Benessere Dolci di Natale

Dolci di Natale: come mangiarli senza ingrassare

Come mangiare i dolci di Natale senza ingrassare e godere tutte le prelibatezze della tavola seguendo poche regole.

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-12-2020/dolci-di-natale-mangiarli-senza-ingrassare-500.jpg Dolci di Natale mangiarli senza ingrassare

Come mangiare i dolci di Natale senza ingrassare? I buoni propositi sono tanti, ma come fare perché le buone intenzioni della vigilia diventino realtà? Non ingrassare nel periodo Natalizio sembra una missione impossibile, tra pranzi, buffet, cenoni e i tanti dolci il rischio di fare il pieno di calorie è sempre dietro l’angolo. Un modo per coniugare alimentazione controllata e peccato di gola natalizio, però, esiste ed è legato a tante piccole abitudini che possono fare la differenza. Si sa con la data dell’8 Dicembre inizia ufficialmente il periodo delle feste e con esso, inutile dirlo, si inizia anche a pensare ai tanti dolci da mangiare nelle varie occasioni. Natale è infatti uno di quei dei periodi dell’anno più ricchi di dolci da suddividere in quasi un mese di festa e ciò, inutile dirlo, non aiuta affatto la linea. Premettiamo che pandori e panettoni sono dolci ipercalorici: ricchi di burro, uova e zucchero non sono certamente il dessert ideale se si desidera perdere peso. Ma, se inseriti in uno schema alimentare corretto e in uno stile di vita dinamico e sano, anche queste golosità possono essere gustate senza troppi sensi di colpa e senza contare chili in più sulla bilancia. In questo modo sarà possibile godersi le feste senza soffrire troppo e tutto senza sensi di colpa. Ci sono diversi accorgimenti che si possono prendere per togliersi gli sfizi senza prendere peso. Cerchiamo di scoprire quelli più utili.

Come mangiare i dolci nel periodo delle feste senza fare aumentare la bilancia.
Chi ama il Natale sa bene come dall’8 Dicembre al 6 Gennaio sia facile cedere alle tentazioni, tra calendari dell’avvento ricchi di cioccolatini da scartare e dolci natalizi super golosi, le occasioni per dire di si ad una porzione di dolce sono davvero tanto. E spesso può essere difficile resistervi, specie dopo un anno difficile come quello appena trascorso. Se non siamo riuscite a resistere a un invitante panettone o a un soffice pandoro, almeno cerchiamo di mangiarlo quando le calorie si possono smaltire con più certezza e rapidità.Il momento in cui il metabolismo è al top, è proprio quello della colazione. Fare colazione aiuta a dimagrire perché attiva il metabolismo e dona energia e lucidità mentale per affrontare la giornata. La buona notizia è che mangiare pandoro e panettone senza ingrassare è possibile e tutto seguendo delle regole piuttosto semplici che, ovviamente, si possono applicare a tutti i dolci di Natale. Vediamo insieme quali sono le più efficienti ed importanti.

Mangiare sempre in modo bilanciato.
La prima regola da seguire è quella di mangiare in modo bilanciato senza cedere alla tentazione di fare la fame in vista di un pranzo o di un dolce che si desidera da tempo. Il rischio è infatti quello di arrivare così affamati da mangiarne molto più di quanto non si farebbe normalmente e tutto senza godersi il dolce. Cosa che nella maggior parte dei casi porta a inutili sensi di colpa. Distribuire i dolci nell’arco del periodo di festa. Invece di abbuffarsi e fare il pieno di dolci in poche occasioni, è preferibile inserirne piccole quantità ben distribuite. Ciò aiuterà a sentirsi sempre appagati e a non incorrere in abbuffate nate per via del timore di non poterne mangiare per chissà quanto tempo. Se non siamo riuscite a resistere a un invitante panettone o a un soffice pandoro, almeno cerchiamo di mangiarlo quando le calorie si possono smaltire con più certezza e rapidità.Il momento in cui il metabolismo è al top, è proprio quello della colazione. Fare colazione aiuta a dimagrire perché attiva il metabolismo e dona energia e lucidità mentale per affrontare la giornata.

Bilanciare i dolci
Gli alimenti ricchi di zucchero possono innalzare la glicemia, cosa che oltre a non far bene all’organismo finisce spesso e volentieri con il far prendere peso. Il consiglio è quindi quello di tenerli a fine pasto, dopo un secondo proteico e magari non troppo grasso. In questo modo si andrà a bilanciare il tutto e gli zuccheri entreranno in circolo meno rapidamente. Per colazioni e merende si può aggiungere dello yogurt o qualche cucchiaio di ricotta. In questo modo, tra le altre cose, ci si sentirà anche più sazi, finendo con il consumare meno dolce.

Contenersi con le dosi
Il trucco per non prendere peso è non eccedere con le quantità. Cosa che, se si sa di poter mangiare un dolce tutte le volte che si desidera, risulterà sicuramente più semplice. Un buon modo per riuscirci è prendere una piccola porzione e richiudere la confezione. Il tutto concedendosi il dolce senza distrazioni. Cosa che, anche se non sembra, aiuterà il cervello a placarne prima il bisogno.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1641637730-3-crai.gif

Togliersi gli sfizi senza sensi di copla
Se si ha particolarmente voglia di un dolce, è bene non far durare questo bisogno nel tempo. Il rischio è infatti quello di sentir crescere la voglia e di mangiarne di più. Molto meglio inserire una fetta di pandoro a colazione e accompagnarla con un cappuccino di soia senza zucchero o con una porzione di yogurt greco senza zucchero. Seguendo queste semplici regole, anche i dolci potranno essere mangiati senza troppi problemi. Ciò che conta è farlo sempre con moderazione e all’interno di un’alimentazione sana e bilanciata e, possibilmente affiancata da una buona attività fisica.

Bere aiuta a mantenere il peso forma
Un buon trucco per mantenere il peso forma è bere molto e farlo bene. L'ideale è consumare fino a due litri di acqua al giorno, a piccoli sorsi e frequentemente. Idratare adeguatamente l'organismo, infatti, aiuta il metabolismo a funzionare bene. Insieme all'acqua, quando cresce il bisogno di limitare i danni di una dieta sregolata (ed è tipica esigenza dei periodi pre-natalizio e natalizio), ci si può aiutare con le tisane.Sfruttare le proprietà di piante, fiori e radici può risultare davvero efficace sia per digerire dolci burrosi e lauti pasti sia per drenare tossine e liquidi in eccesso. Tra le tisane e i decotti da preferire, spiccano le ricette tipicamente invernali che includono zenzero e cannella. Quest'ultima è una spezia che a Natale non manca mai in dispensa e che ha proprietà incredibili sulla silhouette: la cannella, infatti, riesce ad abbassare l'indice glicemico dei pasti e a farci assorbire meno gli zuccheri introdotti con i dolci. Lo zenzero, invece, è una radice termogenica ed è in grado, quindi, di attivare il consumo calorico e di spronare il metabolismo a bruciare i grassi. In più, grazie ai suoi oli essenziali, lo zenzero aiuta la digestione e diminuisce il senso di nausea. Un'altra buona idea è quella di aggiungere zeste di arancia e limone a ogni tisana o infuso: la fibra agisce in modo benefico sull'intestino.
Attenzione: Se si segue una dieta con un nutrizionista o si soffre di determinate patologie è sempre meglio consultare il proprio medico in modo da gestirsi ne modo corretto e senza correre rischi.


© Riproduzione riservata