Cronaca Le intercettazioni

Il boss a Marco Baldini: "Sto venendo a romperti le corna" AUDIO

L'ex conduttore in debito di 60mila euro, lo strozzino: “Lo sai quanto ti voglio bene…”

Il boss a Marco Baldini: "Sto venendo a romperti le corna"

 Palermo - In manette nella notte Salvatore Cillari, detto il "Succhiasangue" e fratello di un noto capoclan condannato all'ergastolo, con le accuse di usura, estorsione e minacce. Tra le vittime del criminale 63enne, che imponeva tassi di interesse fino al 140%, anche Marco Baldini, già in passato vittima degli usurai e da tempo in disgrazia, come riferito più volte da lui stesso.

Numerose le chiamate tra i due, da cui emerge un ammontare di decine di migliaia di euro che l'ormai ex conduttore radiofonico doveva al boss. Nel file allegato, alcune delle intercettazioni che hanno fatto scattare gli arresti, con i dettagli dell'operazione. Gli affari del "Succhiasangue" erano schizzati alle stelle con la crisi economica causata dal Covid, arrivando a gestire un enorme giro d'affari tra la Sicilia e Roma. Con lui sono finite in carcere altre 3 persone, tra cui il figlio Gabriele.

Baldini era nella rete di Cillari da 2017: “Sti soldi, com’è finita Marco? Manco una lira", le parole dello strozzino intercettato al telefono dalle Fiamme Gialle palermitane. “Domani ci vediamo, stai tranquillo”, risponde Baldini. "Tu dici che dovevi prendere i soldi - incalza il mafioso -, sono passati sette mesi, non prendi nulla. Marco io so solo una cosa, ti ho fatto solo del bene a te… lo sai quanto ti voglio bene e quanto ti ho aiutato”. A giugno del 2018 la somma da restituire era arrivata a circa 60mila euro: “Vedi che sto salendo… ti sto venendo a rompere le corna!". Per fortuna sono arrivati prima i finanzieri.


© Riproduzione riservata