Attualità La mappa YouTrend

Vaccini Covid, Sicilia unica regione in zona gialla (da un mese)

Equivale al rosso nel rischio contagio: l’errore di puntare tutto sulla quantità

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/27-05-2021/vaccini-covid-sicilia-unica-regione-in-zona-gialla-da-un-mese-500.jpg Equivale al rosso nel rischio contagio: l’errore di puntare tutto sulla quantità

 Ragusa - Con i dati aggiornati a martedì 25 maggio la provincia autonoma di Trento, con 86 punti su 100, è la più avanti nell'indice settimanale YouTrend delle vaccinazioni. A seguire, con punteggi pari o superiori a 80: Veneto, Umbria, Puglia, Lombardia, Lazio e Molise. Ultime ancora una volta Calabria e, in particolare, Sicilia: le uniche due regioni sotto quota 70 punti mentre la media nazionale sale a 77, guadagnando due punti in 7 giorni. L'indice sintetizza settimanalmente - con un valore tra 0 e 100 - lo stato delle somministrazioni in ogni territorio attraverso la media ponderata di 5 parametri, relativi alla percentuale di: dosi utilizzate sul totale ricevuto (10%); soggetti nella fascia 50-69 anni vaccinati (10%); soggetti nella fascia 70-79 anni (30%); soggetti over 80 (30%); accelerazione rispetto alla settimana precedente (20%). Più l’indice s'avvicina a 100, più il piano è efficace. Eppure nonostante la campagna spremuta al massimo, scavalcando target e organizzando “porte aperte” ogni weekend, la mappa è pressoché invariata rispetto a quella di inizio mese, altrettanto impietosa.

Il confronto relativo non premia l’Isola che in termini assoluti, invece, ha praticato ad oggi oltre 2 milioni e 350mila inoculazioni (l’88% delle dosi consegnate), piazzandosi nella parte alta della classifica riportata sul sito del governo. Non manca la quantità ma la “qualità”, rappresentata dai suddetti parametri YouTrend. Lo dimostra il fatto che zone blu e azzurre come Sardegna, Lazio, Friuli e la stessa Calabria siano in realtà dietro o a parimerito con la Sicilia nella classifica percentuale. Adesso gli approvvigionamenti sono atterrati e, dopo il black out nell’Open Week dei nipoti per esaurimento Pfizer, il programma è tornato a pieno regime. Ieri sono partite pure le iniezioni ai maturandi. Ad oggi, in frigo ci sono 315mila fiale: con le nuove migliaia in arrivo nei prossimi giorni forse si potrebbe organizzare un nuovo Open per questo fine settimana. Al momento da Palazzo d’Orleans non giungono ancora segnali al riguardo. 


© Riproduzione riservata