l’entrata in vigore

Covid Sicilia, tre giorni alla zona gialla

 Ragusa - Da lunedì prossimo, 17 maggio, Sicilia e Sardegna in zona gialla e solo la piccola Val d’Aosta ancora in arancione. Questo lo scenario all’orizzonte, a 24 ore dalla cabina di regia sulla nuova mappa settimanale delle fasce di rischio. Se non fosse necessario confermare i dati per tre settimane di fila Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia - con un'incidenza inferiore a 50 positivi per 100mila abitanti - avrebbero perfino numeri da area bianca, ormai non diversa dalla gialla. Una fascia che comunque, nella migliore delle ipotesi, non si vedrà prima di fine mese.

Più dei colori, le novità sono proprio le nuove misure che dai prossimi giorni regoleranno tutto il Belpaese. A cominciare dal coprifuoco: regioni e governo dibattono se posticiparlo alle 23 o alle 24. Le regole per gli stabilimenti turistici sono già scritte, ma ci sono le riaperture delle attività ancora al palo: palestre e piscine al chiuso, matrimoni e cerimonie, fino agli stadi. E poi la revisione al ribasso di due indici, Rt ospedaliero e incidenza dei casi, per evitare il ritorno in arancione di alcune grandi regioni come Lazio e Lombardia.

La discussione sul pacchetto di norme che confluirà in un nuovo decreto Covid è rinviata a lunedì ma una decisione andrà presa alla svelta, visto che il decreto precedente scade il 21 maggio. L'Isola deve sperare che Roma non introduca come criterio per l’attribuzione dei colori la copertura vaccinale, almeno delle fasce più a rischio. Ci vogliono due settimane con numeri da giallo per entrarci: la prima è stata la scorsa, la seconda è quella in corso. Per il momento la promozione non sembra a rischio, ma lato somministrazioni siamo sempre in alto mare.


© Riproduzione riservata