Benessere Dieta della Luna

Dieta della Luna, cosa è e come funziona

La Dieta della Luna è una pratica di igiene, depurazione fisica e spirituale

https://www.ragusanews.com/immagini_articoli/09-09-2023/dieta-della-luna-cosa-e-e-come-funziona-500.jpg Dieta della Luna, cosa è e come funziona


Si chiama Dieta della Luna o digiuno lunare.
La Luna influenza diversi aspetti della vita terrena tra cui le maree e la linfa nelle piante: la teoria su cui si basa questa dieta è che la Luna possa, quindi, agire anche sui liquidi del nostro corpo.

La Dieta della Luna è una pratica di igiene, di depurazione fisica e spirituale. La teoria alla base della Dieta della Luna è che la Luna, influenzando le maree, così come la linfa nelle piante (condizionandone la crescita), sia in grado di agire anche sui liquidi del nostro corpo.
Lo scopo principale della Dieta della Luna è quello di dare un periodo di tregua e di rilassamento al fegato, al pancreas, allo stomaco e all’intestino, liberandoli dall’acqua e dalle tossine.

La prima cosa da fare è cercare on line il calendario lunare che ti indicherà nel dettaglio le diverse fasi lunari. Puoi scegliere di iniziare o in Luna nuova o in Luna piena tenendo a mente che iniziando in Luna piena stai scegliendo di attivare un potere ricostituente mentre in Luna Nuova un potere depurativo. Queste due fasi lunari sono le più potenti in termini di energia e il digiuno in questi momenti permette una maggiore purificazione del corpo e connessione spirituale.  

Nelle prime 24 ore della dieta si pratica il digiuno lunare dove è possibile ingerire solo acqua (povera di sodio), tisane e infusi, frullati di frutta (qui trovi qualche suggerimento), centrifugati (tutto tranne latte e alcol). Questo sarà utile per eliminare le tossine e perdere peso (da sottolineare che con la Dieta della Luna non si perde grasso, ma ci si sgonfia ed il corpo si depura e si alleggerisce, anche spiritualmente. 

Una buona abitudine durante il digiuno è quella di eliminare anche teina, caffeina e qualsiasi sostanza chimica. Importante che questa giornata di digiuno sia vissuta come un rituale di benessere, come un momento da dedicare ad attività rilassanti, pratiche meditative, hobby creativi, letture… Consiglio sempre di programmare con anticipo le attività da inserire durante il digiuno lunare e staccare più che si può dal lavoro, dai social e dalle incombenze quotidiane.

https://www.ragusanews.com/immagini_banner/1711106401-3-coop.gif

Nella fase successiva al digiuno è opportuno reintegrare con attenzione e parsimonia gli alimenti preferendo tutto ciò che è facilmente digeribile. Durante la fase di Luna calante (che inizia subito dopo la Luna piena), si possono consumare cibi solidi e bere abbondante acqua per favorire la depurazione del corpo. La fase di Luna calante è una fase dove il corpo riesce a depurarsi in modo naturale, quindi la spinta energetica è altamente attiva. Se ci fai caso, in questa fase, avverti un minor senso di fame rispetto a quella che avverti in Luna crescente. Nella fase di Luna crescente (che inizia dopo la luna nuova), è importante evitare zuccheri, dolci e cibi grassi, soprattutto dopo le ore 18”.


© Riproduzione riservata