Attualità Scherzi del clima

Il vorace Granchio Blu invade la Sicilia: è caccia alla specie aliena VIDEO

Il temibile crostaceo onnivoro, in grado di colonizzare i mari fino a 60 metri di profondità, ha già affondato la pesca in Grecia e Tunisia

Il vorace Granchio Blu invade la Sicilia: è caccia alla specie aliena VIDEO

 Pozzallo - Sono riprese le segnalazioni dei pescatori siciliani sul cosiddetto Granchio “Blu” o “Reale”, specie autoctona delle coste atlantiche del continente americano, per questo detta “aliena”. Come molte altre, negli ultimi anni si sta invadendo il Mediterraneo attraverso il Canale di Suez: per colpa dei cambiamenti climatici, infatti, da tempo vive e si riproduce anche nel Mar Rosso. Il rischio è che sovverta l’ecosistema della nostra fauna e flora marina, che non s'è ancora abituata a conviverci. Il nome deriva dal ventre biancoazzurro e dalle zampe, con l'attaccatura e la parte terminale blu intenso, mentre la corazza superiore è verde oliva. Ottimo per la pesca e la cucina, il crostaceo è però altamente invasivo e, da onnivoro, si nutre di tutto ciò che riesce ad afferrare cole sue chele affilate: piante acquatiche, molluschi, piccoli pesci.

Capace di sopportare elevate escursioni termiche e prolifico come un criceto, può crescere fino a 15 cm di lunghezza per 23 di larghezza: il corpo, più largo che lungo, è di forma ellittica con due spuntoni ai due lati del corpo e margine anteriore seghettato. In Albania, Grecia e Tunisia il Granchio Blu ha già “tagliato” le reti al mercato ittico, facendo crollare l’attività dei pescherecci, e le autorità hanno decretato lo stato d’allarme. Anche l’anno scorso fu avvistato e filmato nell’Area marina protetta delle Isole Pelagie e all’interno del porto di Lampedusa, come si vede nel video allegato. La Sicilia ha attivato ora un progetto, denominato “Bleu Adapt”: una collaborazione tra l’università di Palermo e il governo tunisino che ha appunto l’obiettivo di preservare gli habitat naturali e le zone costiere del Mediterraneo, prevedendo anche una formazione ai pescatori che vorranno dedicarsi alla sua cattura e commercializzazione. La carne, infatti, è assai prelibata.


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg