Sanità Alimentazione 18/10/2017 11:01 Notizia letta: 706 volte

Dieta del Gelato: dimagrire in una settimana, con dolcezza

Ideale in una dieta per bypassare il pranzo in maniera fresca e veloce. Migliora anche l'umore. La cialda del cono contiene solo 20 kilocalorie.
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/18-10-2017/dieta-gelato-dimagrire-settimana-dolcezza-500.jpg

Dieta. Il gelato è sinonimo per tutti di un cibo carico di calorie. Tuttavia, nessun nutrizionista bandisce a priori questo alimento: il gelato non è da considerare banalmente come uno strappo alla regola all’interno di una dieta dimagrante, ma può essere inserito in un regime alimentare controllato in sostituzione di un pasto. Meglio se il pranzo. Si potrà così variare la dieta, concetto fondamentale per chi vuole essere costante nel suo dimagrimento.

Il gelato fornisce proteine, zuccheri semplici e grassi, ma in dosi piuttosto equilibrate, e garantisce anche una buona fonte di calcio e di fosforo, grazie alla presenza del latte.
Se per essere costanti nella diea le regole sono innanzitutto quelle di variare l’alimentazione e di non costringere il proprio organismo né la propria psiche a soffrire di eccessive restrizioni, una dieta che prevede anche il consumo di gelato non può che portare benefici. Il gelato, oltre alla linea, migliora anche l’umore, il che non guasta.

Ma qual è il segreto della Dieta del Gelato? Bisogna prestare attenzione alle dosi e alle calorie.
La prima: sono preferibili i gelati alla frutta piuttosto che le creme, che contengono spesso, oltre al latte, anche panna e uova, facendo così alzare il conteggio delle calorie.
I gelati alla frutta, invece, possono essere fatti anche con l’aggiunta di poco latte. Eliminando totalmente il latte si ottengono i sorbetti, che hanno sola frutta fresca miscelata con acqua e zucchero.
Da un punto di vista delle calorie, 100 grammi di gelato alla frutta apportano circa 130 Kilocalorie, mentre un gelato alla crema conta fra 200 e 300, in 100 grammi di peso.
La cialda del cono contiene solo 20 kilocalorie. Quindi, nessuna remora a preferirlo alla coppetta.

Altra questione riguarda la distinzione fra gelato artigianale e industriale.
Quello artigianale viene prodotto con mantecazione, incorporando aria– fino al 30% – agli ingredienti alimentari, per ottenere un risultato morbido e cremoso. Quello preconfezionato, invece, viene soffiato, aggiungendo almeno il 100% di aria durante il processo di gelatura.
Il risultato è che il gelato industriale pesa meno, e può perfino essere meno calorico. In questo caso, tuttavia, va letta bene e tenuta presente l’etichetta nutrizionale.
La Dieta del Gelato comporta dalle 1200 alle 1300 Kilocalorie al giorno e va seguita per una settimana soltanto, col risultato di perdere dai 3 ai 5 chili a seconda del proprio metabolismo.
Dopo questa settimana, è bene fare una dieta più equilibrata, considerando però che si può ripetere questa dieta di sette giorni una volta al mese.

Ecco, allora, il menù settimanale della Dieta del Gelato:
A colazione tutti i 7 giorni: 125 grammi di yogurt magro con 30 grammi di cereali integrali (crusca o fiocchi d’avena) oppure 4 biscotti oppure 4 fette biscottate con 2 cucchiaini di marmellata, the e caffè senza zucchero.
A metà mattina tutti i 7 giorni: un frutto, meglio se di stagione (es. una pesca, 2/3 albicocche, 50 grammi di uva, un kiwi, una mela, ecc).
Lunedì:
– a pranzo:  una coppetta con 3 palline di gelato fiordilatte con 200 grammi di fragole.
– a merenda: un centrifugato di verdura (carote e/o sedano), the e caffè
– a cena: 150 grammi di filetto di pesce alla griglia (tonno, pesce spada o salmone) con 200 grammi di insalata fresca e 50 grammi di pane integrale.
Martedì:
– a pranzo: prosciutto e melone (200 grammi di melone e 50 grammi di prosciutto crudo sgrassato), 2 palline di gelato alla frutta (80 grammi).
– a merenda: un cono con due palline di gelato, una alla frutta una alle creme (a scelta)
– a cena: 130 grammi di arrosto di tacchino con aromi, 200 grammi di fagiolini al vapore, 50 grammi di pane integrale.
Mercoledì:
– a pranzo: una coppetta con 3 palline di gelato allo yogurt (o crema) con 200 grammi di frutta fresca.
– a merenda: un centrifugato di verdura (carote e/o sedano) o frutto di stagione.
– a cena: 80 grammi di spaghetti conditi con pomodoro fresco e basilico, 200 grammi di insalata mista, 1 uovo sodo.
Giovedì:
– a pranzo: 200 grammi di pomodori con 5o grammi di mozzarella e basilico a piacere, 200 grammi di frutti di bosco con una pallina di gelato al limone.
– a merenda: un cono con due palline di gelato, una alla frutta e una alle creme (a scelta).
– a cena: 130 grammi di carpaccio di manzo, 200 grammi di carote al vapore e 50 grammi di pane integrale.
Venerdì:
– a pranzo: una coppetta con 3 palline di gelato misto di creme e cioccolato.
– a merenda: un centrifugato di carote o un succo di pomodoro scondito.
– a cena: 150 grammi di insalata di mare (vongole, polipo, seppie, calamari, gamberetti), 200 grammi di insalata verde e 50 grammi di pane integrale.
Sabato:
– a pranzo: 100 grammi di bresaola con rucola, 200 grammi di insalata verde e pomodori, una pallina di gelato al cioccolato.
– a merenda: un cono con due palline di gelato alla frutta.
– a cena: 80 grammi di insalata di riso o farro con 1 uovo sodo, 50 grammi di petto di pollo alla griglia, sottaceti a scelta, carote, ravanelli, pomodori, zucchine e melanzane alla griglia.
Domenica:
– a pranzo: una coppetta con 3 palline di gelato misto di creme e cioccolato.
– a merenda: un centrifugato di verdura (carote e/o sedano).
– a cena: un minestrone freddo di verdure e legumi, 120 grammi di merluzzo (o nasello) al forno, 200 grammi di insalata verde e 50 grammi di pane integrale.
Condimenti: in ognuno dei 7 giorni della Dieta del Gelato sono concessi al massimo 4 cucchiaini d’olio d’oliva a crudo in tutto l’arco della giornata (20 grammi = 180 Kilocalorie).

Redazione