Benessere Pressione alta

Ipertensione, la dieta per chi soffre di pressione alta

L'obesità è una delle principali cause dell'ipertensione. Ecco la dieta da seguire per chi soffre di pressione alta

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-03-2021/ipertensione-i-migliori-rimedi-naturali-500.jpg Ipertensione? I migliori rimedi naturali

In caso di pressione alta il primo rimedio naturale da adottare è quello di cambiare il proprio stile di vita. In particolare è importante seguire una dieta per l'ipertensione perchè l'obesità è una delle cause più note dell'ipertensione. La pressione alta costituisce un rischio per la salute perché se la pressione è troppo elevata le arterie iniziano a indebolirsi, la circolazione si fa più difficile e questo porta un aumento del rischio di infarti e ictus. Per rimedi naturali intendiamo i rimedi fitoterapici che possono assumersi sotto forma di tisane, ma non solo. Tuttavia possono risultare incompatibili con l'assunzione di alcuni farmaci, per cui prima di utilizzare questi rimedi è sempre bene informarsi presso il proprio medico.

Aglio
Risulta tra i rimedi naturali più noti. In effetti l'aglio ha una azione ipotensiva, oltre che antiossidante e antibatterica. Come rimedio per l'ipertensione se ne può consumare mezzo spicchio ogni 2 o 3 giorni, non di più altrimenti potrebbe dare qualche fastidio digestivo. Se magari avete difficoltà ad ingerirlo, potete acquistare un integratore nutrizionale inodore che contiene altri rimedi naturali per abbassare la pressione, quali il biancospino e altri.
Biancospino
E' uno dei rimedi erboristici a cui si ricorre più spesso se si soffre di pressione alta. In particolare rilassa e dilata pareti delle arterie e quindi in tal modo riesce a diminure la pressione arteriosa. In ogni caso per avere effetto può richiedere anche alcune settimane.
Ulivo
Lo possiamo assumere come tisana. Ha un effetto diuretico e ipotensivo. In genere lo si associa al biancospino perchè assieme svolge una azione sinergica in quanto l'ulivo agisce soprattutto a livello renale, mentre il biancospino a livello cardiaco.
Vischio
Viene ritenuto una delle piante più efficaci contro l'ipertensione in quanto causa vasodilatazione e regola anche il sistema cardio-circolatorio.
Tè verde
Uno studio condotto dal team del Preventive and Clinical Investigations Centre di Parigi ha preso in esame le proprietà anti-ipertensive del thè verde. La ricerca ha evidenziato che chi beveva fino a un massimo di 4 tazze al giorno di bevande, quali caffè o thè, presentava una pressione arteriosa più bassa rispetto a chi non lo faceva. In particolare il tè non solo riuscirebbe ad abbassare la pressione ma anche a rallentare l'attività cardiaca. Effetto analogo avrebbe anche il caffè, sebbene in misura minore. Nel caso dei tè verde questo effetto distensivo sui vasi sanguigni sarebbe da ricercarsi nella presenza dei flavonoidi.
Karkadè
Ha proprietà diuretiche, è un blando anticoagulante. E' noto anche come tè rosso. Non risulta compatibile con determinate terapie farmacologiche soprattutto se lo si assume di frequente.

Cardamomo e zenzero
E' plausibile che riesca ad abbassare la pressione a causa degli antiossidanti che contiene, anche lo zenzero ha un effetto simile. Tuttavia queste sostanze sono presenti in una concentrazione bassa, per cui non possono certo andare a sostituire una terapia farmacologica quando è necessario.
Betulla
La betulla ha un effetto diuretico naturale e depurativo e quindi indirettamente abbassa la pressione. E' sconsigliabile però assumerla se si sta già seguendo una terapia a base di farmaci ipotensivi o diuretici. Inoltre la betulla è utile anche nel diminuire i livelli di colesterolo nel sangue.
Tiglio
Il tiglio è noto soprattutto per le sue proprietà calmanti, ma in realtà ha anche un effetto vasodilatatore e ipotensivo. Può assumersi sotto forma di tisana.


© Riproduzione riservata