Benessere Basso potere calorico

Cibi brucia grassi: bufala o verità?

Non esistono cibi che non contengono calorie, eccetto l'acqua

Cibi brucia grassi: bufala o verità?

In realtà il termine brucia grassi si presta di per sè a equivoci e fraintendimenti. Si potrebbe infatti pensare che esistano cibi miracolosi in grado di farci bruciare i grassi già assunti. Non è ovviamente così, se non nella proiezione di una realtà utopica. Se realmente esistessero questi alimenti avremmo trovato una soluzione da manuale ai chili di troppo. Non esistono invece cibi che non contengono calorie, eccetto l'acqua, perché servono a soddisfare il nostro fabbisogno calorico quotidiano.
In realtà per alimenti brucia grassi si intendono cibi che ci forniscono un basso apporto calorico, dall'alto potere saziante, che stimolano il metabolismo e facilitano la digestione.

Cibi brucia grassi: ognuno ha le sue caratteristiche
Cibi brucia grassi a calorie negative, le cui calorie sono così poche che l'organismo impiega più energia per mangiare questi alimenti di quante ne riceva dagli stessi.
Pomodori: ci apportano 18 calorie ogni 100 grammi. Rientrano a pieno titolo in una dieta dimagrante. Inoltre il consumo di questo alimento è indicato anche contro il colesterolo alto e l'ipertensione.
Cipolla: contiene solo 26 calorie per 100 grammi. Favoriscono la diuresi grazie al contenuto di fitoestrogeni e rafforzano il sistema immunitario.
Ancora meno calorie possiede il sedano, appena 16 sempre ogni 100 grammi, inoltre è un antinfiammatorio naturale. Anche il cetriolo ha solo 16 calorie e per di più ci fornisce un ottimo apporto di vitamina C.
I cibi drenanti inducono prima un senso di sazietà e facilitano la digestione e l'eliminazione dei liquidi in eccesso e quindi evitano la ritenzione idrica.
La lattuga è l'alimento drenante per eccellenza. Oltre all'acqua fornisce anche molti sali minerali. 100 grammi apportano appena 15 calorie.
L'anguria. E' composto soprattutto di acqua, per cui ha un effetto diuretico. Può diminuire la pressione, pertanto non sono indicati a chi ha problemi ai reni. In questi casi è sempre meglio chiedere prima consiglio al proprio medico.
L'ananas facilita la digestione per la presenza della bromelina che aiuta a scindere più facilmente le proteine.
Gli infusi servono ad eliminare i liquidi in eccesso. Le più diffuse sono quelle a base di tarassaco, betulla, equiseto.
Gli alimenti termogenici attivano il metabolismo e favoriscono lo scioglimento dei grassi accumulati. Questi alimenti ci fanno consumare un maggior numero di calorie rispetto agli altri perché la digestione degli stessi mobilita maggiori risorse da parte dell'organismo.
Hanno questo effetto le spezie quali la curcuma, lo zenzero, il curry e il pepe. Effetto analogo ha anche il peperoncino grazie alla capsaicina che stimola la lipolisi, che serve a bruciare i grassi.
Il caffè e il the verde sono in grado di accelerare il metabolismo sebbene non di molto, tuttavia in alcuni soggetti più predisposti potrebbero essere causa di tachicardia, insonnia e stati ansiosi. Il caffè in particolare, secondo alcuni studi, si ritiene che possa diminuire i picchi di insulina indotti dal consumo dei carboidrati. Nel the verde l'effetto brucia grassi si deve alla catechina, un antiossidante naturale.
Anche il cioccolato attiva il metabolismo purché sia fondente, per cui deve avere una percentuale di cacao attorno all'80%.
Asparagi: è noto anche per essere un alimento a calorie negative, perché l'organismo per digerirlo consuma più calorie di quelle fornite da questo alimento.
I broccoli riattivano il metabolismo e hanno un effetto depurativo, per cui sono utili anche per eliminare le tossine. Secondo alcune ricerche, il consumo di questo alimento sarebbe protettivo nei confronti dei tumori.
Aceto di mele: l'acido acetico produce un effetto accelerante sul metabolismo cellulare.
Non va dimenticato che ogni programma dimagrante per essere efficace deve adattarsi alle nostre specifiche esigenze, per cui va formulato da un esperto in materia.


© Riproduzione riservata