Economia Il caro opere

Ragusa-Catania, si ricomincia: l’Anas rifà il bando per l’autostrada

Musumeci s'arrende all’insostenibilità del progetto ai vecchi prezzi di mercato

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/06-06-2022/ragusa-catania-si-ricomincia-l-anas-rifa-il-bando-per-l-autostrada-500.jpg Ragusa-Catania, si ricomincia: l’Anas rifà il bando per l’autostrada

 Ragusa - Dopo ben tre rinvii di scadenza, il bando di gara dell’autostrada Ragusa-Catania sarà ripubblicato per essere aggiornato col nuovo prezzario: come anticipato da Ragusanews, l’hanno deciso oggi il governatore siciliano Musumeci in qualità di commissario dello Stato e i vertici dell’Anas, dopo la vertenza dell’Associazione nazionale dei costruttori sull’eccezionale aumento dei costi di costruzione, legato prima al Covid e ora alla guerra ucraina. La decisione fa così decadere i giudizi tuttora pendenti al Tar Sicilia, con cui i costruttori eccepivano la non remuneratività dei prezzi a base d’asta: ancora non è nota la data in cui l’Anas ripubblicherà in Gazzetta ufficiale il nuovo bando per il tratto autostradale, dopo aver rivisto la stima economica dell’opera e individuato le ulteriori risorse necessarie a garantirne la copertura finanziaria.

Non solo la "Ragusana". Per effetto della corsa dei prezzi da ottobre in tutta Italia andate deserte 19 maxi-gare per complessivi 1,8 miliardi: 57 bandi per interventi rilevanti, finiti senza concorrenti o "presidiati" da meno di 5 imprese. Mentre ancora si fatica a trovare ponteggi per i cantieri del superbonus, il caro-materiali mette in fuori gioco il mercato degli appalti pubblici, privi di appeal a causa del ritardo nell'aggiornamento dei listini e della difficoltà del governo a trovare forme di compensazione adeguate (magari automatiche): da qui, l'impossibilità delle ditte di pianificare con ragionevole certezza i costi cui saranno esposti da qui a qualche mese.


© Riproduzione riservata