Attualità Visti da lontano

Lettera di un siciliano dalla Germania: “Il mio primo Natale lontano”

“Togliere gli arancini a un siciliano a Natale è come togliere Lukaku all'Inter”

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-12-2020/lettera-di-un-siciliano-dalla-germania-il-mio-primo-natale-lontano-500.jpg “Togliere gli arancini a un siciliano a Natale è come togliere Lukaku all'Inter”

 Il primo Natale col Covid non si scorderà tanto facilmente. Per la prima volta nella nostra vita saremo costretti a rinunciare a tutto il calore, la condivisione, lo scambio che significano le feste, specie per chi vive e lavora all’estero. Pubblichiamo la lettera inviata da un siciliano, Giuseppe Raciti, alla rubrica “Italians” di Beppe Severgnini, che spiega meglio di ogni altra riflessione il sentimento di distacco e di nostalgia che stano provando in questi giorni i nostri concittadini, alle prese col Covid in altri paesi, e che hanno rinunciato a tornare sull’Isola.

Caro Beppe, mi chiamo Beppe pure io e si sa che tra omonimi ci si comprende meglio...scherzo !!! Ti scrivo dalla fredda Germania, precisamente dalla città di Gòttingen, una piccola città universitaria, ma sono siciliano di origine. Quando dici che sei siciliano in Germania, la prima parola che ti dicono non è "Buongiorno !!!" ma "Mafia !!!" e quando ti salutano ti dicono "Hallo Mafius !!!" ma ormai ci sono abituato e la prendo a ridere. Quest'anno a causa del signor Covid non si torna a casa a Natale. Che belle quelle tavolate fatte di 10-12 persone e qualcuna in più, dove si passa dal dolce frastuono delle risate dei bambini alla voce di tua zia che ti dice "Matri comu ti sei fatto siccu, mangia a' zia ca non ti arricanusciu chiu"( tradotto in italiano: Mamma mia come sei magro, mangia che non ti riconosco più). Poi c'è la versione numero 2 della zia, quella che ti mette una "Mattonella" di mezzo chilo di pasta al forno sul piatto e quando finisci ti dice "Viri, ca manciasti picca ah, non mi stai piacennu" (Vedi che hai mangiato poco, non mi stai piacendo). Ma questo Natale quello che mi mancherà veramente sono le scacciate, le crispelle e sopratutto gli Arancini. Togliere gli arancini ad un siciliano a Natale è come togliere Lukaku all'Inter e so che tu mi capisci !!! Chissà quando potrò godere di nuovo di queste prelibatezze, Caro Beppe pensaci tu !!! Ah comunque... i tedeschi quando vengono in Sicilia sono tutti "mangiare mangiare " Vedi come "s'ammuccanu a spisa". Io per quest'anno mi accontenterò dell'insalata di patate... Pazienza!!!


© Riproduzione riservata