Benessere Ossa

La carenza della vitamina D può essere causa di sovrappeso

La vitamina del sole

La carenza della vitamina D può essere causa di sovrappeso

La vitamina D è utile non solo per le ossa come molti pensano ma è fondamentale per il nostro organismo, perché aiuta a prevenire molte patologie e ti aiuta a perdere peso, ha una forte azione dimagrante e brucia i grassi in eccesso. La vitamina D, è importantissima e determinante per il mantenimento del nostro buono stato di salute e fondamentale per aiutarci a perdere peso. La vitamina D è nota anche come “Vitamina del Sole” perché è grazie al Sole che il nostro corpo, attraverso la pelle, è in grado di sintetizzare e produrre. Non si ingrassa non mangiando o bevendo solo acqua! Questo è certo. Ovviamente l'alimentazione è uno dei fattori determinanti dello sviluppo del sovrappeso e dell'obesità. Ma quali sono i colpevoli? I Grassi? Gli zuccheri? Sicuramente hanno un ruolo chiave nello sviluppo dell'obesità ma esistono altri imputati come la carenza di vitamina D, una vitamina indispensabile per mantenersi in buona salute e non solo per rimanere in forma. Tale vitamina, alla ribalta da pochi anni, è chiamata in causa nella salute dell'osso ma anche nella prevenzione dei tumori, dell'efficienza del sistema immunitario, nello stress, nel benessere dell'apparato cardiovascolare, ecc… cosa ha a che fare quindi con l'aumento di peso? Lo sapevi che se hai carenze di vitamina D il tuo corpo continuerà a trattenere i chili di troppo, anche se sei a dieta e rinunci ai cibi che ti piacciono?

La vitamina D, ma in realtà si tratta di un gruppo di vitamine D1 D2 D3 D4 D5, è l'unica vitamina che il nostro organismo sintetizza in modo autonomo, e per questo la sua importanza è considerata al pari di un ormone: importantissima e determinante per il mantenimento di un buono stato di salute e fondamentale per aiutarti a perdere peso.

Quali sono i sintomi di carenza di vitamina D e come si misura?
Nella società moderna la maggior parte della popolazione è carente di vitamina D perché si è abituati ormai a stare sempre al chiuso a casa o in ufficio. Anche l'abbondante uso di creme solari protettive inibisce la produzione di questa vitamina da parte del nostro organismo. Per poter controllare un’eventuale carenza basta fare una semplice analisi del sangue in qualsiasi laboratorio di analisi, è veloce ed economica.

I sintomi di una carenza sono:
• difficoltà a perdere peso
• depressione
• stanchezza
• problemi alle ossa
• testa che suda
• problemi intestinali
• steatosi o fegato grasso
• ansia e attacchi di panico
• capelli e unghia fragili
• debolezza muscolare.

La mancanza di Vitamina D determina il sovrappeso. Il ruolo principale della vitamina D nell'organismo è quello di aumentare e regolare l’assorbimento intestinale di alcuni elementi, quali il calcio, che sono inoltre fondamentali per la salute del tessuto osseo, del cuore, del sistema immunitario, per lo sviluppo del cervello e per la prevenzione di alcuni stati patologici. E’ scientificamente dimostrato che la mancanza di vitamina D è collegata al sovrappeso: se la massa grassa è molto elevata, assorbe la vitamina D, impedendole di arrivare al sangue, e lasciando molto alti i livelli di leptina che è l'ormone della sazietà. Più sono alti i livelli di leptina e più si accentua una forma di appetito incontenibile per tutto l'arco della giornata che ti porterà a cercare cibo di continuo. Inoltre le persone in sovrappeso fanno più fatica a convertire la vitamina D nella sua forma più biodisponibile, e spesso si vergognano di esporsi in costume al mare, riducendo sempre di più il livello di assorbimento, innescando così un meccanismo che di anno in anno fa accumulare il grasso. Succede poi che a causa di questa carenza di vitamina D inizia a rallentare il metabolismo, riducendo l'assorbimento di minerali come calcio e magnesio, indispensabili al nostro organismo. Ed è risaputo che un metabolismo più lento ti fa bruciare meno calorie!

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1603719708-3-crai.jpg

Come influisce la carenza della vitamina D sul nostro corpo? La carenza di vitamina D incide sullo sviluppo e sulla tonicità della muscolatura: un muscolo sviluppato e tonico, infatti, brucia costantemente calorie, anche quando non lo utilizzi, quindi se i tuoi muscoli non sono sviluppati, il tuo metabolismo rallenta. La carenza di vitamina D influisce sull'umore, perché è legata alla produzione di dopamina ed endorfina. Le persone che ne sono più carenti, hanno quindi maggiori probabilità di sentirsi tristi, demotivate, annoiate o depresse. E si sa che spesso, quando si è tristi, ci si consola con il cibo. la vitamina D viene prodotta dal nostro corpo attraverso l'esposizione solare diretta. In Italia ben otto persone su dieci ne sono carenti, e col passare degli anni le cose non sono migliorate: sono pochissimi i medici che approfondisco la sua presenza nei rilievi del sangue o che la prescrivono ai pazienti. Il problema è che per sintetizzare abbastanza vitamina D sarebbe necessario esporsi al sole in costume tutto il tempo dell'anno, cosa decisamente impossibile anche per chi vive al Sud. Non è un caso che le popolazioni che vivono all’equatore abbiano spesso fisici più snelli e muscolosi: il loro livello di vitamina D è mediamente cinque volte più alto rispetto a quello degli occidentali. La vitamina D aumenta la quantità di testosterone disponibile e di conseguenza fa sviluppare muscoli più forti. Mentre paesi come la Norvegia e la Scandinavia, dove ogni anno vi è un lunghissimo periodo senza sole, guarda caso hanno un altissimo tasso di mortalità da suicidio.Purtroppo l'Italia, nonostante fonti ufficiali come l'ospedale “Le Molinette” di Torino abbiano dimostrato che la quasi totalità della popolazione è carente, è lo stato occidentale probabilmente più in ritardo con gli studi sulla vitamina D. I livelli raccomandati, seppur siano stati raddoppiati poche settimane fa, restano nettamente più bassi rispetto a quelli raccomandati negli altri stati europei e addirittura DIECI volte più bassi rispetto a quelli raccomandati negli Stati Uniti.

La Vitamina D ti aiuta a perdere peso, chiarito questo, vediamo tre modi che hai a disposizione per aumentare i livelli di vitamina D nel tuo organismo:
1) Esposizione solare: come già detto, il nostro corpo è in grado di produrre vitamina D quando esponiamo la nostra pelle al sole. Quindi, più tempo passi al sole, con più parti di pelle esposta possibile, più vitamina D il tuo corpo produce. Il rovescio della medaglia è che un’esagerata esposizione al sole può avere altri effetti indesiderati, quali tumori, foto-invecchiamento e simili. Anche perchè, sfortunatamente, l’utilizzo di alte protezioni vanifica l’efficacia dell’esposizione.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1603719568-3-triumph.gif

2) Tramite il cibo: gli alimenti ricchi di vitamina D sono la carne di manzo, il fegato, il pesce azzurro, l'olio di pesce, i formaggi, il radicchio e le uova. Tuttavia, è praticamente impossibile raggiungere i livelli di vitamina D necessari tramite il cibo, se non si ha la possibilità di esporsi al sole ogni singolo giorno dell'anno. Quindi solo una parte della vitamina D necessaria può arrivare dall’alimentazione.

3) Tramite gli integratori: il miglior modo possibile per arrivare ai livelli di vitamina D necessari sono gli integratori. L’integrazione più efficace è considerata quella con la D3, perfettamente assimilabile dal nostro corpo. Si raccomanda di assumere assieme alla vitamina K2, che ne aumenta fortemente la biodisponibilità.


© Riproduzione riservata