Benessere Dieta dell'estate

Frutti esotici per dimagrire

La frutta esotica che ci fornisce minerali e vitamine preziose

L'estate si avvicina e anche se quella che vivremo, a causa delle cautele dettate dall'emergenza del coronavirus, sarà diversa dalle altre, non manca l'entusiasmo e il desiderio di ripartire per ricominciare a riassaporare, sia pure con tutte le precauzioni del caso, il ritorno alla normalità. Generalmente nel periodo che precede l'estate si provano svariate diete per dimagrire e quindi arrivare in forma con l'appuntamento estivo.
In particolare un aiuto per dimagrire può venirci dalla frutta esotica che ci fornisce anche minerali e vitamine preziose.

Frutta esotica per perdere i chili di troppo
I frutti esotici rappresentano un toccasana perché ci apportano minerali, vitamine e antiossidanti fondamentali per l'organismo.
Papaya. Questo frutto esotico originario del Messico e del Brasile possiede solo 28 calorie per 100 grammi. E' composto soprattutto da acqua e fibre che lo rendono un alimento indicato per le diete dimagranti. La papaina (un enzima contenuto nel frutto) facilita la digestione, in particolare evita la formazione dei gas intestinali che fanno gonfiare la pancia. Buono anche l'apporto della vitamina C e dell'acido folico. I semi sono ricchi di flavonoidi e polifenoli che proteggono i vasi sanguigni e hanno proprietà antinfiammatorie. La si può consumare a colazione anche sotto forma di frullato.
Babaco. Si tratta di un frutto esotico ancora poco conosciuto in Italia che ha un sapore simile alla papaya. E' povero di calorie, solo 21 per 10 grammi ed ha buone quantità di potassio. Da provare.
Mango. E' un frutto originario dell'Asia ricco di vitamine, in particolare A C E e del complesso B. Questo frutto è ricco di sostanze antiossidanti che hanno un effetto antinfiammatorio. Contiene solo 55 calorie per 100 grammi. I fenoli in particolare sono utili alla pelle in quanto le donano un aspetto più luminoso. La polpa dolce e fresca di questo frutto può consumarsi come macedonia o sorbetto.
Ananas. E' il più conosciuto tra i frutti esotici. Il consumo si è molto diffuso anche nel nostro paese. Viene considerato il frutto brucia grassi per eccellenza. Gli esperti consigliano di consumarlo soprattutto alla fine di un pasto proteico a base di carne o pesce perché l'ananas contiene la bromelina, un enzima che aiuta la digestione delle proteine. Questo frutto esotico possiede 64 calorie per 100 grammi.
Banana. Il contenuto di potassio e fibre facilitano la digestione e lo rendono un alimento indicato per la convalescenza di bambini e anziani e per gli sportivi dopo l'allenamento. E' composto soprattutto di acqua, per cui facilita la diuresi e ci aiuta contro la ritenzione idrica e la cellulite.
Lime. Si tratta di un agrume che appartiene alla stessa famiglia del limone con cui sovente viene confuso. Apporta solo 30 calorie per ogni 100 grammi. E' ricco di vitamina C, per cui è utile per il sistema immunitario e di vitamine del gruppo B, flavonoidi, acido folico, e sali minerali.
Avocado. Questo frutto tropicale rispetto agli altri presi in considerazione presenta sicuramente più calorie: 160 per etto per cui va consumato con moderazione. Ha molte proprietà benefiche per la salute, in particolare è antinfiammatorio e antiossidante. Contiene fibre che facilitano la digestione, il potassio invece diminuisce la pressione sanguigna. La presenza di omega-3 stimola la produzione del colesterolo buono Hdl a discapito di quello nocivo LDL.
Granadilla più conosciuto come Frutto della passione per il suo sapore dolce con un retrogusto leggermente acidulo. E' piuttosto calorico: 90 calorie ogni 100 grammi. Se si sta seguendo una dieta dimagrante lo si può consumare a pezzetti in uno yogurt magro.
Cocco. Le palme di cocco nell'immaginario occidentale evocano paesaggi paradisiaci, più prosaicamente ci viene offerto tagliato a fette dai venditori ambulanti che percorrono in lungo e largo le spiagge d'estate al grido di cocco bello. Questo frutto è ricco di vitamina C, potassio e magnesio che favoriscono la diuresi. E' antiossidante, battericida e ipoglicemico. Ci apporta anche minerali quali sodio, zinco magnesio ferro e molti altri. Rinfresca e idrata all'istante.
Kiwi. Questo frutto proviene dalla Nuova Zelanda. In particolare è ricco di vitamina C e di fibre. Inoltre ha un effetto lassativo. Decisamente limitato l'apporto calorico: 44 calorie ogni 100 grammi. Ideale da consumarsi sotto forma di macedonia o frullato. Lo si può abbinare anche ad altra frutta, alle verdure e allo yogurt bianco. Si sposa bene anche col pesce, a carne magra e ai formaggi leggeri.
Mangostano. Questo frutto esotico ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Si tratta di un frutto tropicale diffuso nel sudest asiatico. E' conosciuto anche col nome inglese di Mangosteen. L'effetto antiossidante deriva dalla elevata presenza di xantoni che combattono i radicali liberi. Presenta 73 calorie ogni 10 grammi e contiene grassi saturi. Il succo di questo frutto ha proprietà antinfiammatorie utili contro alcune affezioni della pelle, quali acne psoriasi eczemi. E' benefico anche per l'intestino in quanto ha un effetto riequilibrante sulla flora batterica. Vi si può aggiungere anche il succo di papaya o di Lime alfine di potenziarne i benefici. Lo si può assumere anche sotto forma di estratto secco in polvere.


© Riproduzione riservata